Indietro

ⓘ Zhengde




Zhengde
                                     

ⓘ Zhengde

LImperatore Zhengde morì nel 1521 alletà di 30 anni dopo una lunga malattia che aveva contratto quando, ubriaco, si era imbarcato sulle rive del Gran Canale in Cina. Gli succedette il cugino Jiajing e venne sepolto nella sua tomba a Kangling nel mausoleo della dinastia Ming.

                                     

1. Contatti con lEuropa

Il primo contatto diretto degli europei con la Cina, avvenne proprio durante il regno di Zhengde. In molte missioni iniziali, alcuni esploratori di spicco giunsero in diversi punti della costa cinese: Afonso de Albuquerque in Malacca, Jorge Álvares e Rafael Perestrello a sud presso Tuen Mun e Canton, dove instaurarono delle sedi commerciali. Nel 1513 il re Manuele I del Portogallo inviò Fernão Pires de Andrade e Tomé Pires ad aprire formalmente le relazioni tra la corte cinese di Pechino e quella portoghese di Lisbona. Zhengde concesse ai portoghesi di istituire, dal maggio 1520, unambasceria presso la sua corte, ma morì poco dopo e i portoghesi i quali erano ritenuti dei sobillatori a Canton e addirittura dei cannibali di bambini scomparsi, vennero espulsi dai territori cinesi per ordine del Gran Segretario Yang Tinghe. Ad ogni modo un commercio illegale continuò per il periodo successivo, anche se i rapporti tra portoghesi e cinesi si ristabilirono solo nel 1557 quando al Portogallo venne concessa Macao come base commerciale in Cina.