Indietro

ⓘ Joe May




Joe May
                                     

ⓘ Joe May

Joe May, allanagrafe Joseph Otto Mandel, è stato un regista, produttore cinematografico e sceneggiatore austriaco.

                                     

1. Biografia

Joseph Otto Mandel nacque a Vienna ai tempi dellImpero austro-ungarico, ma studiò in Germania, a Berlino. Nel 1902, si sposò con la viennese Hermine Pfleger, una cantante che aveva preso il nome darte di Mia May: Mandel avrebbe adottato poi lo stesso cognome della moglie, diventando in questo modo Joe May. Dal loro matrimonio nacque una bambina, Eva, che in seguito avrebbe intrapreso anche lei la carriera di attrice. Prima di dedicarsi allo spettacolo, May fece diversi lavori, operando sia nel campo tessile a Trieste, sia come venditore di automobili.

Passato al teatro, iniziò la sua carriera artistica come produttore di operette e, nel 1909, ottenne la carica di direttore del teatro dopera ad Amburgo.

In campo cinematografico, May è considerato uno dei fondatori del cinema tedesco. Iniziò a lavorare come regista nel 1911 e, alle sue dipendenze, venne a trovarsi un giovane Fritz Lang che fu impiegato come sceneggiatore. May e la moglie fondarono una propria compagnia che produsse serie poliziesche e melodrammi, di cui spesso era protagonista proprio Mia May. Il regista lasciò la direzione di alcuni dei film della serie Joe-Deebs a Harry Piel. Oltre a Lang, May promosse il lavoro di altri giovani talenti, come quello di Thea von Harbou e di E. A. Dupont.

Del periodo tedesco di May, si ricorda Asfalto, robusto melodramma muto del 1929 che narra lincapacità di un giovane di ribellarsi ai valori piccolo-borghesi della famiglia e della divisa che indossa.

Con lavvento del nazifascismo, il regista lasciò la Germania insieme alla moglie la figlia Eva si era suicidata nel 1924 per emigrare negli Stati Uniti dove May verrà assunto dalla Universal. Delle sue opere americane si ricorda Il ritorno delluomo invisibile con Vincent Price che uscì nel 1941 ma, pur essendo un regista di talento, May non riuscì mai a sfondare del tutto ad Hollywood a causa della sua incapacità di imparare completamente la lingua inglese così, nel 1944, lasciò il cinema per aprire un ristorante.

Morì a settantatré anni nel 1954 dopo una lunga malattia.

                                     

2. Filmografia

La filmografia è completa

Scenografo

  • Ein einsam Grab, regia di Karl Gerhardt - architetto scenografo 1916

Attore

  • Vorgluten des Balkanbrandes, regia di Joe May 1912

Film o documentari dove appare Joe May

  • Die UFA, regia di Hartmut Bitomsky - documentario, filmati darchivio 1992