Indietro

ⓘ Argia




Argia
                                     

ⓘ Argia

Deriva dal nome greco Ἀργεία Argeia, femminile di Ἀργεύς Argeus, un etnonimo che vuol dire "argivo", "di Argo", "proveniente da Argo". In alcuni casi può anche essere ricondotto ad ἀργή, da cui deriva anche il nome Argo.

Il nome è presente nella mitologia greca sia al maschile che al femminile, nel primo caso nella persona di Argeo, figlio di Frisso e di Calciope, nel secondo con Argia, figlia di Adrasto e cognata di Antigone, che venne trasformata in una fontana. La maggior fortuna, in Italia, del femminile rispetto al maschile che sono comunque entrambi rari è dovuta a varie opere musicali e teatrali, in particolare la Antigone di Vittorio Alfieri, dove appare il già citato personaggio mitologico.

Il nome è attestato sia nella pronuncia Àrgia che nella pronuncia Argìa.

                                     

1. Il nome nelle arti

  • Argia è un personaggio delle tradizioni della Maremma.
  • Argia è il nome di una delle città citate ne Le città invisibili di Italo Calvino.
  • Argia Malvegoli è un personaggio del romanzo di Riccardo Bacchelli Il mulino del Po.
  • Argia Sbolenfi è uno degli pseudonimi utilizzato dal poeta e scrittore italiano Olindo Guerrini.
  • Argia Sforza è un personaggio dei romanzi di Bianca Pitzorno Ascolta il mio cuore e La voce segreta.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...