Indietro

ⓘ Zhǎnmǎ dāo




Zhǎnmǎ dāo
                                     

ⓘ Zhǎnmǎ dāo

Lo zhǎnmǎ dāo era una spada a due mani in uso alle truppe di fanteria cinesi durante il regno della Dinastia Song.

                                     

1. Storia

Creatore della zhǎnmǎ dāo sarebbe stato, secondo il manuale bellico dellXI secolo Wujing Zongyao, limperatore Cheng Di 51 a.C.–7 a.C. I dati storici in nostro possesso non possono però confermare un utilizzo diffuso di questarma prima del regno della Dinastia Song 960-1279, quando entrò in dotazione alle forze di fanteria per contrastare le cariche della cavalleria nel più generale contesto dellaumentato numero di attacchi e scorrerie da parte di mongoli e tatari ai danni dellimpero.

                                     

2. Costruzione

Seppur il nome dello zhǎnmǎ dāo richiami la scimitarra tradizionale sino-mongola il dao, i pochi esemplari superstiti di questarma presentano una notevole similitudine con particolari modelli di spada giapponese: nodachi e nagamaki.

La similitudine estetica tra lo zhǎnmǎ dāo le spade in uso ai bushi giapponesi costituisce la più interessante caratteristica di questarma. Nei secoli successivi, soprattutto al tempo della Dinastia Ming 1368-1644, gli armaioli cinesi presero a prestito modelli giapponesi, sostanzialmente il nodachi ed il katana, per sviluppare diverse forme di spada: chang dao, miao dao e wodao. Lo zhǎnmǎ dāo può quindi essere inquadrato come uno dei primi significativi esempi di contaminazione tecnologico-culturale cino-nipponica, in cui il centro di promanazione non era più il Celeste Impero, bensì il Giappone.