Indietro

ⓘ Diocesi decentralizzate della Grecia




Diocesi decentralizzate della Grecia
                                     

ⓘ Diocesi decentralizzate della Grecia

Le diocesi decentralizzate della Grecia sono circoscrizioni di decentramento territoriale del governo statale e di rappresentanza delle autorità locali istituite con la legge 3852/2010. Più ampia ripartizione del paese, sono state istituite con il cosiddetto Programma Callicrate, entrato in vigore con il 1º gennaio 2011, in numero di sette.

Ciascuna diocesi decentralizzata corrisponde a una, due o tre periferie. La sua funzione è quella di esercitare sul territorio alcune materie che la Costituzione greca riserva alla competenza statale.

A capo delle diocesi è posto un segretario generale γενικός γραμματέας di nomina governativa, simile a quello che nei paesi di ordinamento locale napoleonico è il prefetto. Il segretario è assistito da un consiglio formato dalle autorità locali, che tuttavia ha funzioni puramente consultive.

                                     

1. Storia

Il livello di decentramento e rappresentanza governativa tradizionale, nella Grecia moderna, fin dalla nascita dello Stato 1830 è stato la nomarchìa o prefettura. Con la riforma amministrativa del 1987 legge 1622/1986 e decreto presidenziale 51/1987, i nomarchi-prefetti e i consigli di prefettura vennero resi elettivi le nomarchie-prefetture trasformate in enti territoriali autonomi, e il livello di decentramento e rappresentanza governativa fu trasferito alle più ampie circoscrizioni territoriali delle periferie. Infine, con la legge 3852/2010, furono le periferie ad essere trasformate in enti territoriali diretti da organi elettivi, e sono state introdotte nellordinamento greco le diocesi decentralizzate.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...