Indietro

ⓘ Torre Santa Susanna




Torre Santa Susanna
                                     

ⓘ Torre Santa Susanna

Il comune è situato al centro della penisola salentina, a unaltitudine di 70 metri sul livello del mare, ed è equidistante dalla costa adriatica e da quella ionica.

                                     

1. Storia

Le origini di Torre e lappellativo "Santa Susanna" sono incerte.

Secondo Girolamo Marciano 1571 - 1628, Annibale avrebbe posto uno dei suoi accampamenti presso il Casale di Crepacore allorché ebbe a combattere gli Oritani per far sua la città di Oria e in prossimità di quelle zone ci sarebbe stata una cruenta battaglia, tantè che ancora oggi esiste una zona chiamata "La Sconfitta". Il prefetto di Roma, residente a Oria, per fortificare la città in modo da non subire altri attacchi nemici, avrebbe fatto erigere due castelli con torri nei punti che ritenne più strategici: uno dove sorge attualmente Torre Santa Susanna, laltro a pochi chilometri a sud-est di Manduria e cioè ad Avetrana, il cui nome è dovuto ai Veterani Romani che presidiavano detti castelli. La leggenda narra che un soldato romano fedele allImperatore e nello stesso tempo cristiano, che custodiva insieme ad altri veterani il castello le torri sorti nella zona, avrebbe dipinto leffigie di Santa Susanna su una parete di una torre. In seguito cominciarono a sorgere intorno al castello agglomerati di casupole a cui fu dato il nome di Turris Sanctae Susannae.

I Casali, ormai distrutti, erano piccoli agglomerati di casupole: Crepacore, San Giacomo, Galesano, Paradiso Tubiano e Sorboli, i cui abitanti a causa di pestilenza e terremoti si riversarono in Torre Santa Susanna, essendo questo divenuto ormai un centro abitato più grande, più salubre e stabile poiché sito su una zona rocciosa.

Nel 918 i Saraceni, piombati dimprovviso su Oria, misero a ferro e fuoco tutta la città e, dopo aver ucciso donne e bambini, portarono via come schiavi i superstiti. Anche il monastero dei Basiliani fu raso al suolo, i pochissimi monaci sfuggiti, si raccolsero nel Galesano e fondarono lAbbadia di S. Maria di Galaso nome preso dalla contrada. LAbbadia sorgeva a breve distanza dallallora Casale di Galaso e si estendeva tra i comuni di Veglie, Torre ed Erchie. Anche in questo Casale, nei tempi antichi sono stati ritrovati molti reperti, il De Prezzo scrive di ritrovamenti di ciotole, monete doro, una scalinata, alcune colonne, lucerne e moltissime sepolture con allinterno lacrimarum vasetti delle lacrime.

                                     

2.1. Monumenti Castello baronale

Fu costruito nel XVI secolo e appartenne ai conti di Filo. Il castello ha pianta quadrata irregolare con torri angolari rettangolari. Il portale è in bugnato. Linterno è decorato da chiostro e cappella gentilizia.

                                     

2.2. Monumenti Chiesa madre di San Nicola

Costruita nel XIV secolo, fu intitolata a santa Maria Assunta e poi a san Nicola. Lesterno ha aspetto rinascimentale con rosone in chiave gotica e portale con elementi classici. In due nicchie laterali ci sono le statue di san Nicola e santa Susanna. Linterno è a tre navate. Ha copertura a capriate lignee sul soffitto.

                                     

2.3. Monumenti Santuario di Santa Maria di Galaso

La chiesa originale era del XV secolo ma fu stravolta nel Settecento. Di particolare interesse è una tela della Madonna col Bambino di origine molo antica, legata alla leggenda di un pozzo romano miracoloso posto alla base della chiesa. Il santuario oggi ha aspetto neogotico.

                                     

2.4. Monumenti Chiesa bizantina di San Pietro di Crepacore

Sì trova sulla strada provinciale per Mesagne. Fu costruita nellVIII secolo con aspetto di edificio fortificato. Si presume la costruzione su un castello degli antichi Messapi. La chiesa quadrata ha tre navate con una cupola centrale a tholos. Vi sono anche degli affreschi.

                                     

3. Società

Etnie e minoranze straniere

Al 31 dicembre 2014 nel territorio comunale si registrava la presenza di 103 stranieri regolari 40 maschi e 63 femmine pari circa all1.0% della popolazione totale residente. La più grande comunità è di gran lunga quella rumena. Si riportano le nazionalità più rappresentate:

  • India: 11
  • Romania: 48
  • Macedonia: 9

Religione

La religione più diffusa a Torre Santa Susanna è il cattolicesimo: il comune fa parte della diocesi di Oria ed è suddiviso nelle due parrocchie di Santa Maria e San Nicola presso la chiesa matrice e di Cristo Re. Importante anche la chiesa e il convento dei Carmelitani, che pur non essendo sede parrocchiale ha sempre ospitato una nutrita comunità cristiana.

                                     

4. Feste e ricorrenze

Festa patronale di Santa Susanna l11 agosto. Le strade si pavesano a festa con luminarie e bancarelle. Oltre ai riti religiosi si svolge anche la festa civile in due giorni con un concerto bandistico che si tiene dopo la conclusione della processione del simulacro della Santa nella serata del 10 e lesibizione di un cantante o gruppo musicale in quella dell11. Chiusura della festa alluna di notte del 12 con uno spettacolo di fuochi pirotecnici.

Festa di Maria SS. di Galaso il 25 settembre. Solo riti religiosi con la processione della statua della Madonna.

Il pulcino doro: gara canora per bambini nel mese di luglio.

Festa dellemigrante nel mese di agosto.

                                     

5. Fiere e mercati

Mercato settimanale il giovedì

Fiera di Santa Susanna: Si svolge a cavallo del 2 maggio, giorno in cui si commemora un miracolo della Santa, organizzata dal comitato fiera di Santa Susanna.

Fiera Torrese: primo fine settimana di ottobre organizzata dallassociazione turistica Pro Loco.

                                     

6. Sport

A Torre ci sono diverse società sportive che militano in campionati provinciali, regionali o nazionali.

La Hockey Club Olimpia Torre Santa Susanna società di hockey su prato che milita nel campionato nazionale di Serie B.

La A.S.D. New Volley Torre società di pallavolo che gioca nel campionato provinciale e regionale.

La A.S.D. Amatori Gioventù Sport Torre Santa Susanna società di calcio che gioca nel campionato regionale per quanto riguarda le categorie giovanili.

La A.S.D. Fernando Greco società di calcio che gioca nel campionato provinciale riguardante le varie categorie giovanili.