Indietro

ⓘ Scisma del movimento esperantista




                                     

ⓘ Scisma del movimento esperantista

Con lespressione Scisma del movimento esperantista si indica il processo che portò alla formazione di due associazioni esperantiste internazionali: la Ĝeneva UEA e lInternacia Esperanto-Ligo, che per undici anni si contesero il ruolo di maggiore associazione universale esperantista, portando ad una scissione della comunità internazionale esperantista. Lo scisma terminò nel 1947 con la riunione delle due associazioni nella precedente Associazione Universale Esperanto.

                                     

1. Storia

Lo sviluppo degli eventi che portarono allo Scisma del movimento esperantista iniziò quando lUEA, fondata nel 1908, provò ad agire anche sul livello nazionale e locale, iniziando a patire in questo modo la concorrenza delle associazioni nazionali. La maggior parte degli esperantisti si era infatti rifiutata di pagare la quota discrizione a più associazioni per esempio al circolo londinese, allassociazione britannica e allUEA. Inoltre questo portò gli esperantisti a chiedersi chi potesse rappresentarli allestero.

Precedentemente lUEA aveva sottoscritto un contratto per collaborare con le diverse associazioni nazionali e nel 1922 aveva formato il sistema di Helsinki, in cui lUEA le associazioni nazionali sostenevano e controllavano di comune accordo lInternacia Centra Komitato ICK. Nel 1932 lUEA aveva però ridotto drasticamente i suoi contributi e di conseguenza durante il Congresso Universale di Esperanto di quellanno le associazioni nazionali avevano annullato il sistema. Tuttavia lanno successivo, durante il Congresso Universale di Esperanto, le associazioni nazionali avevano aderito con il patto di Colonia allUEA, nonostante la una lunga resistenza di questultima.

Nel marzo del 1936 nacque una disputa per dove lUEA dovesse avere sede: una minoranza riteneva che questa dovesse rimanere a Ginevra, mentre il Direttivo voleva trasferirla a Londra, senza tener conto dello statuto interno. Il tribunale di Ginevra, che ricevette i relativi reclami, sentenziò contro il trasferimento della sede. Tuttavia per la contrarietà dei cosiddetti "protestanti ginevrini", il presidente Louis Bastien rinunciò alla guida dellUEA dimettendosi. Da quel momento tutte le associazioni nazionali e la maggior parte dei membri della precedente UEA entrarono a far parte della nuova Internacia Esperanto-Ligo, presieduta dallo stesso Bastien e avente sede a Heronsgate, vicino Londra.

In poco tempo la sede ginevrina dellUEA, rinominata Ĝeneva UEA, perse lappoggio di tutte le associazioni nazionali, eccetto quella svizzera e quella spagnola, inattiva a causa della guerra civile che imperversava nel Paese e di tutti i membri, a parte un centinaio.

Durante gli undici anni dello scisma la Ĝeneva UEA e lInternacia Esperanto-Ligo si contesero il ruolo di maggiore associazione esperantista internazionale, finché durante il Congresso Universale di Esperanto del 1947 le due associazioni tornarono unite sotto il precedente nome di Associazione Universale Esperanto. Finì in questo modo lo scisma del movimento esperantista.