Indietro

ⓘ Scandiano




Scandiano
                                     

ⓘ Scandiano

Scandiano è una città di 25 741 abitanti della provincia di Reggio Emilia nellEmilia-Romagna. È il primo comune più popoloso della provincia dopo il capoluogo.

                                     

1. Geografia fisica

Territorio

Labitato di Scandiano dista 13.2 chilometri dal capoluogo e si sviluppa fra il margine della collina reggiana e lalta pianura, sulla riva destra del torrente Tresinaro. Il comune di Scandiano si sviluppa fra una quota di 50 metri s.l.m. ed una quota di 423 metri s.l.m. con il Monte Evangelo. Il territorio comunale, oltre che dal capoluogo, è formato dalle frazioni di Arceto, Cacciola, Ca de Caroli, Mazzalasino, Chiozza, Fellegara, Iano, Pratissolo, Bosco, Rondinara, San Ruffino e Ventoso per un totale di 49.81 chilometri quadrati. Confina a nord con il comune di Reggio nellEmilia, ad est con Casalgrande e Castellarano, a sud con Viano e ad ovest con Albinea.

                                     

2. Storia

I ritrovamenti storici più antichi rinvenuti nel comune di Scandiano risalgono al Neolitico. Fra questi il più importante è la Venere di Chiozza, oggi custodita presso il Museo civico di Reggio Emilia. Lattuale insediamento abitativo fu fondato da Gilberto Fogliani nel 1262 con la costruzione del castello attorno al quale si svilupparono alcune abitazioni. Inizialmente costruito con scopi difensivi, fu trasformato successivamente in dimora signorile dai conti Boiardo 1423-1560 ed infine in palazzo rinascimentale dai marchesi Thiene 1565 - 1623, dai Bentivoglio e dai principi dEste 1645-1726.

Tutta la storia di Scandiano e della sua gente si è svolta allinterno del castello. In una stanza del primo piano delledificio, nacque il poeta Matteo Maria Boiardo; nei sotterranei era solito compiere i suoi esperimenti il grande Lazzaro Spallanzani. Alloggiarono al castello il poeta Francesco Petrarca, il riformatore Giovanni Calvino e Papa Paolo III. In seguito alla vittorie conseguite da Napoleone nella fase iniziale della campagna dItalia, il 10 ottobre 1796 la comunità scandianese si ribellò al governo ducale e aderì alla neonata Repubblica Reggiana.

Con lo scoppio della seconda guerra dindipendenza e la caduta definitiva del ducato estense, le redini del governo dellEmilia furono affidate a Luigi Carlo Farini. Questi, con il decreto del 27 dicembre 1859, smembrò il territorio comunale di Scandiano, istituendo i nuovi municipi di Albinea e Casalgrande. Sempre allinterno di questo castello, l11 marzo 1860, si svolse il plebiscito che sancì lannessione di Scandiano al Regno di Sardegna.

Nellottobre 1883 fu inaugurata la linea ferroviaria Reggio Emilia-Ventoso. Otto anni dopo la ferrovia fu prolungata sino a Sassuolo, mentre lo scartamento passò da quello ridotto a quello normale.

                                     

3. Monumenti e luoghi dinteresse

Ciminiere di Ca de Caroli

Le Ciminiere di Ca de Caroli sono un complesso di edifici situato nella frazione di Ca de Caroli.

Esse sono le ciminiere della ex fabbrica di cemento "Officina Marchetto".

                                     

3.1. Monumenti e luoghi dinteresse La Rocca dei Boiardo

Uno dei luoghi di maggiore interesse artistico del territorio di Scandiano è certamente la Rocca dei Boiardo risalente al XII secolo. È la prima cellula edilizia del paese ed è stata, per otto secoli, il simbolo del suo potere politico. Il complesso architettonico, che si sviluppa su una superficie di 5.000 m 2, ha subito nel tempo molti rifacimenti oggi osservabili con strati artistici e stilistici diversi. Nelledificio convivono e si possono ammirare strutture architettoniche medievali torre pusterla dellingresso nord e archetti pensili del cortile, rinascimentali portico del cortile e barocche. Linterno delledificio è arricchito con affreschi del pittore Nicolò dellAbate.

                                     

3.2. Monumenti e luoghi dinteresse Torre dellOrologio

La Torre Civica quattrocentesca, divenuta in seguito Torre dellOrologio, è nota fra gli abitanti locali come "Campanone". Fatta costruire da Feltrino Boiardo era in origine la porta di ingresso dellantico borgo. Già dal 1548 fu collocato allinterno delledificio un orologio. La campana che scandisce le ore fu benedetta nel 1543 da papa Paolo III. Nel lato che si affaccia su via Cesare Magati è presente una piccola nicchia nella quale era raffigurata Santa Caterina dAlessandria patrona di Scandiano. Laffresco è ora custodito presso il Municipio.

                                     

3.3. Monumenti e luoghi dinteresse La chiesa di San Giuseppe

La chiesa di San Giuseppe fu edificata fuori dalle mura della Rocca dei Boiardo nel XVI secolo nel luogo in cui già sorgeva una piccola cappella dedicata alla Confraternita di San Giuseppe. La facciata di questa chiesa fu progettata nel 1776 dallarchitetto Francesco Iori, mentre il campanile a base rettangolare fu edificato alcuni anni prima dallarchitetto Bazani. Linterno della chiesa è composto da una sola navata e laltare maggiore è sovrastato da un dipinto del 1759 attribuito raffigurante lo sposalizio di San Giuseppe e Maria attribuito a Miselli. Nelledificio sono presenti due opere dellintaglio. Nella cappella del Crocefisso è presente un tabernacolo in legno attribuito al Cecati, mentre ladornamento dellorgano ad opera dello scultore Cocconcelli 1704 è considerato uno dei più pregevoli lavori dintaglio in stile barocco della provincia di Reggio Emilia.

                                     

3.4. Monumenti e luoghi dinteresse Piazza Fiume

Piazza Fiume, nota fra gli abitanti come Piazza Padella, è collocata a fianco dellantico castello. Essa si sviluppa nello spazio un tempo occupato dalle antiche contrade che furono demolite nel 1915. Nel lato sud-est della piazza è collocata Casa Almansi sede dellantico Ghetto degli Ebrei e della Sinagoga di Scandiano demolita nel 1960.

Nel territorio comunale è sito lOsservatorio astronomico "Lazzaro Spallanzani".

                                     

3.5. Monumenti e luoghi dinteresse Castello di Arceto

Il castello di Arceto è un castello del IX secolo, situato nel centro di Arceto, una delle frazioni del comune di Scandiano.

Oggi di proprietà del Comune, è visitabile su prenotazione.

                                     

3.6. Monumenti e luoghi dinteresse Ciminiere di Ca de Caroli

Le Ciminiere di Ca de Caroli sono un complesso di edifici situato nella frazione di Ca de Caroli.

Esse sono le ciminiere della ex fabbrica di cemento "Officina Marchetto".

                                     

4. Società

Etnie e minoranze straniere

Al 31 dicembre 2017 gli stranieri residenti nel comune sono 1.925, ovvero il 7.5% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti:

  • Albania: 364
  • Moldavia: 77
  • Romania: 185
  • Ghana: 57
  • Cina: 124
  • Polonia: 111
  • Ucraina: 106
  • Marocco: 414
                                     

5. Infrastrutture e trasporti

Ferrovie

Il territorio comunale comprende due stazioni ferroviarie e due fermate sulla ferrovia Reggio Emilia-Sassuolo, gestita da Ferrovie Emilia-Romagna FER, con corse tra i due capolinea.

Limpianto principale, la stazione di Scandiano, è a servizio del capoluogo comunale; gli incroci tra treni sono inoltre possibili presso la stazione di Bosco, che serve lomonima frazione.

Le rimanenti due fermate, la stazione di Pratissolo e la stazione di Chiozza, servono le omonime frazioni.

La stazione ferroviaria più vicina lungo la linea Milano-Bologna è la stazione di Reggio Emilia.

                                     

6. Sport

Calcio

A Scandiano sono presenti due società calcistiche: la A.S.D. Scandianese Calcio militante in Promozione e la A.S.D. Boiardo Maer militante in seconda categoria, questultima dotata anche di un settore giovanile che conta più di 200 iscritti. Ad Arceto spicca lA.S.C.D. Arcetana, fondata nel 1962 e attualmente militante nel Campionato di Promozione.

Hockey su pista

Hockey Scandiano nella stagione 2017-2018 partecipa alla serie massima dellhockey pista Serie A1 al palaregnani. Nelle stagioni 2015-2016 E 2016-2017 vince la coppa Italia di serie A2; in questultima stagione ha conquistato anche la promozione in serie A1. Sabato 13 gennaio 2018, ha battuto Giovinazzo per 6-0 nella gara valevole per la terza giornata di ritorno, conquistando così la prima vittoria casalinga dal ritorno nella massima serie. Nel girone di andata, in terra pugliese, la vittoria per 3-8 ottenuta contro il Giovinazzo ha consegnato ai rossoblù la prima vittoria esterna stagionale.



                                     

7. Musica

A Scandiano, ha sede la Fanfara Militare dei Bersaglieri, sezione A.N.B., fondata nel 2010 per volere del Presidente dellAssociazione Nazionale Bersaglieri Alfeo Caprari e del Capo Fanfara maestro Stefano Pasquali, dallo scioglimento della precedente Fanfara, "La Tricolore di Reggio Emilia"1978-2009.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...