Indietro

ⓘ Capi di Stato della Libia




Capi di Stato della Libia
                                     

ⓘ Capi di Stato della Libia

In attesa di una nuova costituzione, la Libia tuttora non ha una vera e propria carica di "capo di Stato".

Il potere dal 1969 al 2011 è stato nelle mani di Muammar Gheddafi che pur avendo il titolo onorifico di capo di rivoluzione, ha controllato la vita del Paese.

De iure egli esercitò la presidenza come segretario generale del Congresso generale del popolo solo dal 1977 al 1979, passando poi la carica ad altri, ma restando de facto a capo del paese. Dopo la prima guerra civile in Libia del 2011, le funzioni di capo dello stato sono state assunte prima dal presidente del Consiglio nazionale di transizione e poi, dopo le elezioni, dal presidente del parlamento.

In seguito, tra lagosto ed il settembre 2014, durante una seconda guerra civile, poiché la parte occidentale del paese e la capitale Tripoli sono cadute in mano a una coalizione di milizie, il parlamento eletto nel giugno 2014 e il governo si sono insediati a Tobruk, città dalla quale hanno ripreso ad esercitare le loro funzioni.

Il ruolo di capo dello stato è stato, dunque, conteso tra il presidente del parlamento di Tobruk Aguila Saleh Issa, dal 5 agosto 2014 a capo della Camera dei rappresentanti e il presidente del parlamento islamista di Tripoli.