Indietro

ⓘ Agere sequitur esse




                                     

ⓘ Agere sequitur esse

Agere sequitur esse è un principio dellontologia tomista secondo cui lazione di ogni ente dipende dalla natura dellente stesso e, forse ancor di più, dal fatto che essere è, in sé, un atto. Ora, dallessere in atto deriva appunto lessere attivo. Di conseguenza, il principio ha anche valore fondativo per letica.

Per Tommaso dAquino dallessere discende necessariamente il dover-essere ; il fatto che ciò che esiste abbia una data natura ontologica condizionerà inevitabilmente lagire morale dello stesso ente, perché ogni ente tende alla propria perfezione. Ne segue che questa tendenza alla perfezione comporta dei comportamenti conseguenti.

Pertanto in un primo accostamento al significato Tommaso sembrerebbe dire che luomo, poiché è una creatura di Dio, non si limiterà a possedere la caratteristica ontologica di semplice creatura, ma sarà anche tenuto a un comportamento morale un dover-essere consono in quanto creazione divina e quindi dovrà aspirare alla perfezione ultraterrena.

In realtà il motto fatto proprio dalla Scolastica non va inteso superficialmente nel senso che lazione segue "temporalmente" allessere o anche nel senso che data la natura dellessere lazione dovrà corrispondere a quella natura, ma tenuto presente che per Tommaso lessere vuol dire atto di essere esse ab actu essendi ossia azione, attualità, di modo che ogni cosa esiste per mettere in atto azioni, allora lessere coincide con lazione nel suo compimento finale.