Indietro

ⓘ Espediente narrativo




Espediente narrativo
                                     

ⓘ Espediente narrativo

In letteratura, nella drammaturgia, nel cinema e, in generale, nelle diverse forme di finzione letteraria, un espediente narrativo è un elemento di una narrazione introdotto dallautore, in modo deliberato, con lo scopo unico o principale di consentire un determinato sviluppo della trama.

                                     

1. Usi ed esempi

Le funzioni specifiche di un espediente narrativo possono essere molteplici, così come può variare la sua rilevanza nello svolgimento generale del racconto. A un estremo, un espediente può costituire il motore principale della narrazione o la causa originaria di tutti gli eventi le azioni dei personaggi. Un esempio classico di espediente di questo tipo è il topos letterario della ricerca di un oggetto, di una persona o di un luogo, che impegna i protagonisti in un viaggio figurato o reale che è, invece, il vero oggetto dinteresse della narrazione. Questo schema si ritrova già in racconti del lontano passato, come La città di ottone delle Mille e una notte, ma è ancora frequente nella narrativa moderna e nel cinema per esempio, i film della serie di Indiana Jones sono sistematicamente basati sulla ricerca di un manufatto archeologico attorno a cui si sviluppa il resto della trama. Alfred Hitchcock ha introdotto nelluso cinematografico la denominazione "un McGuffin" per riferirsi a uno scopo o obiettivo che guida lintera azione di una storia ma che, di per sé, è assolutamente irrilevante per la storia stessa.

Allestremo opposto, un espediente narrativo può essere introdotto a un certo punto del racconto al solo scopo di portare alla risoluzione di una specifica situazione complessa o di stallo, e perdere subito dopo ogni rilevanza per la storia. Lespressione latina deus ex machina viene spesso usata per indicare i casi in cui la funzione dellespediente narrativo è particolarmente evidente e la sua introduzione nella trama è palesemente arbitraria, comera frequente nel teatro greco per esempio nelle opere di Euripide, in cui la storia spesso si concludeva con lavvento sulla scena di una divinità che risolveva inaspettatamente e bruscamente tutti gli intrecci in virtù dei suoi poteri soprannaturali. Oppure, al contrario, si usa lespediente narrativo per giustificare il mancato intervento di un personaggio che altrimenti potrebbe risolvere tutta la situazione, rovinando, però, in questo modo, la tensione e il dramma accumultatisi nella narrazione.

Possono essere considerati espedienti narrativi anche elementi dellambientazione di una storia che hanno la caratteristica di giustificare o rendere credibili sviluppi che non sarebbero altrimenti possibili. Nella narrativa fantascientifica, per esempio, tecnologie come macchine del tempo, motori che consentono il volo spaziale a velocità superiori a quella della luce, o traduttori universali di lingue aliene - come il pesce di Babele -, sono elementi ricorrenti di molte ambientazioni perché costituiscono la premessa necessaria di gran parte dellintreccio.

                                     

2. Espedienti narrativi ed estetica

Se un espediente narrativo viene introdotto in modo eccessivamente arbitrario nel racconto, esso può essere riconosciuto come tale con conseguenze negative sulla soddisfazione del lettore, per esempio compromettendo la sua propensione a sospendere lincredulità, o consentendogli di anticipare gli eventi futuri in funzione dei quali lespediente è stato ideato. Nellestetica tradizionale della narrativa viene quindi considerata una qualità importante di un racconto quello di non contenere espedienti narrativi troppo evidenti.

Questa regola, teorizzata già da Aristotele nella sua Poetica, viene talvolta deliberatamente infranta a scopo parodistico o metanarrativo; questo è tanto più comune quanto più lespediente riferito è di un genere percepito come cliché abusato e di conseguenza ovviamente riconoscibile. Un tipico esempio è quello della "trappola mortale", in cui un cattivo, concettualmente per infierire in modo sadico sulleroe suo prigioniero, lo intrappola in qualche genere di complesso meccanismo ideato per uccidere dopo unattesa prolungata, e così facendo rende possibile il "colpo di scena" del salvataggio in extremis. Fra le numerose opere che contengono parodie o riletture metanarrative della trappola mortale si possono citare per esempio i film della serie di Austin Powers e Kill Bill 2 di Quentin Tarantino.

                                     
  • degli animali selvaggi, per i film storici e per i primi western. L espediente narrativo che prenderà il nome di cliffhanger è nato in un film della Selig
  • realizzato appena otto anni prima che venisse utilizzato lo stesso espediente narrativo nel film Basic Instinct, con Sharon Stone. Il film, nonostante la
  • personaggio venne eliminato. Nelle serie successive degli anni duemila, l espediente narrativo del narratore venne utilizzato nuovamente ma con personaggi diversi
  • tuttavia, si ridurrebbe al mero aspetto favolistico del racconto, un espediente narrativo utilizzato in molti film a sfondo fantastico, in particolare dei
  • computer con la medesima facilità. Il Batcomputer spesso agisce da espediente narrativo o come strumento da esposizione. In Batman: Una morte in famiglia
  • Practice, E.R. - Medici in prima linea e altre da cui riprende spesso espedienti narrativi e personaggi, ma riutilizzati in contesti assurdi e grotteschi. Gli
  • la Redenzione. La collocazione centrale di Giuda è quindi un puro espediente narrativo che induce il fedele alla riflessione secondo molteplici indirizzi

Anche gli utenti hanno cercato:

elemento narrativo significato, espediente espressivo in amore e poesia, finzione letteraria significato,

...
...
...