Indietro

ⓘ Categoria:Umanesimo




                                               

Biblioteca visconteo sforzesca

La Biblioteca viscontea fu probabilmente ispirata da Francesco Petrarca durante il suo soggiorno presso il signore di Milano Giovanni II Visconti e soprattutto sotto Galeazzo II. Successivamente la biblioteca, ampliatasi grazie alle conquiste operate dai Visconti in particolar modo lattività bellica ed espansionista di Gian Galeazzo Visconti, che portò come bottino di guerra a Pavia la biblioteca dei Carraresi di Padova o grazie ai loro interessi personali. Un esempio in tal senso è larricchimento della biblioteca voluto dallultimo dei Visconti, Filippo Maria, il quale la dotò di codici cl ...

                                               

Chrysis (commedia)

La commedia Chrysis non è stato pubblicata a suo tempo: fu solo nel XIX secolo che fu trovato il manoscritto. Con questopera, Enea Silvio Piccolomini "ha voluto innalzare lispirazione dei goliardi al livello della grande commedia romana in versi" Jean-Louis Charlet. È una serie di 18 scene i cui personaggi sono una paraninfa, Canthara; due prostitute, Cassina e Chrysis; la sorella di questultima, Pythias; due vecchi chierici, Dyofane e Teobolo; e un giovane innamorato di Chrysis, Sedulius. È una commedia latina ispirata a Plauto, ma vi sono riferimenti anche a Persio, a Lucrezio e allo ste ...

                                               

Faber est suae quisque fortunae

La locuzione latina Faber est suae quisque fortunae, tradotta letteralmente, significa "Ciascuno è artefice della propria sorte". La locuzione è presente nella seconda delle due Epistulae ad Caesarem senem de re pubblica De rep., 1, 1, 2 attribuite a Sallustio, ma di autenticità molto discussa non è improbabile vederle citate come opere dello Pseudo Sallustio. La frase, che nel tempo ha avuto molto successo e molte rielaborazioni tra cui Homo faber fortunae suae, è attribuita nellopera di Sallustio al console Appio Claudio Cieco Appius Claudius Caecus: in carminibus Appius ait, fabrum esse ...

                                               

Happy Human

Il simbolo chiamato Happy Human, in italiano "umano felice" è il simbolo ufficiale dellUnione Internazionale Etico-Umanistica, associazione mondiale di chi professa una concezione del mondo basata sullumanesimo secolare. Il simbolo è stato adottato in tutto il mondo da varie organizzazioni umaniste e da individui. La sua origine si deve ad una competizione organizzata nel 1965 dalla British Humanist Association per trovare un simbolo che la rappresentasse. Lautore del disegno è Denis Barrington. Il marchio appartiene ancora alla British Humanist Association, che ne concede gratuitamente lu ...

                                               

Historia de duobus amantibus

La Historia de duobus amantibus è un romanzo epistolare di genere erotico scritto nel 1444 da Enea Silvio Piccolomini, il futuro papa Pio II. La prima edizione a stampa dellopera fu dovuta ad Ulrich Zell a Colonia tra il 1467 ed il 1470.

                                               

Peter Lehmann

Peter Lehmann, laureato in pedagogia e dottore honoris causa, lavora come scrittore ed editore a Berlino. Dal 1980 ha al suo attivo numerosi contributi apparsi su riviste specialistiche e testi pubblicati sia in Germania che allestero. Nel 1986 ha fondato la casa editrice Antipsychiatrieverlag in italiano: Peter Lehmann Edizioni. Nel 1990 è tra i fondatori di PSYCHEX Svizzera, nel 1991 contribuisce alla costituzione della Rete europea degli ex- utenti e sopravvissuti alla psichiatria ENUSP. Nel 1996 è tra i co-fondatori della Weglaufhaus Casa-rifugio per coloro che fuggono dalla psichiatri ...

                                               

Umanesimo cristiano

Umanesimo cristiano indica quella particolare corrente umanista, diffusa nel XVI secolo soprattutto in Francia, Fiandre e Germania, che intendeva conciliare i principi base dellUmanesimo con il cristianesimo. In tal senso questa corrente metteva luomo al centro della Chiesa, quindi valorizzava il rapporto personale e individuale con Dio, inoltre favoriva lo studio filologico dei testi sacri, al fine di ricavare la lezione originale di tali testi, non condizionata da traduzioni o da adeguamenti. Anche nei monasteri si videro esempi di umanesimo cristiano. Il maggiore esponente di questa cor ...

                                               

Umanesimo lombardo

Per umanesimo lombardo si intende lespressione locale della cultura umanistica lanciata da Francesco Petrarca nella seconda metà del XIV secolo e che fiorì sotto le dinastie dei Visconti e degli Sforza. La lezione petrarchesca, proseguita dal cancelliere Pasquino Capelli sul finire del XIV secolo, mise saldamente le radici grazie alla lezione di umanesimo politico di Antonio Loschi. Lumanesimo lombardo, oltre alla sua dimensione "politica", fu caratterizzato anche da una cultura cosmopolita, connotata da tinte ora filologiche, ora religiose, ora pedagogiche. Con lavvento della dinastia sfo ...

                                               

Umanesimo volgare

Per umanesimo volgare si intende quella parabola culturale insita nel più generale umanesimo volta a ridare prestigio e splendore agli autori toscani del 300, a partire dalle "tre corone fiorentine" Dante, Petrarca e Boccaccio. Lumanesimo volgare troverà poi una sua canonizzazione definitiva grazie allopera di Pietro Bembo il quale delineò in Petrarca ed in Boccaccio i modelli rispettivi per la poesia e per la prosa.

                                               

Uomo vitruviano

L uomo vitruviano è un disegno a penna e inchiostro su carta di Leonardo da Vinci, conservato nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie dellAccademia di Venezia. Celeberrima rappresentazione delle proporzioni ideali del corpo umano, cerca di dimostrare come esso possa essere armoniosamente inscritto nelle due figure "perfette" del cerchio, che rappresenta il Cielo, la perfezione divina, e del quadrato, che simboleggia la Terra.