Indietro

ⓘ Categoria:Concerti




                                               

Concerti grossi

                                               

Sinfonie concertanti

                                               

Concerto in mi bemolle "Dumbarton Oaks"

Il Concerto in mi bemolle "Dumbarton Oaks" è una composizione di Igor Fedorovič Stravinskij del 1938 per orchestra da camera ed appartiene al periodo neoclassico dellautore.

                                               

Concerto in re per archi

Il Concerto in re per archi è una composizione di Igor Fedorovič Stravinskij scritta nel 1946 ed è conosciuta anche come Concerto di Basilea. Questa è la prima opera nuova di Stravinskij edita dalla casa londinese Boosey & Hawkes che, daltronde, allepoca aveva appena acquistato tutte le opere del musicista fino ad allora pubblicate dalla Édition russe de Musique di Parigi.

                                               

Concerto per archi e basso continuo RV 154

La sua struttura è quella classica di un concerto barocco, in cui gli archi dialogano tra di loro e il basso continuo dona profondità alla composizione, ed è molto evidente il tipico stile a terrazze del musicista. Il concerto è suddiviso in tre movimenti: il primo è un Allegro in 3/8 visibilmente agitato, dove due violini allunisono e il basso continuo si alternano nelleseguire diverse serie di semicrome con una quasi vorticosa rapidità; il secondo è un Adagio in 4/4 con un gusto tipicamente recitativo, che si conclude in maniera decisa; il terzo è un Allegro in 2/4 con un tema musicale d ...

                                               

Concerto per clarinetto e orchestra (Nielsen)

Dopo il Concerto per flauto, sarebbero trascorsi tre anni prima che Nielsen portasse a compimento il suo terzo e ultimo concerto, a sua volta concepito per uno strumento a fiato solista. In quel periodo era cresciuto l’interesse del compositore danese non solo verso gli strumenti a fiato, ma anche per il suono chiaro e puro dei complessi cameristici, già manifestato nella Sesta Sinfonia, intitolata" Semplice” non a caso. Il Concerto per clarinetto fu concepito similmente al precedente per un membro del Quartetto Danese, il clarinettista Aage Oxenvad, che lo eseguì per la prima volta in for ...

                                               

Concerto per oboe (Vaughan Williams)

Vaughan Williams cominciò a lavorare sul Concerto per oboe nel 1943, subito dopo aver completato la Quinta Sinfonia, con la quale condivide parecchio. Tra laltro, il concerto iniziò come una revisione dello scherzo originariamente destinato per la sinfonia. Il concerto doveva essere presentato in anteprima ai Proms il 5 luglio 1944, ma a causa della minaccia di incursioni del razzo V1 su Londra venne ridotta la stagione dei Proms. Il pezzo, invece, fu suonato a Liverpool il 30 settembre 1944 a un concerto della Royal Liverpool Philharmonic, diretta da Malcolm Sargent, che comprese anche il ...

                                               

Concerto per tuba (Vaughan Williams)

Il Concerto per tuba in fa minore è un concerto di Ralph Vaughan Williams. Il lavoro fu commissionato per il concerto del 50º anniversario della London Symphony Orchestra, alla quale fu dedicata la composizione. La prima avvenne il 13 giugno 1954 alla Royal Festival Hall con Philip Catelinet principale tubista della London Symphony Orchestra e Sir John Barbirolli sul podio. Catelinet fu anche il solista nella prima registrazione della composizione, nello stesso anno, ancora una volta con Barbirolli e la London Symphony Orchestra. Mentre a prima vista sembra lidea eccentrica di un composito ...

                                               

Ebony Concerto

Linteresse di Stravinskij per il jazz risale sin dai tempi della fine della Prima Guerra Mondiale. Infatti già in quel periodo è possibile sentire linflusso jazz in alcuni suoi lavori come: lHistoire du soldat, Ragtime per 11 strumenti e Piano rag music. Il musicista aveva intenzione di scrivere un brano in forma di Concerto grosso per orchestra jazz dove fosse presente anche un tempo slow. Egli realizzò questa sua aspirazione componendo questo concerto per lorchestra di Woody Herman che è anche il dedicatario dellopera; al clarinetto infatti è affidata la parte da solista, che è di grande ...

                                               

Pièces de clavecin en concerts

Con Pièces de clavecin en concerts, estesamente Pièces de clavecin en concert avec un violon ou une flûte et une viole ou un deuxième violon, ci si riferisce a una raccolta di cinque concerti di Jean-Philippe Rameau pubblicati nel 1741. Si tratta dellunica raccolta, composta in età adulta, di musica da camera di Rameau, scritta dopo i suoi pezzi per clavicembalo solista e prima de Les Indes galantes.