Indietro

ⓘ Google Maps




Google Maps
                                     

ⓘ Google Maps

Google Maps è un servizio internet geografico che consente la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche di buona parte della Terra. Accessibile da sito web, o da app mobile, impiega mappe ottenute con una variante della proiezione di Mercatore.

Oltre a questo è possibile ricercare servizi in particolari luoghi, tra cui ristoranti, monumenti e negozi. Inoltre si può visualizzare un possibile percorso stradale tra due punti, oltre a foto satellitari di molte zone con diversi gradi di dettaglio. Le foto sono statiche non in tempo reale, e una buona parte di loro risalgono alla fine degli anni novanta. Oltre a queste funzioni, Google Maps offre anche una ricerca di attività commerciali sulle stesse mappe.

Un difetto delle foto di cui sono costituite le mappe google è che le foto non sono ortofoto, cioè sono state schiacciate per essere adattate alla proiezione cartografica. Questo si vede facilmente confrontando le mappe con, ad esempio, quelle dellIstituto Geografico Militare o del Portale Cartografico Nazionale.

                                     

1. Storia

L8 febbraio 2005 su Google Blog fu annunciato il servizio di mappe, disponibile per i browser Internet Explorer e Mozilla Firefox. I supporti per Opera e Safari furono aggiunti il 25 febbraio. Rimase in beta per 6 mesi e poi fece parte di Google Local. Ad aprile creò Google Ride Finder usando Google Maps. A giugno pubblicò le Google Maps API.

A luglio presentò il servizio per il Giappone. Il 22 luglio pubblicò la visione ibrida della mappe lunione della visione satellitare e stradale. A luglio fu lanciato Google Moon.

Nel gennaio 2006 aggiunse le strade degli Stati Uniti, Puerto Rico, del Canada, del Regno Unito, del Giappone, e di alcune città in Irlanda. Fu coperta anche larea di Torino per le Olimpiadi invernali. Il 23 gennaio 2006 fu aggiornato per usare lo stesso database con le immagini satellitari di Google Earth. Il 12 marzo 2006 furono aggiunte le mappe di Marte. Ad aprile fu pubblicata la seconda versione delle API. A giugno fu lanciato Google Maps per le imprese. A dicembre introdusse un riquadro per la ricerca delle località e per alcune città americane, e Londra, iniziò ad indicare le fermate delle metropolitane.

Nel 2010 fu aggiunta la possibilità di cercare itinerari per i ciclisti.

Il 30 maggio 2012 Google Places fu rimpiazzato da Google+ Local. Nel giugno 2012 iniziò la mappatura dei fiumi e canali britannici insieme al Canal and River Trust che permette di pianificare viaggi attraverso ponti e alzaie lungo 3000 chilometri di fiumi. L11 ottobre fu annunciato laggiornamento di oltre 300 000 km di strade degli Stati Uniti.

Dal dicembre 2012 lapplicazione per dispositivi mobili Google Maps è disponibile anche sullApp Store di Apple dopo che il servizio fu rimosso dalla versione 6 del sistema operativo iOS.

Il 29 gennaio 2013 Google Maps ha incluso la mappa della Corea del Nord. Il 3 maggio 2013 Google Maps ha iniziato a usare il nome Palestina anziché Territori occupati, riconoscendola di fatto come nazione.

Il 27 giugno 2016, Google ha aggiornato le immagini satellitari di tutto il mondo prese dal Landsat 8, per un totale di 700 trilioni miliardi di miliardi - 10 18 di pixel di nuovi dati

Nel settembre 2016 Google Maps acquisisce la startup di analis analitica cartografica Urban Engines.

Nel febbraio 2020, in occasione del 15º anniversario dalla propria nascita, Google Maps rinnova il proprio look a partire dal logo.

                                     

2. Caratteristiche

La visione del pianeta si può ottenere ad esempio con una mappa o una semplice cartina stradale. Ultimamente e solo per alcuni paesi, è stata implementata la funzione traffico che visualizza i problemi di traffico stradale.

                                     

2.1. Caratteristiche Proiezione adottata

Google Maps è basato su una variante della proiezione di Mercatore. Se la Terra fosse perfettamente sferica, la proiezione sarebbe la stessa di quella di Mercatore. Google Maps usa le formule della Proiezione sferica di Mercatore, ma le coordinate di Google Maps sono basate sui dati del sistema geodetico mondiale WGS84. La differenza tra una sfera e un ellissoide WGS84 è la causa di una non precisa proiezione, percepibile in modo particolare su rappresentazioni a grande scala.

Assumendo che d E {\displaystyle \,dE} e d N {\displaystyle \,dN} siano le componenti delle coordinate locali, ENU infinitesimali la loro larghezza e lunghezza proiettate sulla carta sono descritte così:

d x = a map a 1 − e 2 sin 2 ⁡ φ − 1 sec ⁡ φ d E, d y = a map a 1 − e 2 1 − e 2 sin 2 ⁡ φ 3 / 2) − 1 sec ⁡ φ d N, {\displaystyle {\begin{aligned}&dx=a_{\text{map}}\left{\frac {a}{\sqrt {1-e^{2}\sin ^{2}\varphi }}}\right^{-1}\sec \varphi \,dE,\\&dy=a_{\text{map}}\left{\frac {a1-e^{2}}{\left1-e^{2}\sin ^{2}\varphi \right^{3/2}}}\right)^{-1}\sec \varphi \,dN,\end{aligned}}}

dove φ {\displaystyle \,\varphi } è la latitudine geodetica, e {\displaystyle \,e} è la prima eccentricità dellellissoide della Terra, a {\displaystyle \,a} è il semiasse maggiore della Terra, e a map {\displaystyle \,a_{\text{map}}} è la scala della carta. Google Maps usa

a map = 256 × 2 z o m L e v e l 2 π pixel. {\displaystyle a_{\text{map}}={\frac {256\times 2^{zoomLevel}}{2\pi }}\ {\text{pixel}}.}

Poiché la proiezione di Mercatore, le sue varianti, hanno valori infiniti ai poli, Google Maps non mostra i poli.