Indietro

ⓘ Valle del Vipacco




Valle del Vipacco
                                     

ⓘ Valle del Vipacco

La Valle del Vipacco è una valle Slovena, che si estende tra la piana di Gorizia fino alla sella di Razdrto, in territorio sloveno.

Il centro amministrativo più importante è Aidussina circa 19.000 abitanti, posta a unaltitudine di 100 m s.l.m., quasi al centro della valle.

                                     

1. Geografia

La valle, solcata dal Vipacco, affluente dellIsonzo, è piuttosto ampia e collega la pianura friulana alla Slovenia centrale, tramite la Sella di Resderta Razdrto Selo a unaltitudine di 575 m s.l.m.

La Valle è delimitata a nord dalla Selva di Tarnova e a sud dallaltopiano del Carso. Procedendo da est verso ovest, gli affluenti di destra del Vipacco sono il Bela, la cui valle comunica con la Slovenia centrale attraverso il valico di Grusizza Piro 858 m s.l.m., il Hubelj e il Lokavšček Aidussina, il Voghersca Vogršček, che dà luogo allomonimo lago e il Liaco Lijak, mentre quelli di sinistra sono il Rio del Macile Močilnik, il torrente Branizza Branica e Vertoibizza Vrtojbica.

Il territorio può essere suddiviso in cinque microregioni:

  • i Colli del Vipacco ;
  • l Alta valle del Vipacco ;
  • la Bassa Valle del Vipacco, comprendente la piana di Gorizia;
  • la Valle del Branizza.
  • la Media Valle del Vipacco ;

La regione ha un clima relativamente mite, che la rendono adatta alla coltivazione di diversi tipi di frutta e di viti, dalle varietà autoctone Zelen, Pinela e Vitovska Garganja alle note Sauvignon, Chardonnay, Merlot, Barbera e Cabernet.

Nella regione la Bora Burja spira in modo particolarmente intenso intorno ai centri di Aidussina e Vipacco, che sorgono ai piedi dellaltopiano del Monte Nanos.

                                     

2. Storia

La Valle del Vipacco fu il territorio attraverso il quale gli antichi romani transitarono per la conquista della regione del Danubio, territorio che tra il IV e il VI secolo d.C. fu invaso dai goti, dagli unni e dai longobardi, prima dellarrivo degli slavi

Tra il 5 e il 6 settembre 394, in prossimità dellattuale Vipacco fu combattuta una storica battaglia, nota come Battaglia del Frigido dal nome antico del fiume Hubelj, nella quale si scontrarono lesercito cristiano guidato da Stilicone e dallimperatore romano dOriente Teodosio I e quello pagano, condotto dallimperatore romano dOccidente Flavio Eugenio, nominato imperatore dal generale franco Arbogaste dopo luccisione di Valentiniano II. Lepisodio, che si concluse con la sconfitta di Eugenio e di Arbogaste fu lultimo tentativo di resistenza alla diffusione del Cristianesimo nellImpero.

Nel Medioevo e sotto lImpero Asburgico, la parte orientale della valle, che comprende i centri di Vipacco e Aidussina, apparteneva al Ducato di Carniola precisamente alla Carniola Interna, mentre la parte occidentale, più ampia e pianeggiante, era parte della Contea di Gorizia e Gradisca e, quindi, del Litorale austriaco. Attualmente gli abitanti della regione si considerano appartenenti alla regione del Goriziano piuttosto che alla Carniola, ovvero la Slovenia danubiana.