Indietro

ⓘ Concistori di papa Giovanni Paolo II




Concistori di papa Giovanni Paolo II
                                     

ⓘ Concistori di papa Giovanni Paolo II

I concistori presieduti da papa Giovanni Paolo II sono stati 9, con la creazione di 231 cardinali. Nessun altro pontefice nella storia della Chiesa cattolica ha creato un numero così elevato di porporati.

                                     

1. 30 giugno 1979

Il 30 giugno 1979, durante il suo primo concistoro, papa Giovanni Paolo II creò quattordici cardinali elettori più uno nominato in pectore. Con la creazione dei nuovi quattordici cardinali elettori il numero dei cardinali elettori è arrivato a centoventi, limite massimo fissato da papa Paolo VI nel 1973. I quindici nuovi porporati furono:

  • Anastasio Alberto Ballestrero O.C.D., arcivescovo metropolita di Torino Italia; creato cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva; deceduto il 21 giugno 1998;
  • Marco Cé, patriarca di Venezia Italia; creato cardinale presbitero di San Marco; deceduto il 12 maggio 2014;
  • Giuseppe Caprio, arcivescovo titolo personale titolare di Apollonia, presidente dellA.P.S.A.; creato cardinale diacono di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana; deceduto il 15 ottobre 2005;
  • Roger Etchegaray, arcivescovo metropolita di Marsiglia Francia; creato cardinale presbitero di San Leone I; deceduto il 4 settembre 2019;
  • Ernesto Civardi, arcivescovo titolare di Sardica, segretario della Congregazione per i Vescovi e del Sacro Collegio; creato cardinale diacono di San Teodoro; deceduto il 28 novembre 1989;
  • Władysław Rubin, arcivescovo titolo personale titolare di Serta, segretario generale del Sinodo dei vescovi; creato cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata; deceduto il 28 novembre 1990
  • Egano Righi-Lambertini, arcivescovo titolare di Doclea, nunzio apostolico in Francia; creato cardinale diacono di San Giovanni Bosco in via Tuscolana; deceduto il 4 ottobre 2000;
  • Tomás Ó Fiaich, arcivescovo metropolita di Armagh Irlanda; creato cardinale presbitero di San Patrizio; deceduto l8 maggio 1990;
  • Agostino Casaroli, arcivescovo titolare di Cartagine, pro-Segretario di Stato; creato cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli; deceduto il 9 giugno 1998;
  • Joseph Asajiro Satowaki, arcivescovo metropolita di Nagasaki Giappone; creato cardinale presbitero di Santa Maria della Pace; deceduto l8 agosto 1996;
  • Joseph-Marie Trinh van-Can, arcivescovo metropolita di Hanoi Vietnam; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Via; deceduto il 18 maggio 1990;
  • Ernesto Corripio y Ahumada, arcivescovo metropolita di Città del Messico Messico; creato cardinale presbitero dellImmacolata al Tiburtino; deceduto il 10 aprile 2008;
  • Gerald Emmett Carter, arcivescovo metropolita di Toronto Canada; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina; deceduto il 6 aprile 2003;
  • Franciszek Macharski, arcivescovo metropolita di Cracovia Polonia; creato cardinale presbitero di San Giovanni a Porta Latina; deceduto il 2 agosto 2016;

Oltre ai quattordici cardinali elettori pubblicati ne creò un altro in pectore:

  • Ignatius Kung Pin-mei, vescovo di Shanghai Rep. Pop. Cinese; creato cardinale presbitero di San Sisto pubblicato nel concistoro del 28 giugno 1991; deceduto il 12 marzo 2000.
                                     

2. 2 febbraio 1983

Il 2 febbraio 1983 papa Giovanni Paolo II creò diciotto nuovi cardinali, di cui sedici elettori:

  • Alexandre do Nascimento, arcivescovo metropolita di Lubango Angola; creato cardinale presbitero di San Marco in Agro Laurentino;
  • Godfried Danneels, arcivescovo metropolita di Malines-Bruxelles Belgio; creato cardinale presbitero di SantAnastasia; deceduto il 14 marzo 2019;
  • Carlo Maria Martini, S.I., arcivescovo metropolita di Milano Italia; creato cardinale presbitero di Santa Cecilia; deceduto il 31 agosto 2012;
  • Antoine Pierre Khoraiche, patriarca di Antiochia dei Maroniti Libano; creato cardinale vescovo, mantenendo il proprio titolo patriarcale; deceduto il 19 agosto 1994;
  • Franjo Kuharić, arcivescovo metropolita di Zagabria Croazia; creato cardinale presbitero di San Girolamo dei Croati; deceduto l11 marzo 2002;
  • Aurelio Sabattani, arcivescovo titolare di Giustiniana Prima, pro-prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; creato cardinale diacono di SantApollinare alle Terme Neroniane-Alessandrine; deceduto il 19 aprile 2003;
  • Józef Glemp, arcivescovo metropolita di Gniezno e di Varsavia Polonia; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere; deceduto il 23 gennaio 2013;
  • Joseph Louis Bernardin, arcivescovo metropolita di Chicago Stati Uniti; creato cardinale presbitero di Gesù Divin Lavoratore; deceduto il 14 novembre 1996;
  • Jean-Marie Lustiger, arcivescovo metropolita di Parigi Francia; creato cardinale presbitero dei Santi Marcellino e Pietro; deceduto il 5 agosto 2007;
  • Alfonso López Trujillo, arcivescovo metropolita di Medellín Colombia; creato cardinale presbitero di Santa Prisca; deceduto il 19 aprile 2008;
  • Joachim Meisner, vescovo di Berlino Germania; creato cardinale presbitero di Santa Pudenziana; deceduto il 5 luglio 2017.
  • Giuseppe Casoria, arcivescovo titolo personale titolare di Vescovio, pro-prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti; cardinale diacono di San Giuseppe in Via Trionfale; deceduto l8 febbraio 2001;
  • Michael Michai Kitbunchu, arcivescovo metropolita di Bangkok Thailandia; creato cardinale presbitero di San Lorenzo in Panisperna;
  • Thomas Stafford Williams, arcivescovo metropolita di Wellington Nuova Zelanda; creato cardinale presbitero di Gesù Divin Maestro alla Pineta Sacchetti;
  • Bernard Yago, arcivescovo metropolita di Abidjan, Costa dAvorio; creato cardinale presbitero di San Crisogono; deceduto il 5 ottobre 1997;
  • José Alí Lebrún Moratinos, arcivescovo metropolita di Caracas Venezuela; creato cardinale presbitero di San Pancrazio fuori le mura; deceduto il 21 febbraio 2001;

Creò anche due cardinali ultraottantenni:

  • Julijans Vaivods, vescovo titolare di Macriana Maggiore, amministratore apostolico di Riga Lettonia; creato cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati; deceduto il 24 maggio 1990;
  • Henri-Marie de Lubac, S.J., teologo; creato cardinale diacono di Santa Maria in Domnica; deceduto il 4 settembre 1991.
                                     

3. 25 maggio 1985

Il 25 maggio 1985 papa Giovanni Paolo II creò ventotto nuovi cardinali, di cui ventisette elettori:

  • Paul Joseph Jean Poupard, arcivescovo titolo personale titolare di Usula, pro-presidente del Segretariato per i non credenti; creato cardinale diacono di SantEugenio;
  • Andrzej Maria Deskur, arcivescovo titolo personale titolare di Tene, presidente emerito della Pontificia commissione per le comunicazioni sociali; creato cardinale diacono di San Cesareo in Palatio; deceduto il 3 settembre 2011;
  • Luigi Dadaglio, arcivescovo titolo personale titolare di Lero, pro-Penitenziere Maggiore di Santa Romana Chiesa; creato cardinale diacono di San Pio V a Villa Carpegna; deceduto il 22 agosto 1990;
  • Miguel Obando Bravo, S.D.B., arcivescovo metropolita di Managua Nicaragua; creato cardinale presbitero di San Giovanni Evangelista a Spinaceto; deceduto il 3 giugno 2018;
  • Bernard Francis Law, arcivescovo metropolita di Boston Stati Uniti; creato cardinale presbitero di Santa Susanna; deceduto il 20 dicembre 2017;
  • Jozef Tomko, arcivescovo titolare di Doclea, pro-prefetto della Congregazione per lEvangelizzazione dei Popoli; creato cardinale diacono di Gesù Buon Pastore alla Montagnola;
  • John Joseph OConnor, arcivescovo metropolita di New York Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Giovanni e Paolo; deceduto il 3 maggio 2000;
  • Paulos Tzadua, arcieparca metropolita di Addis Abeba degli Etiopi Etiopia; creato cardinale presbitero del Santissimo Nome di Maria a Via Latina; deceduto l11 dicembre 2003;
  • Antonio Innocenti, arcivescovo titolo personale titolare di Eclano, nunzio apostolico in Spagna; creato cardinale diacono di Santa Maria in Aquiro; deceduto il 6 settembre 2008;
  • Alfons Maria Stickler, S.D.B., arcivescovo titolo personale titolare di Bolsena, pro-bibliotecario di Santa Romana Chiesa; creato cardinale diacono di San Giorgio in Velabro; deceduto il 12 dicembre 2007;
  • Jean Jérôme Hamer, O.P., arcivescovo titolo personale titolare di Lorium, pro-prefetto della Congregazione per i Religiosi e gli Istituti Secolari; cardinale diacono di San Saba; deceduto il 2 dicembre 1996;
  • Henryk Roman Gulbinowicz, arcivescovo metropolita di Breslavia Polonia; creato cardinale presbitero dellImmacolata Concezione di Maria a Grottarossa;
  • Myroslav Ivan Ljubačivskyj, arcivescovo maggiore di Leopoli degli Ucraini Ucraina; creato cardinale presbitero di Santa Sofia a Via Boccea; deceduto il 14 dicembre 2000;
  • Silvano Piovanelli, arcivescovo metropolita di Firenze Italia; creato cardinale presbitero di Santa Maria delle Grazie a Via Trionfale, deceduto il 9 luglio 2016;
  • Giacomo Biffi, arcivescovo metropolita di Bologna Italia; creato cardinale presbitero dei Santi Giovanni Evangelista e Petronio; deceduto l11 luglio 2015.
  • Albert Decourtray, arcivescovo metropolita di Lione Francia; creato cardinale presbitero della Santissima Trinità al Monte Pincio; deceduto il 16 settembre 1994;
  • Louis-Albert Vachon, arcivescovo metropolita di Québec Canada; creato cardinale presbitero di San Paolo della Croce a Corviale; deceduto il 29 settembre 2006;
  • Rosalio José Castillo Lara, S.D.B., arcivescovo titolo personale titolare di Precausa, pro-presidente della Pontificia commissione per linterpretazione autentica del Codice Canonico; creato cardinale diacono di Nostra Signora di Coromoto in San Giovanni di Dio; deceduto il 16 ottobre 2007;
  • Adrianus Johannes Simonis, arcivescovo metropolita di Utrecht Paesi Bassi; creato cardinale presbitero di San Clemente;
  • Juan Francisco Fresno Larraín, arcivescovo metropolita di Santiago del Cile Cile; creato cardinale presbitero di Santa Maria Immacolata di Lourdes a Boccea; deceduto il 14 ottobre 2004;
  • Paul Augustin Mayer, O.S.B., arcivescovo titolo personale titolare di Satriano, pro-prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti; creato cardinale diacono di SantAnselmo allAventino; deceduto il 30 aprile 2010;
  • Edouard Gagnon, P.S.S., arcivescovo titolare di Giustiniana Prima, pro-presidente del Pontificio consiglio per la famiglia; creato cardinale diacono di SantElena fuori Porta Prenestina; deceduto il 25 agosto 2007;
  • Friedrich Wetter, arcivescovo metropolita di Monaco e Frisinga Germania; creato cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio;
  • Francis Arinze, arcivescovo metropolita emerito di Onitsha, pro-presidente del Segretariato per i Non-Cristiani; creato cardinale diacono di San Giovanni della Pigna;
  • Ángel Suquía Goicoechea, arcivescovo metropolita di Madrid Spagna; creato cardinale presbitero della Gran Madre di Dio; deceduto il 13 luglio 2006;
  • Duraisamy Simon Lourdusamy, arcivescovo metropolita emerito di Bangalore, segretario della Congregazione per lEvangelizzazione dei Popoli; creato cardinale diacono di Santa Maria delle Grazie alle Fornaci fuori Porta Cavalleggeri; deceduto il 2 giugno 2014;
  • Ricardo Jamin Vidal, arcivescovo metropolita di Cebu Filippine; creato cardinale presbitero dei Santi Pietro e Paolo a Via Ostiense; deceduto il 18 ottobre 2017;

Creò anche un cardinale ultraottantenne:

  • Pietro Pavan, rettore emerito della Pontificia Università Lateranense; creato cardinale diacono di San Francesco di Paola ai Monti; deceduto il 26 dicembre 1994.


                                     

4. 28 giugno 1988

Il 28 giugno 1988 papa Giovanni Paolo II creò ventiquattro nuovi cardinali, tutti elettori:

  • Achille Silvestrini, arcivescovo titolo personale titolare di Novaliciana, segretario del Consiglio per gli Affari Pubblici della Chiesa; creato cardinale diacono di San Benedetto fuori Porta San Paolo; deceduto il 29 agosto 2019;
  • John Baptist Wu Cheng-chung, vescovo di Hong Kong; creato cardinale presbitero della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo a Mostacciano; deceduto il 23 settembre 2002.
  • Eduardo Martínez Somalo, arcivescovo titolo personale titolare di Tagora, sostituto della Segreteria di Stato; creato cardinale diacono del Santissimo Nome di Gesù;
  • Lucas Moreira Neves, O.P., arcivescovo metropolita di São Salvador da Bahia Brasile; creato cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio; deceduto l8 settembre 2002;
  • Antonio María Javierre Ortas, S.D.B., arcivescovo titolo personale titolare di Meta, segretario della Congregazione per lEducazione Cattolica; cardinale diacono di Santa Maria Liberatrice a Monte Testaccio; deceduto il 1º febbraio 2007;
  • Edmund Casimir Szoka, arcivescovo metropolita di Detroit Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Andrea e Gregorio al Monte Celio; deceduto il 20 agosto 2014;
  • Simon Ignatius Pimenta, arcivescovo metropolita di Bombay India; creato cardinale presbitero di Santa Maria Regina Mundi a Torre Spaccata; deceduto il 19 luglio 2013;
  • Mario Revollo Bravo, arcivescovo metropolita di Bogotá Colombia; creato cardinale presbitero di San Bartolomeo allIsola; deceduto il 3 novembre 1995;
  • James Aloysius Hickey, arcivescovo metropolita di Washington Stati Uniti; creato cardinale presbitero di Santa Maria Madre del Redentore a Tor Bella Monaca; deceduto il 24 ottobre 2004;
  • Franz Hengsbach, vescovo di Essen Germania; creato cardinale presbitero di Nostra Signora di Guadalupe a Monte Mario; deceduto il 24 giugno 1991;
  • Edward Bede Clancy, arcivescovo metropolita di Sydney Australia; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Vallicella; deceduto il 3 agosto 2014;
  • Paul Grégoire, arcivescovo metropolita di Montréal Canada; creato cardinale presbitero di Nostra Signora del Santissimo Sacramento e Santi Martiri Canadesi; deceduto il 30 ottobre 1993;
  • Jean Margéot, vescovo di Port-Louis Mauritius; creato cardinale presbitero di San Gabriele Arcangelo allAcqua Traversa; deceduto il 17 luglio 2009;
  • Vincentas Sladkevičius, M.I.C., vescovo titolare di Abora, amministratore apostolico di Kaišiadorys Lituania; cardinale presbitero dello Spirito Santo alla Ferratella; deceduto il 28 maggio 2000;
  • Giovanni Canestri, arcivescovo metropolita di Genova Italia; creato cardinale presbitero di SantAndrea della Valle; deceduto il 29 aprile 2015;
  • László Paskai, O.F.M., arcivescovo metropolita di Esztergom Ungheria; creato cardinale presbitero di Santa Teresa al Corso dItalia; deceduto il 17 agosto 2015;
  • Jacques-Paul Martin, arcivescovo titolo personale titolare di Neapoli di Palestina, prefetto emerito della Casa pontificia; cardinale diacono del Sacro Cuore di Cristo Re; deceduto il 27 settembre 1992;
  • Angelo Felici, arcivescovo titolo personale titolare di Cesariana, nunzio apostolico in Francia; creato cardinale diacono dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari; deceduto il 17 giugno 2007;
  • Michele Giordano, arcivescovo metropolita di Napoli Italia; creato cardinale presbitero di San Gioacchino ai Prati di Castello; deceduto il 2 dicembre 2010;
  • José Freire Falcão, arcivescovo metropolita di Brasília Brasile; creato cardinale presbitero di San Luca a Via Prenestina;
  • Antony Padiyara, arcieparca metropolita di Ernakulam-Angamaly dei Siro-Malabaresi India; creato cardinale presbitero di Santa Maria "Regina Pacis" a Monte Verde; deceduto il 23 marzo 2000;
  • Hans Hermann Groer, O.S.B., arcivescovo metropolita di Vienna Austria; creato cardinale presbitero dei Santi Gioacchino e Anna al Tuscolano; deceduto il 24 marzo 2003;
  • Christian Wiyghan Tumi, arcivescovo metropolita di Garoua Camerun; creato cardinale presbitero dei Santi Martiri dellUganda a Poggio Ameno;
  • Alexandre José Maria dos Santos, O.F.M., arcivescovo metropolita di Maputo Mozambico; creato cardinale presbitero di San Frumenzio ai Prati Fiscali;

Giovanni Paolo II aveva annunciato anche la creazione a cardinale dello svizzero Hans Urs von Balthasar, celebre teologo già ultraottantenne, presbitero della diocesi di Coira, il quale morì il 26 giugno, due giorni prima del concistoro.

                                     

5. 28 giugno 1991

Il 28 giugno 1991 papa Giovanni Paolo II pubblicò il cardinale in pectore Ignatius Kung Pin-mei, creato nel concistoro del 1979. Inoltre creò ventidue nuovi cardinali, di cui venti elettori:

  • Cahal Brendan Daly, arcivescovo metropolita di Armagh Irlanda; creato cardinale presbitero di San Patrizio; deceduto il 31 dicembre 2009;
  • Edward Idris Cassidy, arcivescovo titolo personale titolare di Amanzia, presidente del Pontificio consiglio per la promozione dellunità dei cristiani; creato cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata;
  • Antonio Quarracino, arcivescovo metropolta di Buenos Aires Argentina; creato cardinale presbitero di Santa Maria della Salute a Primavalle; deceduto il 28 febbraio 1998;
  • Henri Schwery, vescovo di Sion Svizzera; creato cardinale presbitero dei Santi Protomartiri a Via Aurelia Antica;
  • Alexandru Todea, arcieparca metropolita di Făgăraș e Alba Iulia Romania; creato cardinale presbitero di SantAtanasio a Via Tiburtina; deceduto il 22 maggio 2002;
  • Giovanni Saldarini, arcivescovo metropolita di Torino Italia; creato cardinale presbitero pro illa vice del Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio; deceduto il 18 aprile 2011;
  • José Tomás Sánchez, arcivescovo metropolita emerito di Nueva Segovia, segretario della Congregazione per lEvangelizzazione dei Popoli; creato cardinale diacono di San Pio V a Villa Carpegna; deceduto il 9 marzo 2012;
  • Camillo Ruini, arcivescovo titolo personale titolare di Nepte, pro-vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma Italia; creato cardinale presbitero di SantAgnese fuori le mura;
  • Juan Jesús Posadas Ocampo, arcivescovo metropolita di Guadalajara Messico; cardinale presbitero di Nostra Signora di Guadalupe e San Filippo Martire in Via Aurelia; deceduto il 24 maggio 1993;
  • Fiorenzo Angelini, arcivescovo titolo personale titolare di Messene, presidente del Pontificio consiglio della pastorale per gli operatori sanitari; creato cardinale diacono di Santo Spirito in Sassia; deceduto il 22 novembre 2014;
  • Roger Michael Mahony, arcivescovo metropolita di Los Angeles Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati;
  • Anthony Joseph Bevilacqua, arcivescovo metropolita di Filadelfia Stati Uniti; creato cardinale presbitero del Santissimo Redentore e SantAlfonso in Via Merulana; deceduto il 31 gennaio 2012;
  • Angelo Sodano, arcivescovo titolo personale titolare di Nova di Cesare, pro-segretario di Stato; creato cardinale presbitero di Santa Maria Nuova;
  • Pio Laghi, arcivescovo titolo personale titolare di Mauriana, pro-prefetto della Congregazione per lEducazione Cattolica; creato cardinale diacono di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana; deceduto il 10 gennaio 2009;
  • Nicolás de Jesús López Rodríguez, arcivescovo metropolita di Santo Domingo Repubblica Dominicana; creato cardinale presbitero di San Pio X alla Balduina;
  • Robert-Joseph Coffy, arcivescovo metropolita di Marsiglia Francia; creato cardinale presbitero di San Luigi Maria Grignion de Montfort; deceduto il 15 luglio 1995;
  • Georg Maximilian Sterzinsky, vescovo di Berlino Germania; creato cardinale presbitero di San Giuseppe allAurelio; deceduto il 30 giugno 2011.
  • Ján Chryzostom Korec, S.I., vescovo di Nitra Slovacchia; creato cardinale presbitero dei Santi Fabiano e Venanzio a Villa Fiorelli; deceduto il 24 ottobre 2015;
  • Virgilio Noè, arcivescovo titolo personale titolare di Voncaria, pro-vicario generale di Sua Santità per lo Stato della Città del Vaticano; creato cardinale diacono di San Giovanni Bosco in via Tuscolana; deceduto il 24 luglio 2011;
  • Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi, C.I.C.M., arcivescovo metropolita di Kinshasa, Rep. Dem. del Congo; creato cardinale presbitero di Santa Lucia a Piazza dArmi; deceduto il 6 gennaio 2007;

Creò anche due cardinali ultraottantenni:

  • Guido Del Mestri, arcivescovo titolo personale titolare di Tuscamia, nunzio apostolico emerito in Germania; creato cardinale diacono di SantEustachio; deceduto il 2 agosto 1993;
  • Paolo Dezza, S.I., rettore emerito della Pontificia Università Gregoriana; creato cardinale diacono di SantIgnazio di Loyola a Campo Marzio; deceduto il 17 dicembre 1999.
                                     

6. 26 novembre 1994

Il 26 novembre 1994 papa Giovanni Paolo II creò trenta nuovi cardinali, di cui ventiquattro elettori:

  • Vinko Puljić, arcivescovo metropolita di Sarajevo Bosnia-Erzegovina; creato cardinale presbitero di Santa Chiara a Vigna Clara;
  • Pierre Étienne Louis Eyt, arcivescovo metropolita di Bordeaux Francia; creato cardinale presbitero della Santissima Trinità al Monte Pincio; deceduto l11 giugno 2001;
  • Emmanuel Wamala, arcivescovo metropolita di Kampala Uganda; creato cardinale presbitero di SantUgo;
  • Adam Joseph Maida, arcivescovo metropolita di Detroit Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio;
  • Vincenzo Fagiolo, arcivescovo metropolita emerito di Chieti e Vasto, presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi; creato cardinale diacono di San Teodoro; deceduto il 22 settembre 2000;
  • Jan Pieter Schotte, C.I.C.M., arcivescovo titolo personale titolare di Silli, segretario generale del Sinodo dei vescovi; creato cardinale diacono di San Giuliano dei Fiamminghi; deceduto il 10 gennaio 2005
  • Miloslav Vlk, arcivescovo metropolita di Praga Repubblica Ceca; creato cardinale presbitero di Santa Croce in Gerusalemme; deceduto il 18 marzo 2017;
  • Augusto Vargas Alzamora, S.I., arcivescovo metropolita di Lima Perù; creato cardinale presbitero di San Roberto Bellarmino; deceduto il 4 settembre 2000;
  • Ricardo María Carles Gordó, arcivescovo metropolita di Barcellona Spagna; creato cardinale presbitero di Santa Maria Consolatrice al Tiburtino, deceduto il 17 dicembre 2013;
  • Carlo Furno, arcivescovo titolo personale titolare di Abari, nunzio apostolico in Italia; creato cardinale diacono del Sacro Cuore di Cristo Re; deceduto il 9 dicembre 2015;
  • William Henry Keeler, arcivescovo metropolita di Baltimora Stati Uniti; creato cardinale presbitero di Santa Maria degli Angeli; deceduto il 23 marzo 2017;
  • Juan Sandoval Íñiguez, arcivescovo metropolita di Guadalajara Messico; creato cardinale presbitero di Nostra Signora di Guadalupe e San Filippo Martire in Via Aurelia.
  • Paul Joseph Pham Dình Tung, arcivescovo metropolita di Hanoi Vietnam; creato cardinale presbitero di Santa Maria "Regina Pacis" in Ostia mare; deceduto il 22 febbraio 2009;
  • Gilberto Agustoni, arcivescovo titolo personale titolare di Caorle, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; creato cardinale diacono dei Santi Urbano e Lorenzo a Prima Porta; deceduto il 13 gennaio 2017;
  • Jaime Lucas Ortega y Alamino, arcivescovo metropolita di San Cristóbal de la Habana Cuba; creato cardinale presbitero dei Santi Aquila e Priscilla; deceduto il 26 luglio 2019;
  • Adolfo Antonio Suárez Rivera, arcivescovo metropolita di Monterrey Messico; creato cardinale presbitero di Nostra Signora di Guadalupe a Monte Mario; deceduto il 22 marzo 2008;
  • Thomas Joseph Winning, arcivescovo metropolita di Glasgow Scozia; creato cardinale presbitero di SantAndrea delle Fratte; deceduto il 17 giugno 2001;
  • Peter Seiichi Shirayanagi, arcivescovo metropolita di Tokyo Giappone; creato cardinale presbitero di Santa Emerenziana a Tor Fiorenza; deceduto il 30 dicembre 2009;
  • Julius Riyadi Darmaatmadja, S.I., arcivescovo metropolita di Semarang Indonesia; creato cardinale presbitero del Sacro Cuore di Maria;
  • Armand Gaétan Razafindratandra, arcivescovo metropolita di Antananarivo Madagascar; creato cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti; deceduto il 9 gennaio 2010;
  • Carlos Oviedo Cavada, O. de M., arcivescovo metropolita di Santiago del Cile Cile; creato cardinale presbitero pro hac vice di Santa Maria della Scala; deceduto il 7 dicembre 1998;
  • Jean-Claude Turcotte, arcivescovo metropolita di Montréal Canada; creato cardinale presbitero di Nostra Signora del Santissimo Sacramento e Santi Martiri Canadesi; deceduto l8 aprile 2015;
  • Nasrallah Pierre Sfeir, patriarca di Antiochia dei Maroniti Libano; creato cardinale vescovo del medesimo titolo patriarcale; deceduto il 12 maggio 2019;
  • Luigi Poggi, arcivescovo titolo personale titolare di Forontoniana, pro-bibliotecario di Santa Romana Chiesa; creato cardinale diacono di Santa Maria in Domnica; deceduto il 4 maggio 2010;

Creò anche sei cardinali ultraottantenni:

  • Alois Grillmeier, S.I., presbitero, teologo; creato cardinale diacono di San Nicola in Carcere; deceduto il 13 settembre 1998.
  • Mikel Koliqi, presbitero dellarcidiocesi di Scutari Albania; creato cardinale diacono di Ognissanti in Via Appia Nuova; deceduto il 28 gennaio 1997;
  • Ersilio Tonini, arcivescovo metropolita emerito di Ravenna-Cervia Italia; creato cardinale presbitero del Santissimo Redentore a Val Melaina; deceduto il 28 luglio 2013;
  • Kazimierz Świątek, arcivescovo metropolita di Minsk-Mahileŭ Bielorussia; creato cardinale presbitero di San Gerardo Maiella; deceduto il 21 luglio 2011;
  • Bernardino Carlos Guillermo Honorato Echeverría Ruiz, O.F.M., arcivescovo metropolita emerito di Guayaquil Ecuador; cardinale presbitero dei Santi Nereo e Achilleo; deceduto il 6 aprile 2000;
  • Yves-Marie-Joseph Congar, O.P., presbitero, teologo e filosofo; creato cardinale diacono di San Sebastiano al Palatino; deceduto il 22 giugno 1995;


                                     

7. 21 febbraio 1998

Il 21 febbraio 1998 papa Giovanni Paolo II creò ventidue nuovi cardinali, di cui due riservati in pectore, e un ultraottantenne:

  • Serafim Fernandes de Araújo, arcivescovo metropolita di Belo Horizonte Brasile; creato cardinale presbitero di San Luigi Maria Grignion de Montfort; deceduto l8 ottobre 2019;
  • Alberto Bovone, arcivescovo titolo personale titolare di Cesarea di Numidia, pro-prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi; creato cardinale diacono di Ognissanti in Via Appia Nuova; deceduto il 17 aprile 1998;
  • Salvatore De Giorgi, arcivescovo metropolita di Palermo Italia; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Ara Coeli;
  • Paul Shan Kuo-hsi, S.I., vescovo di Kaohsiung Taiwan; creato cardinale presbitero di San Crisogono; deceduto il 22 agosto 2012;
  • Norberto Rivera Carrera, arcivescovo metropolita di Città del Messico Messico; creato cardinale presbitero di San Francesco dAssisi a Ripa Grande;
  • Jean Marie Julien Balland, arcivescovo metropolita di Lione Francia; creato cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli; deceduto il 1º marzo 1998;
  • Dino Monduzzi, vescovo titolare di Capri, prefetto della Casa Pontificia; creato cardinale diacono di San Sebastiano al Palatino; deceduto il 13 ottobre 2006.
  • Dionigi Tettamanzi, arcivescovo metropolita di Genova Italia; creato cardinale presbitero dei Santi Ambrogio e Carlo; deceduto il 5 agosto 2017;
  • Polycarp Pengo, arcivescovo metropolita di Dar-es-Salaam Tanzania; creato cardinale presbitero di Nostra Signora de La Salette;
  • Jorge Arturo Medina Estévez, arcivescovo emerito di Valparaìso, pro-prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti; creato cardinale diacono di San Saba;
  • James Francis Stafford, arcivescovo metropolita emerito di Denver, presidente del Pontificio consiglio per i laici; creato cardinale diacono di Gesù Buon Pastore alla Montagnola;
  • Lorenzo Antonetti, arcivescovo titolo personale titolare di Roselle, pro-presidente dellAmministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica; creato cardinale diacono di SantAgnese in Agone; deceduto il 10 aprile 2013;
  • Christoph Schönborn, O.P., arcivescovo metropolita di Vienna Austria; creato cardinale presbitero di Gesù Divin Lavoratore;
  • Francesco Colasuonno, arcivescovo titolo personale titolare di Tronto, nunzio apostolico in Italia; creato cardinale diacono di SantEugenio; deceduto il 31 maggio 2003;
  • Aloysius Matthew Ambrozic, arcivescovo metropolita di Toronto Canada; creato cardinale presbitero dei Santi Marcellino e Pietro; deceduto il 26 agosto 2011;
  • Giovanni Cheli, arcivescovo titolo personale titolare di Santa Giusta, presidente del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti; creato cardinale diacono dei Santi Cosma e Damiano; deceduto l8 febbraio 2013;
  • Francis Eugene George, O.M.I., arcivescovo metropolita di Chicago Stati Uniti; creato cardinale presbitero di San Bartolomeo allIsola; deceduto il 17 aprile 2015;
  • Antonio María Rouco Varela, arcivescovo metropolita di Madrid Spagna; creato cardinale presbitero di San Lorenzo in Damaso;
  • Darío Castrillón Hoyos, arcivescovo metropolita emerito di Bucaramanga, pro-prefetto della Congregazione per il Clero; creato cardinale diacono del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano; deceduto il 18 maggio 2018;

Creò e pubblicò anche un cardinale ultraottantenne:

  • Adam Kozłowiecki, S.I., arcivescovo metropolita emerito di Lusaka Zambia; creato cardinale presbitero di SantAndrea al Quirinale; deceduto il 28 settembre 2002.

In questo concistoro furono creati anche due cardinali in pectore, che saranno pubblicati nel concistoro del 21 febbraio 2001:

  • Marian Jaworski, arcivescovo metropolita di Leopoli Ucraina; creato cardinale presbitero di San Sisto;
  • Jānis Pujats, arcivescovo metropolita di Riga Lettonia; creato cardinale presbitero di Santa Silvia.

Giovanni Paolo II aveva previsto anche la creazione del croato Josip Uhač, arcivescovo titolare di Tharros, segretario della Congregazione per lEvangelizzazione dei Popoli, che morì, sapendo dellintenzione del pontefice, il 18 gennaio 1998, giorno dellannuncio del concistoro.

                                     

8. 21 febbraio 2001

Il concistoro del 21 febbraio 2001 fu quello in cui papa Giovanni Paolo II creò il maggior numero di cardinali, quarantadue, di cui trentotto elettori, un record nella storia della Chiesa Cattolica. Oltre a questi pubblicò i due cardinali creati in pectore nel concistoro del 1998: Marian Jaworski e Jānis Pujats. Lannuncio dei nomi dei cardinali fu dato in due tempi: il 21 gennaio annunciò trentasette nuovi cardinali; il 28 gennaio oltre a rivelare i nomi dei due cardinali in pectore, aggiunse cinque nuovi cardinali.

In questo concistoro ricevette la porpora anche larcivescovo di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, S.J., il futuro papa Francesco.

  • Desmond Connell, arcivescovo metropolita di Dublino Irlanda; creato cardinale presbitero di San Silvestro in Capite; deceduto il 21 febbraio 2017;
  • Ignace Moussa I Daoud, patriarca emerito di Antiochia dei Siri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali; creato cardinale vescovo, mantenendo il proprio titolo patriarcale; deceduto il 7 aprile 2012;
  • Zenon Grocholewski, arcivescovo titolo personale titolare di Agropoli, prefetto della Congregazione per lEducazione Cattolica; creato cardinale diacono di San Nicola in Carcere;
  • Severino Poletto, arcivescovo metropolita di Torino Italia; creato cardinale presbitero pro illa vice di San Giuseppe in Via Trionfale;
  • Karl Lehmann, vescovo di Magonza Germania; creato cardinale presbitero di San Leone I; deceduto l11 marzo 2018;
  • José da Cruz Policarpo, patriarca di Lisbona Portogallo; creato cardinale presbitero di SantAntonio in Campo Marzio; deceduto il 12 marzo 2014;
  • Mario Francesco Pompedda, arcivescovo titolo personale titolare di Bisarcio, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; creato cardinale diacono dellAnnunciazione della Beata Vergine Maria a Via Ardeatina; deceduto il 18 ottobre 2006;
  • Ivan Dias, arcivescovo metropolita di Bombay India; creato cardinale presbitero dello Spirito Santo alla Ferratella; deceduto il 19 giugno 2017;
  • Cláudio Hummes, O.F.M., arcivescovo metropolita di San Paolo Brasile; creato cardinale presbitero di SantAntonio da Padova in Via Merulana;
  • Pedro Rubiano Sáenz, arcivescovo metropolita di Bogotá Colombia; creato cardinale presbitero della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo;
  • Jorge Mario Bergoglio, S.I., arcivescovo metropolita di Buenos Aires Argentina; creato cardinale presbitero di San Roberto Bellarmino; poi eletto papa con il nome di Francesco il 13 marzo 2013;
  • Antonio Ignacio Velasco García, S.D.B., arcivescovo metropolita di Caracas Venezuela; creato cardinale presbitero di Santa Maria Domenica Mazzarello; deceduto il 6 luglio 2003;
  • Geraldo Majella Agnelo, arcivescovo metropolita di San Salvador di Bahia Brasile; creato cardinale presbitero di San Gregorio Magno alla Magliana Nuova;
  • Edward Michael Egan, arcivescovo metropolita di New York Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Giovanni e Paolo; deceduto il 5 marzo 2015;
  • Juan Luis Cipriani Thorne, arcivescovo metropolita di Lima Perù; creato cardinale presbitero di San Camillo de Lellis agli Orti Sallustiani;
  • Ljubomyr Huzar, M.S.U., arcivescovo maggiore di Leopoli degli Ucraini Ucraina; creato cardinale presbitero di Santa Sofia a Via Boccea; deceduto il 31 maggio 2017;
  • Francisco Álvarez Martínez, arcivescovo metropolita di Toledo Spagna; creato cardinale presbitero di Santa Maria Regina Pacis a Monte Verde;
  • Johannes Joachim Degenhardt, arcivescovo metropolita di Paderborn Germania; creato cardinale presbitero di San Liborio; deceduto il 25 luglio 2002;
  • Agostino Cacciavillan, arcivescovo titolo personale titolare di Amiterno, presidente dellAmministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica; cardinale diacono dei Santi Angeli Custodi a Città Giardino;
  • François-Xavier Nguyên Van Thuán, arcivescovo titolo personale titolare di Vadesi, presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace; creato cardinale diacono di Santa Maria della Scala; deceduto il 16 settembre 2002;
  • Varkey Vithayathil, C.SS.R., arcivescovo maggiore di Ernakulam-Angamaly dei Siro-Malabaresi India; cardinale presbitero di San Bernardo alle Terme Diocleziane; deceduto il 1º aprile 2011
  • Bernard Agré, arcivescovo metropolita di Abidjan Costa dAvorio; creato cardinale presbitero di San Giovanni Crisostomo a Monte Sacro Alto; deceduto il 9 giugno 2014;
  • Jorge María Mejía, arcivescovo titolo personale titolare di Apollonia, bibliotecario di Santa Romana Chiesa; creato cardinale diacono di San Girolamo della Carità; deceduto il 9 dicembre 2014;
  • Julio Terrazas Sandoval, C.SS.R., arcivescovo metropolita di Santa Cruz de la Sierra Bolivia; creato cardinale presbitero di San Giovanni Battista de Rossi; deceduto il 9 dicembre 2015;
  • Giovanni Battista Re, arcivescovo titolo personale titolare di Vescovio, prefetto della Congregazione per i Vescovi; creato cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli;
  • Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga, S.D.B., arcivescovo metropolita di Tegucigalpa Honduras; creato cardinale presbitero di Santa Maria della Speranza;
  • Roberto Tucci, S.J., presbitero, presidente emerito di Radio Vaticana; creato cardinale diacono di SantIgnazio di Loyola a Campo Marzio; deceduto il 14 aprile 2015.
  • Walter Kasper, vescovo emerito di Rottenburg-Stoccarda, segretario del Pontificio consiglio per la promozione dellunità dei cristiani; cardinale diacono di Ognissanti in Via Appia Nuova;
  • Cormac Murphy-OConnor, arcivescovo metropolita di Westminster Inghilterra; creato cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva; deceduto il 1º settembre 2017;
  • José Saraiva Martins, C.M.F., arcivescovo titolo personale titolare di Tuburnica, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi; creato cardinale diacono di Nostra Signora del Sacro Cuore;
  • Theodore Edgar McCarrick, arcivescovo metropolita di Washington Stati Uniti; creato cardinale presbitero dei Santi Nereo e Achilleo; dimesso il 27 luglio 2018;
  • Crescenzio Sepe, arcivescovo titolare di Grado, segretario emerito della Congregazione per il Clero; creato cardinale diacono di Dio Padre Misericordioso;
  • Sergio Sebastiani, arcivescovo titolo personale titolare di Cesarea di Mauritania, presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede; creato cardinale diacono di SantEustachio;
  • Antonio José González Zumárraga, arcivescovo metropolita di Quito Ecuador; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Via; deceduto il 13 ottobre 2008;
  • Wilfrid Fox Napier, O.F.M., arcivescovo metropolita di Durban Sudafrica; creato cardinale presbitero di San Francesco dAssisi ad Acilia;
  • Louis-Marie Billé, arcivescovo metropolita di Lione Francia; creato cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli; deceduto il 12 marzo 2002;
  • Audrys Juozas Bačkis, arcivescovo metropolita di Vilnius Lituania; creato cardinale presbitero della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo a Via Gallia;
  • Francisco Javier Errázuriz Ossa, P. Schönstatt, arcivescovo metropolita di Santiago del Cile; creato cardinale presbitero di Santa Maria della Pace;

Creò e pubblicò anche quattro cardinali ultraottantenni:

  • Leo Scheffczyk, presbitero, teologo; creato cardinale diacono di San Francesco Saverio alla Garbatella; deceduto l8 dicembre 2005;
  • Stéphanos II Ghattas, C.M., patriarca di Alessandria dei Copti Egitto; creato cardinale vescovo, mantenendo il proprio titolo patriarcale; deceduto il 20 gennaio 2009;
  • Jean Marcel Honoré, arcivescovo metropolita emerito di Tours Francia; creato cardinale presbitero di Santa Maria della Salute a Primavalle; deceduto il 28 febbraio 2013;
  • Avery Robert Dulles, S.J., presbitero, teologo; creato cardinale diacono dei Santissimi Nomi di Gesù e Maria in via Lata; deceduto il 12 dicembre 2008.
                                     

9. 21 ottobre 2003

Il 21 ottobre 2003 papa Giovanni Paolo II creò trenta nuovi cardinali, di cui ventisei elettori. Il papa annuncia la creazione di un cardinale riservato in pectore, il cui nome però non verrà mai reso pubblico.

  • Jean-Louis Tauran, arcivescovo titolo personale titolare di Telepte, Segretario per i Rapporti con gli Stati; creato cardinale diacono di SantApollinare alle Terme Neroniane-Alessandrine; deceduto il 5 luglio 2018;
  • Attilio Nicora, arcivescovo-vescovo emerito di Verona, presidente dellAmministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica; creato cardinale diacono di San Filippo Neri in Eurosia; deceduto il 22 aprile 2017;
  • George Pell, arcivescovo metropolita di Sydney Australia; creato cardinale presbitero di Santa Maria Domenica Mazzarello;
  • Jean-Baptiste Pham Minh Mân, arcivescovo metropolita di Hô Chí Minh Vietnam; creato cardinale presbitero di San Giustino;
  • Francesco Marchisano, arcivescovo titolo personale titolare di Populonia, arciprete della Basilica di San Pietro in Vaticano; cardinale diacono di Santa Lucia del Gonfalone; deceduto il 27 luglio 2014;
  • Stephen Fumio Hamao, arcivescovo-vescovo emerito di Yokohama, presidente del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti; creato cardinale diacono di San Giovanni Bosco in via Tuscolana; deceduto l8 novembre 2007;
  • Gabriel Zubeir Wako, arcivescovo metropolita di Khartoum Sudan; creato cardinale presbitero di SantAtanasio a Via Tiburtina;
  • Bernard Panafieu, arcivescovo metropolita di Marsiglia Francia; creato cardinale presbitero di San Gregorio Barbarigo alle Tre Fontane; deceduto il 12 novembre 2017;
  • Justin Francis Rigali, arcivescovo metropolita di Filadelfia Stati Uniti; creato cardinale presbitero di Santa Prisca;
  • Peter Kodwo Appiah Turkson, arcivescovo metropolita di Cape Coast Ghana; creato cardinale presbitero di San Liborio;
  • Keith Michael Patrick OBrien, arcivescovo metropolita di Saint Andrews ed Edimburgo Scozia; creato cardinale presbitero dei Santi Gioacchino e Anna al Tuscolano; il 20 marzo 2015 papa Francesco accetta la sua rinunzia ai diritti e ai privilegi del cardinalato; deceduto il 19 marzo 2018;
  • Ennio Antonelli, arcivescovo metropolita di Firenze Italia; creato cardinale presbitero di SantAndrea delle Fratte;
  • Julián Herranz Casado, arcivescovo titolo personale titolare di Vertara, presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi; creato cardinale diacono di SantEugenio;
  • Javier Lozano Barragán, arcivescovo-vescovo emerito di Zacatecas, presidente del Pontificio consiglio della pastorale per gli operatori sanitari; creato cardinale diacono di San Michele Arcangelo;
  • Carlos Amigo Vallejo, O.F.M., arcivescovo metropolita di Siviglia Spagna; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Monserrato degli Spagnoli;
  • Anthony Olubunmi Okogie, arcivescovo metropolita di Lagos Nigeria; creato cardinale presbitero della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo a Mostacciano;
  • Marc Ouellet, P.S.S., arcivescovo metropolita di Québec Canada; creato cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina.
  • Philippe Christian Ignace Marie Barbarin, arcivescovo metropolita di Lione Francia; creato cardinale presbitero della Santissima Trinità al Monte Pincio;
  • Josip Bozanić, arcivescovo metropolita di Zagabria Croazia; creato cardinale presbitero di San Girolamo dei Croati;
  • Tarcisio Bertone, S.D.B., arcivescovo metropolita di Genova Italia; creato cardinale presbitero pro illa vice di Santa Maria Ausiliatrice in Via Tuscolana;
  • Angelo Scola, patriarca di Venezia Italia; creato cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli;
  • Renato Raffaele Martino, arcivescovo titolo personale titolare di Segerme, presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace; creato cardinale diacono di San Francesco di Paola ai Monti;
  • Telesphore Placidus Toppo, arcivescovo metropolita di Ranchi India; creato cardinale presbitero del Sacro Cuore di Gesù agonizzante a Vitinia;
  • Rodolfo Quezada Toruño, arcivescovo metropolita di Santiago di Guatemala Guatemala; creato cardinale presbitero di San Saturnino; deceduto il 4 giugno 2012;
  • Péter Erdő, arcivescovo metropolita di Esztergom-Budapest Ungheria; creato cardinale presbitero di Santa Balbina;
  • Eusébio Oscar Scheid, S.C.I., arcivescovo metropolita di São Sebastião do Rio de Janeiro Brasile; creato cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio;

Creò anche quattro cardinali ultraottantenni:

  • Georges Marie Martin Cottier, O.P., elevato arcivescovo titolo personale titolare di Tullia, segretario generale della Commissione Teologica Internazionale; creato cardinale diacono dei Santi Domenico e Sisto; deceduto il 31 marzo 2016;
  • Tomáš Špidlík, S.I., presbitero, professore emerito presso la Pontificia Università Gregoriana; creato cardinale diacono di SantAgata dei Goti; deceduto il 16 aprile 2010;
  • Gustaaf Joos, elevato arcivescovo titolo personale titolare di Ypres, teologo; creato cardinale diacono di San Pier Damiani ai Monti di San Paolo; deceduto il 2 novembre 2004;
  • Stanisław Kazimierz Nagy, S.C.I., elevato arcivescovo titolo personale titolare di Hólar, teologo; creato cardinale diacono di Santa Maria della Scala; deceduto il 5 giugno 2013.