Indietro

ⓘ Sojuz 8




Sojuz 8
                                     

ⓘ Sojuz 8

Sojuz 8 è la denominazione di una missione della navicella spaziale Sojuz sovietica. Si trattò del settimo volo equipaggiato di questa capsula nonché del sedicesimo volo nellambito del programma Sojuz sovietico.

                                     

1. Equipaggio

  • Aleksej Stanislavovič Eliseev secondo volo ingegnere di bordo
  • Vladimir Aleksandrovič Šatalov secondo volo comandante

Šatalov e Eliseev avevano assunto precedenti esperienze con la manovra orbitale rendezvous e di aggancio durante le missioni Sojuz 4 e Sojuz 5. Furono i primi cosmonauti ad essere nominati per una seconda missione nellambito del programma Sojuz.

Equipaggio di riserva

  • Andrijan Grigorevič Nikolaev
  • Vitalij Ivanovič Sevastjanov
                                     

2. Missione

Sojuz 8 fu una parte della missione eseguita contemporaneamente alle missioni Sojuz 6 e Sojuz 7. Tutte le tre navicelle spaziali sovietiche si trovavano nello spazio allo stesso momento portando in orbita contemporaneamente sette cosmonauti. La Sojuz 8 doveva assumere il ruolo passivo nella manovra di aggancio con la Sojuz 7, mentre lequipaggio della Sojuz 6 registrava le immagini fotografiche di questa manovra. I sistemi e gli strumenti per la manovra rendezvous di tutte le tre navicelle non funzionarono a perfezione ed incontrarono diversi problemi e pertanto la manovra non poté essere eseguita.

Fonti sovietiche dichiararono successivamente, che non fu previsto laggancio tra le due navicelle spaziali, però tali dichiarazioni vengono considerate come poco attendibili, dato che tutte le tre capsule spaziali lanciate nello spazio erano dotate degli appositi adattatori per la manovra di aggancio. Inoltre lequipaggio della Sojuz 8 era composto da cosmonauti che potevano dimostrare precedenti esperienze con la manovra di aggancio. Questa missione congiunta fu lultima di una serie per testare lequipaggiamento per un allunaggio. A quanto pare, linsuccesso di questa missione ha contribuito in una maniera abbastanza decisiva per porre fine ai programmi lunari sovietici, anche se la motivazione principale rimane senzaltro il fatto che gli Stati Uniti dAmerica avevano anticipato lUnione Sovietica in questa corsa verso la Luna. Infatti al tempo del lancio di questa missione, gli americani erano già allunati con lApollo 11 portando Neil Armstrong e Edwin Aldrin a camminare sul satellite terrestre. LApollo 12, che porterà Pete Conrad e Alan Bean sulla Luna, verrà lanciata a meno di un mese dallatterraggio di questa missione per la precisione il 14 novembre 1969.

Pare che il nomignolo per il contatto via radio Гранит - Granit granito di questa missione sia stato preso da una manovra militare di difesa delladdestramento militare sovietico. Infatti, come per la Sojuz 5, la stessa doveva assumere la parte passiva nella manovra di aggancio, mentre la parte attiva era stata denominata con unespressione del gergo militare sovietico per una manovra dattacco Буран - Buran - tempesta di neve. Unulteriore curiosità collegata con il nomignolo infine è il fatto che lo stesso inizia con la quarta lettera dellalfabeto cirillico russo. Infatti ciò pare molto illogico, dato che il nomignolo della Sojuz 6 Антея - Anteja iniziava con la prima lettera di questo alfabeto ed il nomignolo della Sojuz 7 Буран - Buran con la seconda lettera dellalfabeto cirillico. Il gergo militare aveva prevalso sulla serie.