Indietro

ⓘ Aeropittura




Aeropittura
                                     

ⓘ Aeropittura

L aeropittura è una declinazione pittorica del futurismo che nasce già negli anni "dieci", ma che si afferma negli anni successivi la prima guerra mondiale. Come espressione del mito della macchina e della modernità caratteristico del movimento marinettiano, laeropittura manifesta lentusiasmo per il volo, il dinamismo e la velocità dellaeroplano.

                                     

1. Il manifesto

Il primo esempio risale allo scritto di Marinetti Laeroplano del Papa del 1912. Le caratteristiche dellaeropittura e i temi guida si vanno precisando nel corso degli anni venti per trovare infine una codificazione nel Manifesto dellAeropittura futurista, pubblicato nel 1931 da Marinetti, Balla, Fortunato Depero, Prampolini, Gerardo Dottori, Benedetta Cappa, Fillia, Tato e Somenzi ma anticipato da F. T. Marinetti nellarticolo della "Gazzetta del popolo" del 22 settembre 1929 dal titolo Prospettive di volo. Marinetti, anche a seguito della frequentazione con Mino Somenzi, aveva tratto ispirazione per il manifesto dellaeropittura dopo un lungo volo in idrovolante sul Golfo della Spezia.

Uno dei manifesti più significativi fu firmato da Enrico Prampolini, nel quale laeropittura viene descritta come uno strumento essenziale per soddisfare il desiderio latente di vivere le forze occulte dellidealismo cosmico.

                                     

2. Le mostre

Già dalla Biennale di Venezia del 1924, con Gerardo Dottori, e poi a quella del 1926, con il pittore e aviatore futurista Fedele Azari, che crea la prima opera di aeropittura Prospettiva di volo, laeropittura aveva trovato, nella pratica, una propria continuità formale in una resa che accentuava la scansione delle immagini per piani di colore sottolineando ora il carattere meccanico e dinamico dellaviazione, ora forme di lirismo fantastico, naturalistico e spiritualistico ispirato al volo.

Nel 1931 alla Galleria Pesaro di Milano si tiene unimportante mostra di aeropittura focalizzata sui temi dellidealismo cosmico. Quello stesso anno entra nella corrente anche Giulio DAnna.

Nel 1932 nella Casa dArte della Spezia viene esposta la Mostra Aeropittura Arte Sacra Futuriste a cui partecipano più di un centinaio di opere dei migliori artisti del movimento. Il primo premio venne assegnato a Gerardo Dottori per il trittico Il Golfo Armato. Marinetti partecipa allevento con due conferenze, la presentazione del volume di latta Poemi Simultanei Futuristi e con il pranzo futurista tenuto sulla terrazza dellAlbergo Croce di Malta.

Lanno seguente Marinetti si fa promotore La Spezia del Premio di Pittura del Golfo che vede la partecipazione di molti esponenti dellaeropittura futurista.

                                     

3. Gli artisti

  • Sante Monachesi
  • Leandra Angelucci Cominazzini
  • Tato
  • Mino Rosso
  • Mino Delle Site
  • Alfredo Gauro Ambrosi
  • Aldo Righetti
  • Bruno Tano
  • Tullio Crali
  • Marisa Mori
  • Corrado Pellini
  • Nino Costa
  • Ugo Pozzo
  • Thayaht
  • Giulio DAnna
  • Roberto Iras Baldessari
  • Fulvio Raniero Mariani
  • Gerardo Dottori
  • Fedele Azari
  • Fortunato Depero
  • Barbara pseudonimo di Olga Biglieri
  • Nello Voltolina
  • Pippo Oriani
  • Giacomo Balla
  • Benedetta Cappa
  • Renato Righetti, alias Renato Di Bosso
  • Mino Somenzi
  • Uberto Bonetti
  • Osvaldo Peruzzi
  • Fillia
  • Enrico Prampolini
  • Giuseppe Caselli