Indietro

ⓘ Sacra Famiglia con una santa (Mantegna)




Sacra Famiglia con una santa (Mantegna)
                                     

ⓘ Sacra Famiglia con una santa (Mantegna)

La Sacra Famiglia con una santa è un dipinto tempera su tela attribuito ad Andrea Mantegna, databile al 1495-1505. Il quadro è conservato nel Museo di Castelvecchio a Verona, da dove fu rubato il 20 novembre 2015 per essere poi recuperato lanno successivo.

                                     

1. Storia

Non è chiaro se sia questa Sacra famiglia o quella al Metropolitan Museum che il Boschini vide nella sagrestia della chiesa dello Spedale degli Incurabili a Venezia nel XVII secolo. Lopera viene in genere attribuita alla fase tarda della produzione di Mantegna, per analogie stilistiche e tecniche con altre opere.

Se la stesura pittorica è incertamente attribuita al maestro, a causa della perdita delle velature originarie e di ridipinture, il disegno preparatorio sottostante, a punta dargento, è di straordinaria qualità, assegnabile pienamente al Mantegna.

Trafugato insieme ad altri 16 dipinti dal museo di Castelvecchio la sera del 19 novembre 2015, sono stati ritrovati il 6 maggio nella regione di Odessa in Ucraina mentre stavano per essere portati in Moldavia per essere poi vendute in Ucraina e in Russia.

                                     

2. Descrizione

Come in altre opere simili, le figure occupano tutto lo spazio pittorico disponendosi simmetricamente e in primo piano, secondo un effetto di grande impatto devozionale con lo spettatore. Il Bambino è in grembo alla madre, mentre dietro di loro si trovano san Giuseppe a sinistra e una santa a destra, non immediatamente identificabile, forse Maria Maddalena.

Madre e figlio non si guardano, come in molte altre opere dellartista, ma sono legati da un tenero abbraccio. Particolarmente scultorea appare la figura del Bambino, che ha fatto pensare a unispirazione classica, derivata magari da un Dioniso bambino delletà classica. Il tono assorto e malinconico dei personaggi è legato alla prefigurazione della tragica sorte di Gesù, destinato alla Passione e al sacrificio.