Indietro

ⓘ Moonwalk




                                     

ⓘ Moonwalk

Il moonwalk è un passo di danza impiegato da molti ballerini e reso celebre nel 1983 dal cantante e ballerino statunitense Michael Jackson che lo ha usato in diverse coreografie. Nonostante, per sua stessa ammissione, non fosse linventore del passo, nel corso della sua carriera lartista perfezionò la movenza, rendendola famosa in tutto il mondo.

                                     

1. Storia

Nel corso dei primi decenni del XX secolo, sono molti gli artisti che si sono avvicendati in varie versioni del passo. Tra i più famosi il ballerino afroamericano di tip-tap Bill Bailey e il mimo francese Marcel Marceau, ma anche gli Electric Boogaloos, Cab Calloway, James Brown, Damita Jo Freeman, Casper and Cooley, Jeffrey Daniel, Mr. Bojangles, Bob Fosse e Shields and Yarnell hanno tutti interpretato versioni primordiali del famoso passo di danza.

Jackson lo presentò al pubblico per la prima volta nel 1983, durante lo show del 25º anniversario della Motown, denominato Motown 25: Yesterday, Today, Forever, sulle note di Billie Jean, grande successo dellartista realizzato come secondo singolo dallalbum Thriller.

Michael Jackson usò questo passo di danza in tutti i suoi tour mondiali sia durante Billie Jean che, più raramente, anche durante altre canzoni come Jam o Stranger in Moscow. Lultima volta che Jackson fece questo passo di danza davanti ad un pubblico fu al Madison Square Garden di New York il 7 e il 10 settembre del 2001 per celebrare i suoi 30 anni di carriera solista in due concerti evento chiamati Michael Jackson: 30th Anniversary Celebration - The Solo Years.

Il passo è presente anche in una scena del film Flashdance del 1983 quando la protagonista si ferma ad osservare alcuni ballerini da strada.

Dopo il Motown 25, Michael Jackson continuerà sempre a migliorare questa sequenza, come si può vedere nel Dangerous World Tour, dove esegue il moonwalk a lungo e mostra un perfetto equilibrio sulle punte delle scarpe, sormontate da brillanti scaldamuscoli bianchi.

                                     

2. Descrizione

Il moonwalk non è un passo di break dance. È detto "moonwalk" letteralmente "camminata sulla Luna" perché consiste nello spostarsi allindietro dando lillusione di camminare in avanti, come in assenza di gravità.

Secondo alcuni esponenti del movimento b-boying, il moonwalk sarebbe un passo laterale che forma un movimento circolare, utilizzando gli stessi principi di questo passo, che si chiamerebbe, invece, "Backslide". Il termine "moon" sarebbe da accostarsi al fatto che il movimento che causa lillusione di muoversi sulla Luna forma anche un cerchio, cioè la forma della luna stessa.

                                     
  • perché sarebbe stata una hit anche senza di lui Nella sua autobiografia Moonwalk Jackson scrisse: Esiste anche una versione Pepsi col testo cambiato
  • About Tito Jackson, su Tito Jackson Official Website. Michael Jackson, Moonwalk Doubleday, 1988, ISBN 978 - 0 - 307 - 71698 - 9. Jermaine Jackson, You Are Not
  • video di Baby, Justin esegue più volte passi di danza di Jackson, come il moonwalk e lo skywalk. Nel febbraio 2014 il video raggiunge un miliardo di visualizzazioni
  • secondo e ultimo libro scritto dall artista, dopo la sua autobiografia Moonwalk del 1988. Il libro è dedicato a sua madre, Katherine, e a Deepak Chopra
  • Imani Hakim quest ultima ammette che Michael Jackson abbia rubato il Moonwalk a Billy Ocean ovviamente affermazione non vera 1976 - Billy Ocean GTO
  • alcune scene senza musica in cui Jackson insegna a Jordan a ballare e il Moonwalk Kris Kross e Heavy D fanno un cameo. Il videoclip venne pubblicato per
  • Saint Raymond nel Bronx, New York. Michael Jackson nella sua autobiografia Moonwalk ricorda come, quando era agli inizi della propria carriera nei Jackson
  • secondo quanto raccontato da Michael nella sua autobiografia del 1988 Moonwalk secondo ciò che dice nel 1993 in un intervista di Oprah Winfrey trasmessa

Anche gli utenti hanno cercato:

moonwalk significato, moonwalk tutorial,

...
...
...