Indietro

ⓘ Al-Adl wa l-Ihsan




                                     

ⓘ Al-Adl wa l-Ihsan

Al-ʿAdl wa l-Ihsān è un movimento islamico fondato sul principio della non violenza, nato negli anni ottanta, con lo scopo di educare le persone ai veri insegnamenti della religione islamica, e dare una vera interpretazione dellIslam. Secondo il movimento, lattuale sistema politico marocchino non è un governo democratico, e per questo motivo è tuttora considerato dal regime marocchino un gruppo fuorilegge.

Il suo capo è lo shaykh ʿAbd al-Salām Yāsīn. Secondo Amnesty International, la figlia dello shaykh, Nādiya Yāsīn, incarcerata nel 2005 per aver dichiarato in unintervista presso ununiversità americana che la monarchia non è appropriata per il Marocco, ha visto il suo processo rinviato al gennaio 2010. Nel settembre 2010 le famiglie di 7 attivisti hanno denunciato la polizia marocchina che avrebbe torturato i loro congiunti accusati ingiustamente di aver rapito e torturato un avvocato che si era infiltrato tra i membri dellorganizzazione per passare informazioni alla polizia. Lorganizzazione, pur essendo attiva dal 1973, non ha mai ottenuto un riconoscimento legale. Secondo i membri, lassociazione è vittima di una cospirazione del regime marocchino; secondo i media, questo è un gruppo "capace di rovesciare con la forza la monarchia marocchina e stabilire una repubblica islamica.