Indietro

ⓘ Franco Levi (ingegnere)




Franco Levi (ingegnere)
                                     

ⓘ Franco Levi (ingegnere)

Si laurea in ingegneria civile a Parigi preso lécole Centrale Paris nel 1936 seguito da un dottorato di ricerca preso il Politecnico di Milano. Fu assistente di Gustavo Colonnetti.

Nel 1938 è assistente universitario a Torino, ma pochi mesi dopo, per effetto delle leggi razziali, è esule in Francia e quindi in Svizzera. Ritornato in Italia nel 1945, nel 1947 è Professore incaricato. Dal 1962 è Professore ordinario di Scienza delle costruzioni prima a Venezia e poi a Torino. Contemporaneamente insegna a Parigi al Centre des Hautes Etudes de la Construction. Dal 1990 è Professore emerito del Politecnico di Torino.

Dal 1957 al 1968 è Presidente del CEB Comité Européen du Béton, dal 1966 al 1970 Presidente della FIP Fédération International de la Précontrainte e di entrambe le associazioni rimane presidente honoris causa.

Negli anni fra il 1980 e il 1990, per incarico della Comunità Europea, è chairman del Gruppo di redazione dellEurocodice 2. Autore di oltre 300 pubblicazioni e trattati, è insignito di tre lauree honoris causa e di numerose medaglie intitolate a personaggi famosi. È affiliato a numerose Associazioni tecnico-scientifiche in Europa e in America ed è Socio nazionale residente dellAccademia delle Scienze di Torino.

                                     

1. Opere maggiori

  • Trasformazione del Lingotto in complesso polifunzionale in collaborazione con Renzo Piano
  • Volta a paraboloide ellittico del vecchio stadio comunale di Teramo
  • Il più grande bacino di carenaggio del mondo poi da Genova trasferito in Turchia
  • Palazzo a Vela, Torino, 1959-1961 con Annibale Rigotti
                                     

2. Incarichi ricoperti in ambito scientifico

  • Ordinario di Scienza delle Costruzioni al Politecnico di Torino dal 1969 al 1989, professore emerito
  • Direttore dellIstituto di Scienza delle Costruzioni al Politecnico di Torino dal 1969, creò la sezione Geotecnica.
  • Ha ricevuto tre lauree honoris causa dalle Università di Liegi Belgio, Waterloo Canada e Venezia
  • Vicepresidente e poi Presidente dal 1962 al 1970 della Fédération Internationale de la Précontrainte FIP
  • Membro del Consiglio Direttivo dal 1962 della Associazione Nazionale Cemento Armato Precompresso ANICAP
  • Docente a Losanna nel 1944
  • Presidente della Commissione per lEurocodice 2 dal 1979 al 1990
  • Fondatore e Presidente per undici anni dal 1957 al 1968 del Comité Eurointernational du Béton CEB
  • Docente di Scienza delle Costruzioni allUniversità di Architettura di Venezia dal 1962 al 1969
  • Docente al Politecnico di Torino dal 1949
  • Consigliere dal 1972 al 1987 e vice Presidente dal 1984 al 1987 della Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso AICAP
                                     
  • altri membri di Giustizia e Libertà, tra cui Leone Ginzburg, Giuseppe Levi Carlo Levi e Barbara Allason. Trattenuto in carcere a Torino, è assegnato al confino
  • classici a Roma, si laureò prima in ingegneria civile, nel 1934, quindi in matematica, nel 1936, a La Sapienza, con Tullio Levi - Civita, di cui ne fu assistente
  • Porto Maurizio, 26 febbraio 1903 Bergamo, 2 maggio 1979 è stato un ingegnere chimico e accademico italiano, insignito del premio Nobel per la chimica
  • le monete ufficiali sono l euro e il franco Pacifico nei territori dell oceano Pacifico. Il motto della Francia è Liberté, Égalité, Fraternité e la
  • apprezzato dal fondatore, Camillo Olivetti. In fabbrica già lavorava l ingegner Gino Levi poi Martinoli il futuro direttore tecnico dell Olivetti, che diventerà
  • Fazio - Allmayer, nacque a Reggio Calabria, dove il padre esercitava le funzioni di ingegnere capo del Genio civile. Dal 1925 studiò a Palermo e poi, dal 1933, nel

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...