Indietro

ⓘ Cerinto




                                     

ⓘ Cerinto

Secondo Cerinto il mondo non fu creato da Dio, ma da una potenza inferiore un Demiurgo oppure degli angeli, che ignorava persino lesistenza di Dio che è al di sopra di tutto e non è possibile conoscere. Nella sua dottrina, inoltre, egli affermava che Gesù era un semplice uomo nato da Giuseppe e Maria e che il Cristo, un essere superiore, fosse disceso su di lui, dopo essere stato emanato da Dio sotto forma di colomba, al momento del battesimo per insegnargli la via verso il Padre sconosciuto. La colomba, poi, abbandonò Gesù prima della crocifissione, lasciando luomo al suo destino. Questultima tesi rappresenta una variante del docetismo, detta adozionista.

Infine Cerinto attendeva, dopo la resurrezione, lavvento di un regno terreno di Cristo.

Secondo Ireneo di Lione fu contemporaneo di Giovanni.

                                     

1. Opere

Non vi sono opere note di Cerinto, tuttavia vi sono alcuni autori antichi Eusebio di Cesarea e Ippolito di Roma che affermano nei loro scritti che vi era a Roma un prete dotto ed ortodosso, di nome Gaio, vissuto sotto papa Zefirino 199-217, che ripudiava il Vangelo secondo Giovanni in quanto lo riteneva opera di Cerinto. Secondo Ireneo, invece, il Vangelo secondo Giovanni fu scritto proprio per confutare la dottrina gnostica di Cerinto.

Secondo gli Alogi, una setta di precursori del monarchianismo sorta intorno al 170 in Asia Minore, Cerinto fu addirittura lautore dellApocalisse.

                                     
  • dell amore appassionato di Suplicia, nipote di Messalla, per un giovane di nome Cerinto Il carme 19 è un ardente dichiarazione d amore per una puella di cui non
  • di Dio e accreditato per mezzo di opere potenti in qualità di messia. Cerinto secondo Ireneo di Lione, riteneva che Gesù fosse figlio di Giuseppe e
  • insegnanti come Marcione, Valentino e Basilide. Altri gnostici noti furono Cerinto Carpocrate e Simon Mago con tutta la sua scuola. Anche quando la corrente
  • ricorda, durante il soggiorno di Giovanni a Efeso, il suo scontro con Cerinto un cristiano poi giudicato eretico che sosteneva una dottrina adozionista
  • oggi standardizzata. Predicazione di Pietro Vangelo di Andrea Vangelo di Cerinto Vangelo dei Dodici Vangelo di Mani Vangelo di Marcione Vangelo segreto
  • integralmente l Apocalisse e la ridicolizzavano, attribuendone la paternità a Cerinto come fece il romano Gaio alcuni anni prima Dionisio, invece, la trattò
  • Tebano, Libillo Lasonio, Ranieri Tempesti detto Alidauro Ninfeo, Damiro Cerintio Fortunata Sulgher detta Temira Parasside, Bonamico Bonamici detto Nadasto
  • cerintianesimo, movimento religioso che prendeva il nome dallo gnostico Cerinto del I secolo. il donatismo, movimento religioso che nasce e si era sviluppato
  • Basilide. La filosofia del Dio inesistente, Roma 2005 G. Biondi, Da Filone a Cerinto e a Basilide, in Id., Eros e agape. Un confronto filosofico, in Parola
  • biglietti in distici elegiaci scritti da Sulpicia nipote di Messalla a Cerinto grecizzazione del cognomen latino Cornutus Esse sono poesie brevi e

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...