Indietro

ⓘ Aeroporto di Pescara




Aeroporto di Pescara
                                     

ⓘ Aeroporto di Pescara

L Aeroporto di Pescara, identificato con il nome commerciale di Aeroporto internazionale dAbruzzo "Pasquale Liberi", è un aeroporto italiano situato nel territorio del comune di Pescara, salvo una parte della pista e della via di rullaggio, che ricadono sul territorio di San Giovanni Teatino.

Laeroporto è ubicato lungo la strada statale 5 Via Tiburtina Valeria, ed è ben collegato con importanti arterie viarie e ferroviarie ferrovia Roma-Pescara e ferrovia Adriatica.

Essendo lunico aeroporto internazionale della regione, riveste un ruolo fondamentale per trasporti e collegamenti aerei dellAbruzzo e delle regioni vicine, il suo bacino dutenza infatti si estende anche al Molise, le Marche e larea garganica; laerostazione passeggeri costruita nel 1996 è una struttura moderna, ampliata nel 2011 e nuovamente ristrutturata nel 2018. Nel 2019 sono transitati dallaeroporto 703.386 passeggeri e 276 tonnellate di merci.

                                     

1. Storia

La sua storia risale ai primi del XX secolo quando, nel 1917, a seguito del bombardamento di Pescara da parte di aerei della k.u.k. Luftfahrtruppen, la componente aerea dellimperiale e regio Esercito austro-ungarico, si realizza lungo la via Tiburtina il campo di aviazione militare gestito dal Regio Esercito italiano, a servizio della Sezione Difesa della città adriatica che vi arriva il 26 ottobre con 2 Farman 14. A tale scopo venne costituita il 31 luglio 1918 la 302ª Squadriglia che, equipaggiata con il monomotori biplani Ansaldo S.V.A., considerati tra i migliori caccia bombardieri dellepoca, venne dislocata sulla base aerea.

Fin dal 1921 il campo daviazione di Pescara era stato ufficialmente intitolato alla memoria di Pasquale Liberi.

Nel 1927 laeroporto fu ingrandito a 50 ettari, rimodernato.

Negli anni trenta, con laffermarsi dellaviazione commerciale, la compagnia aerea Società aerea mediterranea SAM decise, nel 1933, di istituire un servizio aereo trisettimanale di collegamento tra laeroporto di Pescara e laeroporto di Roma-Urbe, con scalo intermedio al campo di aviazione di Piana di Bagno nei pressi di LAquila.

Tra le prime aerolinee che riprendono i collegamenti aerei dopo la seconda guerra mondiale figura la Società anonima di navigazione aerea transadriatica, che il 5 maggio 1947 inaugura il collegamento Pescara - Roma Urbe, effettuato con Douglas DC-3. Contemporaneamente al primo collegamento, Transadriatica propone sullaeroporto pescarese anche unaltra interessante rotta, la Venezia-Ancona-Pescara-Brindisi-Catania.

La compagnia Avio Linee Italiane, inoltre, decide di aprire una rotta che permetterà di congiungere lItalia settentrionale con il sud sulla tratta Milano-Pescara-Foggia-Bari-Brindisi. Itavia, costituita nellottobre del 1958, che aveva come obiettivo lo sviluppo di scali minori non serviti dalla diretta concorrente, la costituenda Alitalia, apre la sua prima rotta proprio dallo scalo pescarese: la Pescara-Roma Urbe, iniziata il 15 luglio 1959 con il piccolo bimotore da otto posti De Havilland Dove I-AKET. Con lo sviluppo della Itavia crescono anche i collegamenti con laeroporto di Pescara ed infatti tra la fine degli anni 60 ed i primi anni 70 Pescara è collegato con le città italiane di Roma, Milano, Ancona, Crotone, Forlì, Lecce, Bergamo, Bologna, Treviso-Venezia, Catania e Palermo.

Nel 1973 – per la prima volta con Bruce Barrymore Halpenny, ex Royal Air Force – un aereo BAC One-Eleven della British Caledonian collegherà direttamente Pescara con Londra della capitale inglese. Un interscambio di passeggeri così organizzato e soprattutto una iniezione di rinforzo al gracile turismo regionale.

Dal 1º febbraio 1979, Itavia è costretta a sospendere i propri voli su Pescara a causa della revisione delle" minime” su alcuni aeroporti italiani attuate da parte dellANPAC, lAssociazione nazionale piloti aviazione civile; linnalzamento delle minime in questione la distanza dalla pista e la relativa quota - alla quale il pilota deve decidere se continuare o meno latterraggio dipende dalla mancanza degli aiuti radioelettrici come lILS, Instrument landing system e visivi indispensabili per permettere latterraggio degli aeromobili in condizione di scarsa visibilità, ed assenti allepoca sullo scalo. Itavia, compagnia aerea originatasi a Pescara, non torna più sulla pista del Liberi. I fatti di Ustica 27 giugno 1980 portano alla cessazione dei voli della compagnia.

Dopo il periodo buio durante il quale il Liberi non dispone di nessun collegamento di linea, si ricomincia a vedere un po di luce con il ripristino del collegamento con il capoluogo lombardo, ancora via Ancona, effettuato da Aermediterranea, compagnia appartenente al gruppo IRI e controllata da Alitalia, che sarà operato dal 1981 al 1983.

Dal 1984 il volo per Linate viene gestito dallaltra compagnia del gruppo: ATI Aero Trasporti Italiani con sede a Napoli. Nel 1988 è la volta della compagnia di bandiera nazionale, la quale mette in campo i moderni MD-80 e li utilizza fino al 1994 riuscendo, a fasi alterne, ad effettuare il tanto sospirato collegamento diretto con Milano.

Dal 1994 il volo di linea con Milano-Linate viene effettuato da Air One, la compagnia nata nel 1983 come scuola di volo e società per i servizi di aerotaxi proprio a Pescara con il nome di Aliadriatica.

Nel 1996 si inaugura lattuale aerostazione, mentre la vecchia struttura viene riconvertita ad uso tecnico e logistico. Lintervento ha consentito allaeroporto di offrire maggior comfort ed efficienza di servizio.

                                     

2. Dal 2000 ad oggi

Lo sviluppo dellaeroporto, che dai 114.000 passeggeri del 2000 è passato ai 667.000 del 2017, è dovuto al fenomeno low cost che ha interessato tutta lEuropa e la maggior parte dei piccoli scali italiani, coinvolgendo positivamente anche laeroporto di Pescara. Infatti da quando la compagnia irlandese Ryanair, leader tra le low cost europee, nel 2001 ha aperto il collegamento per laeroporto di Londra-Stansted e lanno successivo per laeroporto di Francoforte-Hahn, il traffico per laeroporto si è moltiplicato.

Dopo laumento vertiginoso dei passeggeri nel biennio 2002/2004, lo sviluppo dellaeroporto si è arrestato, arrivando allapice nel 2005 - anno in cui si registrò per lo scalo la cifra record di 350 000 transiti - e subendo una contrazione nel 2006, effetto, questultima, sia della riduzione da parte di Ryanair delle frequenze dei voli nel periodo invernale, sia della mancanza di una strategia competitiva da parte di S.A.G.A. società che gestisce laeroporto il cui maggior azionista è la Regione Abruzzo per lampliamento del network destinazioni e la differenziazione delle compagnie aeree operanti sullo scalo. Infatti, i nuovi collegamenti istituiti dalla primavera del 2007, ovvero Monaco e New York sono terminati a fine estate 2008 per scarsi risultati. Da evidenziare che la rotta con il JFK era organizzata come prolungamento della rotta Bologna-New York: i passeggeri diretti da e verso Pescara dovevano sostare per circa due ore al Guglielmo Marconi.

Nei primi tre mesi del 2007 il traffico internazionale risultava essere ancora in discesa dell11% rispetto allanno precedente ma il nuovo collegamento Ryanair per Barcellona Girona, operativo dallaprile del 2007, con i suoi quasi 33000 passeggeri ha riportato il bilancio in positivo, consentendo allAeroporto di chiudere lanno con il record di 371.247 passeggeri e con un incremento del 9% rispetto al 2006.

Dallestate 2007 i voli charter per Ibiza, Palma di Maiorca, Rodi e Creta effettuati dalla compagnia AirOne sono stati cancellati a causa di un contenzioso tra AirOne e il Tour operator che annualmente organizzava questi voli, anche per questo nellestate 2007 ha operato, dallAeroporto di Pescara, la nuova compagnia greca Euro Air che ha collegato Pescara a Creta e Spalato. Questi voli, commercializzati dalla OnAir, nel 2008 sono stati operati dalla compagnia croata Dubrovnik Airline: ad essi, sempre nel 2008, si è aggiunto il collegamento con la città dalmata di Ragusa.

OnAir ha venduto anche i voli anche per Leopoli e Kiev operati dalla compagnia Ukraine international, Parigi e Bruxelles operati dal vettore Hamburg International e per Bucarest operati dalla Blue Air. Prima dellarrivo della società FlyOnAir operava nello scalo pescarese la società Air Service Plus, che ha iniziato la propria attività con voli low fares da Pescara a Parigi Charles de Gaulle nel 2003, e Bruxelles-Charleroi nel 2004. Nel 2005, Air Service Plus ha avviato nuove rotte da Pescara a Zurigo, e da Perugia a Parigi.

Dal 29 ottobre 2007 la compagnia low cost Volareweb ha collegato Pescara a Milano-Malpensa con quattro voli settimanali serali, incrementati a cinque da aprile 2008 e spostati alla mattina. Ma lavventura abruzzese di Volareweb termina alla fine di luglio 2008, per scarsi risultati di traffico. Tra le cause del fallimento del collegamento molto probabile la mancata pubblicità da parte della compagnia e della SAGA in città e in regione.

La compagnia pescarese, ItAli Airlines, dal 6 marzo 2008 ha attivato un collegamento con la città di Catania terminato a fine estate dello stesso anno.

Da maggio 2008 ai primi di agosto dello stesso anno il colosso mondiale delle vacanze TUI AG ha introdotto nella programmazione vacanze 2008 la regione Abruzzo. Di conseguenza, sono stati istituiti voli charter diretti settimanali su Pescara dalla Svezia e dalla Norvegia, rispettivamente su Stoccolma e Oslo.

Il 2009 inizia con il segno meno le prospettive non sono buone dato lalto numero di voli cancellati e non confermati per lintero anno. È il caso dei voli charter per Oslo e Stoccolma non riprogrammati o le cancellazioni da parte di FlyOnAir per Spalato, Ragusa di Dalmazia e Monaco di Baviera e ancora la pesante riduzione delle frequenze dei voli Ryanair per Stansted e Hahn portati per la stagione estiva rispettivamente a 3 e 4 volte la settimana ma il giorno 2 aprile 2009 è una data storica per lo scalo pescarese in quanto la compagnia irlandese Ryanair ufficializza lapertura della sua 32 base in Europa lottava in Italia e annuncia lapertura dal 2 luglio di 4 nuove rotte per Milano Bergamo, Cagliari, Eindhoven e Venezia Treviso. Questultima destinazione è stata cancellata dal 30 settembre per scarso traffico.

Ad aprile FlyOnAir annuncia un nuovo collegamento bisettimanale per Berlino, uno settimanale per Katowice e da luglio ad agosto un collegamento per Palma di Maiorca e da fine settembre del 2009 un collegamento per Marrakesh. La stessa compagnia, inoltre, annuncia collegamenti nazionali verso Palermo lun-mer-ven, Milano-Malpensa lun-mer-ven-dom e Torino-Caselle lun-mar-mer-gio-ven-dom che sono partiti il 20 aprile. Dato lo scarso numero di passeggeri su tutto il network FlyOnAir sono pesanti le riduzioni applicate ai suddetti collegamenti, tutte le rotte chiuderanno prima del previsto: cancellato il collegamento per Katowice a fine giugno, il collegamento per Marrakesh non partirà mai, il volo per Berlino è stato cancellato ai primi di settembre insieme a quello per Parigi. Sul fronte voli nazionali si registra la sospensione di tutti i voli da fine agosto 2009 ad eccezione di Catania che terminerà il 20 settembre e linterruzione dei servizi da e per Milano-Malpensa e Torino già alla fine di luglio 2009.

Il 6 novembre del 2009 lEnac ha revocato la licenza di volo alla compagnia valdostana Air Vallée. Per questo, con effetto immediato, sono terminate le operazioni di volo tra le città di Pescara e Torino.

Il 3 febbraio 2010 la compagnia low cost Ryanair ha annunciato un collegamento stagionale estivo bisettimanale Pescara - Oslo Torp con partenza il 4 maggio 2010.

A fine febbraio 2010 dopo numerose cancellazioni, specie nelle settimane precedenti, sono definitivamente terminati i voli ItAli Airlines sulla tratta Pescara-Linate.

I collegamenti per lestate 2010 di FlyOnAir, dopo gli scarsi risultati ottenuti nellestate 2009, sono stati pesantemente ridotti in termini di frequenze e di rotte. Gli unici collegamenti riattivati sono stati solo cinque: Bucarest-Baneasa, Bruxelles-Charleroi e Catania partiti l11 giugno circa due mesi dopo rispetto allestate del 2009 e Parigi CDG riattivato il 28 maggio nel 2009 fu attivato il 9 aprile. Creta opererà solo per 8 rotazioni dal 20 luglio al 7 settembre del 2010. Anche la data di chiusura di questi collegamenti è stata preceduta rispetto al precedente anno e rispetto a quando i voli sono stati messi in vendita per la summer 2010: lo stop dei collegamenti FlyOnAir è avvenuto tra il 5 settembre e il 7 settembre 2010, sospendendo le vendite dei voli per il mese successivo la fine dei voli era prevista allinizio di ottobre 2010.

Il 28 ottobre 2010 cè stato lultimo collegamento merci effettuato dalla società cargo UPS. Questa chiusura segue la fine del collegamento, effettuato dalla società TNT, nel dicembre 2008. In questo modo laeroporto è rimasto senza alcun volo merci.

È ripartito il 16 dicembre 2010 il collegamento operato dalla Belle Air con Tirana, capitale albanese, con due voli settimanali giovedì e domenica dopo essere stato interrotto a fine ottobre 2009. Il 20 dicembre Ryanair ha annunciato lapertura di tre nuove rotte da/per Pescara verso Trapani, Bruxelles-Charleroi e Parigi-Beauvais. Inizialmente Parigi, con avvio programmato da fine marzo 2011 come per Trapani e Bruxelles, è partito anticipatamente dal primo marzo, dato lalto numero di prenotazioni registrate nei giorni seguenti allannuncio.

Lavvio dei voli da/per Trapani è coinciso con linizio delle operazioni militari in Libia che ha causato dapprima la chiusura ai voli civili dello scalo siciliano e successivamente forti limitazioni allo stesso. Il collegamento con Pescara quindi in realtà non è mai partito dato che è stato sempre operato nel vicino scalo di Palermo. Dopo un mese di disagi e cancellazioni Ryanair ha deciso di spostare questo volo su Verona. Volo bisettimanale lunedì e venerdì operativo dal 10 giugno.

Con lavvio del programma voli estivo del 2011 laeroporto ha visto invertire il trend discendente del traffico passeggeri che aveva caratterizzato i primi mesi dellanno: già da aprile e maggio nello scalo sono sbarcati migliaia di turisti austriaci che grazie ad un accordo tra SAGA, Aptr, Regione Abruzzo ecc. hanno soggiornato e visitato la regione. Nella stessa estate la FlyOnAir ha attivato voli bisettimanali da/per Spalato, riattivato i collegamenti da/per Catania, Olbia e Creta. La scelta di SAGA di far operare i voli da/per Bruxelles e Parigi al posto di FlyonAir ha contribuito notevolmente al record passeggeri registrato dai mesi estivi fino a fine anno.

Per il breve periodo che va dal 17 settembre al primo ottobre 2011 è stato proposto un volo charter "sperimentale" bisettimanale da/per Mostar. Tale charter è stato riproposto dal 1º aprile 2012 sotto forma di charter stagionale delle annunciate 52 rotazioni durante la summer 2012 saranno operati un minor numero di voli volo cofinanziato dallassessorato allo sviluppo economico della Regione Abruzzo.

Dal 21 novembre la compagnia Air Vallée, due anni dopo la sospensione del collegamento, tornerà a volare sulla rotta Pescara-Torino. Il mese di novembre 2011 è un mese storico per laeroporto in quanto il bacino di utenza ha superato i 500.000 passeggeri annui.

A marzo 2012, Ryanair comunica allimprovviso la cancellazione del volo stagionale estivo da/per Eindhoven sostituendolo con quello da/per Düsseldorf-Weeze avvio voli 15 maggio. Sempre nello stesso mese, anche la compagnia canadese Air-Transat comunica la cancellazione dello storico collegamento estivo attivo dagli anni novanta da/per Toronto. La perdita del volo è molto grave perché lAbruzzo perde un volo simbolo che per due decenni ha servito la folta comunità italo-canadese insediatasi oltre oceano. La società di gestione dellaeroporto comunica la notizia con un laconico comunicato stampa.

A febbraio 2013 Air Vallée annuncia la fine del collegamento Pescara-Torino. La compagnia valdostana opera lultimo volo il 28 febbraio e toglie dalle vendite tutti i voli precedentemente programmati. Nei mesi precedenti le frequenze dei voli erano state diminuite e durante il periodo di operatività del volo, non erano mancati disagi ai passeggeri per i numerosi ritardi e cambi di operativi dei voli da parte della compagnia.

A fine agosto 2013 le Poste italiane decidono di cancellare il collegamento notturno postale su Pescara garantiti da Mistral Air. Dopo labbandono negli anni precedenti dei servizi merci TNT e UPS laeroporto di Pescara rimane senza servizi merci regolari. Il traffico cargo risulta pertanto totalmente azzerato.

Il 25 novembre 2013 la compagnia Albanese BelleAir fallisce. Terminano tutti i suoi collegamenti aerei e sulle sue rotte subentrano, dallindomani, diverse compagnie italiane ma la tratta Pescara - Tirana rimane scoperta.

Lanno 2013 si chiude con tre segni meno davanti al traffico passeggeri, cargo e movimenti aerei. In particolare il traffico passeggeri è negativo dopo sette anni consecutivi di crescita nonostante gli anni della crisi economica e lanno del terremoto abruzzese 2009.

Il 10 settembre 2014 è stato annunciato laccordo tra la regione Abruzzo, la Saga e la compagnia aerea ungherese low cost Wizz Air con questultima che a partire da ottobre 2015, collegherà tutto lanno le città di Pescara e Bucarest due volte a settimana, nei giorni di lunedì e venerdì, con aeromobili Airbus A320 da 180 posti.

Il 25 marzo la SAGA annunciava che Alitalia, tramite il vettore Etihad Regional operato da Darwin Airline, dal 2 aprile 2015 avrebbe realizzato voli diretti Pescara - Roma Fiumicino 3 volte al giorno, alle ore 7.30, alle 11.50 e alle 19.00 ed arrivo in meno di unora. Le tratte sono effettuate con aerei ATR72. Ad appena un anno dallattivazione, causa scarso traffico, gli stessi voli vengono sostituiti da un servizio bus diretto per laeroporto di Fiumicino. Dal 5 settembre 2016 anche il servizio bus viene sospeso per scarso traffico.

Il 15 marzo 2016 la compagnia low cost Blue Air annuncia lapertura di un volo trisettimanale verso Torino a partire dal 30 settembre successivo. La nuova rotta ottiene grande successo, registrando oltre 12.000 passeggeri nei primi sei mesi.

Il 17 agosto 2016 la compagnia low-cost Ryanair dopo aver confermato lo scalo abruzzese come base operativa annuncia lapertura di due nuove destinazioni verso Copenaghen e Cracovia con voli bisettimanali a partire dallestate 2017. Viene però contemporaneamente cancellata la rotta per Parigi.

Il 2016 si è chiuso negativamente per laeroporto con una diminuzione di passeggeri del 6.60% rispetto allanno precedente e del 36.5% confrontando il solo mese di novembre 2016 con quello del precedente anno, secondo i dati Assoaeroporti.

Nel Settembre 2018, uninchiesta giornalistica ha rivelato che lAeroporto di Pescara ha il parcheggio più economico tra gli aeroporti italiani.

                                     

3. Dati tecnici

Laeroporto di Pescara è dotato di ununica pista a due testate 22/04, lunga 2419 m e larga 45 m più strisce di sicurezza di 7.5 m di larghezza per ogni lato della pista orientata a 216º o 036º, a seconda della direzione di utilizzo.

La pista 22 è dotata di ILS/DME Cat. I serie 4000 È imminente lattivazione dellimpianto aiuti visivi luminosi in Cat II per la pista 22.

Normalmente per i decolli viene usata la pista 04, mentre la 22 per gli atterraggi in quanto è lunica pista strumentale dellaeroporto, in caso di vento in coda viene usata anche la pista 04 per gli atterraggi eseguendo una procedure chiamata circling to land.

Il servizio di controllo del traffico aereo è fornito da ENAV, la Società Nazionale per lAssistenza al Volo che gestisce il servizio di controllo di Avvicinamento sulla frequenza 120.050 MHz - Pescara Avvicinamento e di Torre sulla frequenza 118.450 MHz - Pescara Torre H24. Inoltre, sempre dalla stessa società è fornito il servizio Meteo che emana bollettini METAR sulle condizioni meteorologiche in tempo reale; mentre, lufficio ARO presso la sede ENAV di Pescara è stato chiuso, e tutti i servizi AIS sono stati assunti dallunità di Roma-Fiumicino.

Laeroporto di Pescara si trova nella FIR di Brindisi e non dispone di Radar per la fornitura dei servizi ATS. Dal 2009 però, nellambito di un progetto dellEUROCONTROL e di ENAV per la riduzione dei ritardi, per aumentare la sicurezza e contribuire a una maggiore efficienza ATM, Pescara dispone di un sistema ADS-B funzionante, ma che non può essere usato per scopi operativi. LADS-B è progettato per fornire informazioni di sorveglianza in spazi aerei con bassa densità di traffico. È stato scelto proprio laeroporto di Pescara perché utilizza la separazione procedurale, che molte volte comporta diverse inefficienze operative.



                                     

3.1. Dati tecnici Dati tecnici

Laeroporto in seguito ai lavori di ampliamento ha aumentato la superficie dellaerostazione; inoltre sono stati realizzati 2 nuovi gates che passano da tre a cinque, e una nuova area commerciale air-side su una superficie di 250 metri quadrati.

                                     

3.2. Dati tecnici Segnaletica orizzontale

  • segnaletica della posizione di attesa.
  • segnaletica di soglia pista;
  • segnaletica di asse e di bordo pista;
  • segnaletica di zona di toccata e di aiming point ;
  • segnaletica di identificazione delle piste;
  • segnaletica di asse e bordo vie di rullaggio, con information signs ;
                                     

3.3. Dati tecnici Aiuti visivi luminosi AVL

  • 22
- Sistema luminoso di avvicinamento di precisione ad alta intensità ridotto a 450 m - Indicatore del sentiero di discesa per avvicinamenti di precisione - Luci zona di toccata - Luci asse centrale pista - Luci bordo pista
  • 04
- Luce di guida alla circuitazione - Sistema di avvicinamento luminoso semplice - Indicatore del sentiero di discesa per avvicinamenti di precisione - Luci asse centrale pista - Luci bordo pista
                                     

4. Interventi di riqualificazione e ampliamento

Inizialmente previsti nei primi mesi del 2008 sono invece portati a completamento solo nel 2011 gli interventi per lampliamento dellaerostazione passeggeri: la zona arrivi non-Schengen è stata ricostruita e ridisegnata interamente di fianco allattuale 1.500 m² mentre gli spazi precedentemente occupati sono stati riconvertiti a zona partenze; oltre allampliamento dellaerostazione, Il 19 settembre 2017 è partito il cantiere relativo agli interventi landside per la completa riqualificazione dellaerostazione; sono stati realizzati i seguenti interventi:

  • Ampliamento dellAPRON 2 completato nel gennaio 2009;
  • Lavori di adeguamento e messa a norma completati a fine 2008;
  • Ampliamento dellaerostazione ad ovest completato nel 2011;
  • Rifacimento pista di atterraggio e decollo completata a marzo 2017;
  • Realizzazione nuova area arrivi completata a Settembre 2018;
  • Ammodernamento dei nastri bagagli;
  • L’unione della sala arrivi nazionali e internazionali;
  • Lavori di modernizzazione e ridisegno del sistema parcheggio completati a novembre 2017;
  • Nuove finiture e impianti nelle zone riqualificate;
  • Rifacimento dei servizi igienici della zona partenze e zona arrivi nazionali;
  • Realizzazione sala daffari/Business Room completata a Novembre 2018;
  • Costruzione uffici e alloggi Reparto Volo Polizia completati a maggio 2014;
  • Realizzazione di una nuova area commerciale duty free che è stata ridisegnata e riarredata per complessivi 7.800 m² rispetto agli attuali 6.300 e in zona arrivi schengen e domestici completata a Luglio 2019;
  • Controllo accessi per l’area sterile;
  • Realizzazione nuova area partenze con nuovi gates, bar e servizi igienici completata a Novembre 2018;
  • Ampliamento del sistema di sicurezza e videosorveglianza dell’aeroporto;

Il Masterplan di sviluppo e ammodernamento dellaeroporto abruzzese prevede inoltre ulteriori interventi di riqualificazione sia in zona airside che landside per un importo complessivo di 33 milioni di euro, tra i quali rientrano:



                                     

4.1. Interventi di riqualificazione e ampliamento Zona landside

  • L’installazione impianto fotovoltaico sulla copertura;
  • Costruzione di un impianto per il trattamento delle acque;
  • Sostituzione della infrastruttura informatica;
  • Rinnovamento dell’impianto di condizionamento;
                                     

4.2. Interventi di riqualificazione e ampliamento Zona airside

  • Investimenti per labbattimento di alcune strutture, un tempo adibite ad uso militare che poi sono state vendute ai privati dallAeronautica Militare, per aumentare il numero di parcheggi per gli aeromobili;
  • Allungamento della pista datterraggio e decollo e la realizzazione di una fermata ferroviaria sulla linea Pescara-Sulmona-Roma il cui progetto è stato redatto in collaborazione con RFI e con lENAC che ha acconsentito al progetto dellallungamento della pista;
  • Costruzione di due nuovi hangar e di unarea cargo;
  • Costruzione di nuovi helipad per i nuclei delle forze dellordine e un nuovo piccolo piazzale per la Guardia Costiera;

Attualmente ledificio della vecchia aerostazione passeggeri è stato convertito ad aerostazione merci, essendo stato impiegato dalla compagnia cargo TNT fino a dicembre 2008 e dalla Maersk fino a ottobre 2010.

                                     

5. Composizione azionaria

Laeroporto di Pescara è gestito attualmente dalla Società Abruzzese Gestione Aeroporto S.p.A. che è una società per azioni nata nel 1981; lazionariato è composto per il 99.99% da enti pubblici Regione Abruzzo, e soltanto una quota simbolica è detenuta dalla società Future Cleaning Srl. La Regione Abruzzo con il 99.49% rappresenta il socio di maggioranza relativa.

                                     

6. Base aerea militare

  • Base del 5º Nucleo elicotteri carabinieri NH500 e AB412
  • Base della 3º Sezione aerea Guardia costiera 1 ATR 42MP, 2 P-166 e 2 AW-139
  • Base di una sezione aerea del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza NH500 e AW139
                                     

7. Altre funzioni

Laeroporto inoltre è:

  • Base dell11º Reparto Volo Polizia di Stato AB212 e B206
  • Base operativa Hoverfly
  • Sede ENAV CA PESCARA
  • Base dellElisoccorso 118 - Emergenza sanitaria AW169
  • Ottava base italiana Ryanair con un aereo basato B738
  • Base del Nucleo elicotteri Vigili del Fuoco AB206 e AB412
                                     

8. Avvenimenti e manifestazioni

  • Nel giugno 1988, in occasione della" Settimana Anglo-Abruzzese”, atterrò sulla pista dellaeroporto il Concorde della British Airways G-BOAB. Per questo avvenimento venne mobilitata lintera città di Pescara, con migliaia di persone che gremirono laeroporto e i bordi dellasse attrezzato.
  • Il 23 giugno 2013 si è svolto un Air Show presso Vasto e il rischieramento delle Frecce Tricolori a Pescara.
  • Nellestate 2000, dopo molti anni di assenza, laeroclub di Pescara tornò ad organizzare un airshow, che tra i molti velivoli civili e militari alcuni anche depoca vide la partecipazione del potente caccia Sukoi 27 Flanker dellaeronautica militare russa. Nellestate del 2001 fu organizzato il secondo e per ora ultimo airshow della nuova serie. Tra i partecipanti degni di rilievo di questa edizione si annoverano lATR 42 MP della Guardia costiera di base proprio a Pescara, una coppia di Tornado IDS della Luftwaffe, quattro F-16 dellU.S. Air Force provenienti da Aviano e la Pattuglia Acrobatica Nazionale, meglio conosciuta al grande pubblico come Frecce Tricolori.
  • Il 12 maggio 2013 si è svolto un Air Show presso Roseto degli Abruzzi che ha visto la partecipazione di alcuni team acrobatici, Polizia di Stato, Guardia costiera e lAeronautica Militare con un HH3F le Frecce Tricolori. Laeroporto ancora una volta ha ospitato il trasporto logistico e il rischieramento dei velivoli, in particolare delle Frecce Tricolori che sono state parcheggiate sulla via di rullaggio "Echo" e che hanno richiesto la chiusura a tutto il traffico aereo generale dellaeroporto durante lesibizione.
  • Dopo 10 anni, il 31 luglio 2010 in occasione del centenario della 1ª manifestazione Aerea presso lo Stadio del Mare è stato organizzato un Air Show con la partecipazione della Polizia di Stato, di aeromobili dellaeroclub di Pescara, della Guardia di Finanza, di un ZLIN 510, della Guardia costiera, dei Blue Voltige, di un CAP 230, della pattuglia Yak Italia, di un Canadair CL-415 della protezione civile, di un HH3F dell84º Centro C/SAR di Brindisi e per finire con la partecipazione delle Frecce Tricolori.


                                     

9.1. Collegamenti Bus

Laeroporto è collegato alla stazione di Pescara Centrale ed il centro cittadino tramite le linee 8 e 38 degli autobus urbani TUA, con partenze cadenzate ogni 20 minuti

Laeroporto è inoltre servito da diverse linee extraurbane, con collegamenti verso i capoluoghi ed i maggiori centri abruzzesi. Pullman di linea effettuano servizi extraregionali, con autolinee per Roma, Caserta-Napoli-Salerno, Ancona-Rimini-Bologna, Termoli-Campobasso-Avellino-Benevento e San Severo-Vieste-Foggia.

                                     

9.2. Collegamenti Auto

Tramite il raccordo autostradale 12 Asse attrezzato, laeroporto è collegato alle principali vie di comunicazione della regione: lautostrada A14 Adriatica, tramite lo svincolo Pescara ovest-Chieti e lautostrada A25 Strada dei parchi tramite lo svincolo Chieti-Pescara.

Situata lungo la SS5 Tiburtina Valeria, laerostazione è velocemente raggiungibile anche dalla vicina SS16 Adriatica e dalla sua variante cittadina, la SS714 Tangenziale di Pescara.