Indietro

ⓘ Madonna del Don




Madonna del Don
                                     

ⓘ Madonna del Don

La Madonna del Don è una icona cosacca russa, proviene dal monastero maschile ricavato nelle caverne sulla riva del fiume del Don, fondato a Bielogorje da una donna cosacca nel 1819 in lode del Santo Pio principe Alessandro Nevskij, raffigurante Maria Madre del Figlio di Dio garante per i peccatori e ricercatrice dei perduti come la invocano i fedeli russi ortodossi, divenuta dopo la ritirata di Russia, un simbolo per gli alpini. Sopra la testa della Madonna è presente la scritta in greco "Madre del Figlio di Dio".

                                     

1. Storia

Licona era stata recuperata fra le macerie di unisba di Belegorije nella provincia di Podgornoje Oblast di Voronež della Federazione Russa, ed è arrivata in Italia, portata da un alpino in licenza, al quale era stata data in affidamento dal cappellano militare Narciso Crosara, frate cappuccino al seguito del battaglione alpini "Tirano".

Licona una volta in Italia fu consegnata alla mamma del cappellano militare, dal 1967 è stata posta nella Chiesa dei Cappuccini a Mestre, ogni anno a settembre viene festeggiata dagli alpini, ogni anno a turno una sezione ANA degli alpini dona lolio per la lampada perpetua.

Lattuale cornice in argento che pesa 14 kg è stata realizzata dallartista Agelindo Modesto,

Il 13 ottobre 2002, con latto di affidamento e divenuta protetrice degli alpini:

Atto di affidamento degli alpini alla Madonna del Don