Indietro

ⓘ Juventus Football Club 2011-2012



                                     

ⓘ Juventus Football Club 2011-2012

La stagione 2011-2012 della Juventus è stata la 79ª stagione in Serie A e la 106ª complessiva in massima serie. Il club bianconero, inoltre, non ha partecipato ad alcuna coppa europea a causa del piazzamento al 7º posto nel campionato precedente. I bianconeri iniziano la stagione con un nuovo allenatore: Antonio Conte, capitano della Juventus negli anni 1990.

Da questo campionato, la nuova casa bianconera è lo Juventus Stadium: limpianto è stato inaugurato l8 settembre 2011, con una cerimonia che ha visto il culmine in unamichevole col Notts County, club professionistico più antico del mondo, da cui la Juventus nel 1903 "ereditò" la divisa bianconera.

La prima partita ufficiale nel nuovo stadio si è svolta il successivo 11 settembre, in occasione del debutto stagionale della squadra, con la vittoriosa sfida di campionato contro il Parma 4-1: a segnare la prima rete ufficiale nel nuovo stadio sarà Stephan Lichtsteiner. Dopo le prime gare, la Juventus si porta in testa alla classifica insieme allUdinese. Nel mese di ottobre, i bianconeri hanno la meglio su Milan, Fiorentina e Inter, ottenendo, però, nel contempo, una serie di pareggi contro le piccole, in un trend che segnerà lintera stagione. Complice il rinvio della gara contro il Napoli per maltempo e la sosta per le Nazionali, la squadra resta ferma per tre settimane, fino al 20 novembre, con la vittoria contro il Palermo per 3-0. La gara con il Napoli viene recuperata alla fine del mese: i bianconeri, sotto prima per 2-0 e poi per 3-1, riescono a rimontare il doppio svantaggio e a portare a casa un pareggio per 3-3 e a mantenere la propria imbattibilità stagionale.

Gli schemi offensivi di Conte generano un possesso palla che a fine stagione risulta essere il primo in Italia e il terzo in Europa dietro solo al Barcellona e al Bayern Monaco, mentre il gioco corale messo in atto permette di sopperire allassenza di un bomber prolifico lunico attaccante a finire in doppia cifra è Alessandro Matri: a fine stagione sono venti i giocatori andati in rete. Lex rossonero Andrea Pirlo, arrivato a parametro zero, si rivela decisivo nel dare ordine e qualità al gioco della Juve, così come sorprende limpatto sulla squadra del giovane cileno Vidal; per meglio sfruttare le loro caratteristiche, Conte rinuncia al suo classico 4-2-4 per disegnare prima un 4-3-3 e poi 3-5-2 che esalti appieno le loro potenzialità. I due nuovi arrivati vanno ad affiancare a centrocampo Claudio Marchisio che, in questa stagione, fa il salto di qualità conquistando anche un posto da titolare in Nazionale; nel corso dellannata il centrocampista si scopre anche molto prolifico in zona gol. La difesa, pur se composta in buona parte dagli stessi uomini che terminarono il campionato precedente, appare rigenerata, diventando numeri alla mano la migliore del continente: i progressi mostrati da Leonardo Bonucci sono il sintomo più evidente di questo salto di qualità. Risulta importante anche lapporto dato dalle seconde linee, tra cui si mettono in evidenza Emanuele Giaccherini dal Cesena, Martín Cáceres, Marcelo Estigarribia dal Deportivo Maldonado e Paolo De Ceglie.

L8 dicembre la Juventus esordisce in Coppa Italia battendo il Bologna per 2-1 con una rete di Marchisio nei tempi supplementari negli ottavi di finale.

La partita del 12 dicembre contro la Roma, finita 1-1, è la prima della storia della Serie a essere trasmessa in 3D. Il 21 dicembre si recupera la prima giornata e, contro lUdinese terza in classifica, la Juventus pareggia per 0-0, arrivando alla pausa natalizia in testa al campionato. Dopo la ripresa, con la vittoria contro lAtalanta del 21 gennaio, si laureano campioni dinverno con un punto di vantaggio sul Milan e tre sullUdinese. Il 24 gennaio nei quarti di finale di Coppa Italia la Juventus sconfigge per 3-0 la Roma, qualificandosi per la semifinale in cui lavversario sarà il Milan.

Il girone di ritorno si apre con la vittoria contro lUdinese e sarà successivamente segnata dai rinvii delle partite contro Parma e Bologna a causa della pesante ondata di freddo che colpì lItalia e mutilò pesantemente il campionato. Il Milan, così, scavalcò la Juventus in testa alla classifica e mantenne tale posizione anche dopo i recuperi, dopo una serie di pareggi in cui incapparono i bianconeri. La sfida con i rossoneri si ripete anche in Coppa Italia, l8 febbraio, nellandata della semifinale, a Milano, e si conclude con la vittoria bianconera per 2-1.

Lo scontro diretto in campionato, ancora al Meazza, del 25 febbraio termina invece in parità, ma è macchiato da vari errori arbitrali tra cui un gol fantasma non assegnato ai rossoneri e una rete valida annullata ai bianconeri per presunto fuorigioco che scatenano fitte polemiche. Il distacco di due punti in classifica rimase pertanto immutato.

La 27ª giornata segna un primo punto di svolta nel campionato, coi rossoneri che battono in casa il Lecce e scavano un solco di quattro punti sui bianconeri, bloccati in trasferta dal Genoa. Nel turno seguente, viene battuta per 5-0 la Fiorentina.

Il 20 marzo è in programma la gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro il Milan: i tempi regolamentari si chiudono sull1-2, risultato speculare a quello dellandata che porta ai tempi supplementari. Il 2-2 di Vucinic al 94 qualifica i bianconeri per la finale. 5 giorni più tardi, lInter viene sconfitta per 2-0 in casa.

Il mese di aprile si apre con le vittorie contro Napoli e Palermo, che consentono il sorpasso in testa ai danni del Milan, fermato prima sul pari dal Catania e poi battuto dalla Fiorentina in casa con un gol allo scadere dellex juventino Amauri. Inoltre, con la partita della 31ª giornata contro il Palermo i bianconeri eguagliano il record italiano della miglior serie iniziale di partite senza sconfitte, per i campionati a 20 squadre, dellInter 2006-2007. Con il successivo incontro della 32ª giornata contro la Lazio la squadra torinese supera lo stesso record. Da segnalare in questa gara un gol su punizione di Alessandro Del Piero, che si rivelerà determinante per la vittoria e per la successiva conquista dello scudetto. La 34ª giornata vede la Juventus portare a tre le lunghezze di vantaggio sul Milan, complice lampia vittoria dei bianconeri sulla Roma e il nuovo passo falso dei rossoneri in casa, stavolta col Bologna.

Col successo della 35ª giornata sul Novara, la Juventus raggiunge una striscia di otto vittorie consecutive, nuovo record stagionale, mettendo una seria ipoteca sul campionato, con tre lunghezze di vantaggio sul Milan: tuttavia, un errore, tra i pochi in stagione, di Buffon nella gara contro il Lecce consente a questi ultimi di pareggiare e ai rossoneri di portarsi a un solo punto di distacco a due giornate dalla fine.

Il 6 maggio 2012, in occasione della 37ª giornata, la Juventus conquista aritmeticamente lo scudetto in virtù della vittoria esterna contro il Cagliari allo Stadio Nereo Rocco di Trieste e della contemporanea sconfitta del Milan nel derby contro lInter.

Con una striscia di 38 risultati utili da inizio campionato, pertanto imbattuta, la squadra ottiene un record storico che batte quello della miglior serie iniziale di partite senza sconfitte della stagione 1949-1950. In campionato è stato anche battuto il record di partite senza sconfitte consecutive per quel che riguarda la squadra nei campionati a girone unico. Il precedente era stato realizzato a cavallo tra le stagioni del campionato 2005-2006 e del 2007-2008 con 30 partite consecutive escludendo la Serie B.

Il 13 maggio 2012, con la vittoria sullAtalanta allultima giornata di campionato, la squadra batte contemporaneamente due record assoluti: raggiunge quota 43 risultati utili consecutivi 42 in stagione comprese le 4 partite di Coppa Italia più lultima giornata del campionato precedente, striscia record di imbattibilità in Italia indipendentemente dalla competizione giocata che supera quella del Milan stabilita tra il 1992 e il 1993, e manda a segno 20 differenti giocatori 5 dei quali anche in Coppa Italia grazie alle reti di Luca Marrone e di Andrea Barzagli su rigore. Il gol incassato nella partita ferma inoltre il totale delle reti subite a 20, anchesso un record per la Serie A nei gironi a 20 squadre. La gara rappresenta anche lultima partita a Torino per lo storico capitano Alessandro Del Piero, che lascerà a fine stagione dopo 19 anni. Nelloccasione, Del Piero mette a segno il suo 290º gol con la maglia bianconera, venendo poi sostituito al 57, acclamato dai tifosi in lacrime.

Lultima gara stagionale è la finale di Coppa Italia contro il Napoli. La Juventus scende in campo con un distintivo speciale sulla maglia per celebrare lultima partita in assoluto in bianconero del suo capitano. La partita, giocata allOlimpico di Roma il 20 maggio 2012, termina 0-2 per i partenopei; questa sconfitta mette anche fine allimbattibilità assoluta della squadra bianconera – escludendo l1-2 contro il Milan nella semifinale di ritorno di Coppa Italia che si trasformò in un 2-2 dopo i tempi supplementari – che tra campionato e coppa termina dopo 43 partite utili consecutive record nazionale.

È questa lultima stagione in maglia bianconera di Alessandro Del Piero, che dopo diciannove anni lascia la Juventus. Il numero 10 spesso si trova relegato in panchina in campionato, giocando con continuità solo in Coppa. Il capitano trova comunque modo durante la stagione di timbrare la sua settecentesima partita con la maglia della Juventus, incrementando il record di presenze, e di siglare gol allInter e alla Lazio.

                                     

1. Maglie e sponsor

Lo sponsor tecnico per la stagione 2011-2012 è Nike, mentre gli sponsor ufficiali sono BetClic per la prima maglia e Balocco per la seconda e terza maglia.

La prima divisa vede la classica maglia a strisce bianconere, disegnate però con un particolare effetto tridimensionale, con calzoncini e calzettoni bianchi. La seconda divisa rielabora lo stile delle prime casacche della squadra torinese, presentando una maglia di colore rosa vivo contraddistinta da una grande stella bordata di nero sul busto, con calzoncini e calzettoni anchessi neri. Infine come terza divisa viene riutilizzata luniforme di cortesia della stagione precedente, un completo bianco con palo centrale tricolore.

La divisa per i portieri è completamente nera, con due inserti laterali che richiamano vagamente la bandiera italiana; sono inoltre disponibili varianti in grigio e giallo.

                                     

2.1. Calciomercato Sessione estiva dal 1º/7 al 31/8

La Juventus si muove con gli acquisti, a parametro zero, di Andrea Pirlo dal Milan, di Reto Ziegler dalla neoretrocessa Sampdoria e di Michele Pazienza dal Napoli. Il 25 giugno 2011, allapertura delle buste inerenti alle comproprietà, passano al club bianconero Sergio Bernardo Almirón dal Bari, e Albin Ekdal dal Bologna, mentre fanno ritorno, per fine prestito, Amauri dal Parma, Luca Marrone dal Siena e Cristian Pasquato dal Modena. A titolo definitivo arrivano invece a Torino il terzino Stephan Lichtsteiner, ufficializzato il 1º luglio 2011, acquistato dalla Lazio per 10 milioni di euro pagabili in tre anni, il centrocampista cileno Arturo Vidal, rilevato dal Bayer Leverkusen per 10.5 milioni di euro più 2 di eventuali bonus e viene ufficializzato il 1º agosto 2011 lattaccante Mirko Vučinić: il montenegrino viene acquistato dalla Roma per 15 milioni di euro pagabili in tre anni. A lasciare la città della Mole sono invece Alberto Aquilani, Armand Traoré e Leandro Rinaudo per fine prestito ; con il prestito parte inoltre Felipe Melo, passato al Galatasaray con formula onerosa a 1.5 milioni. Tiago Mendes invece, rescinde il contratto; sono invece ceduti a titolo definitivo Hasan Salihamidžić, accasatosi al Wolfsburg a parametro zero, e Mohamed Sissoko, ceduto al Paris Saint-Germain per 7 milioni più 1 di eventuale bonus.

                                     

3. Statistiche

Statistiche di squadra

Dati statistici aggiornati al 20 maggio 2012.

Fonte: Serie A – Classifiche, su sport.sky.it archiviato dall url originale l11 settembre 2014. Legenda: Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori

Dati statistici aggiornati al 20 maggio 2012. In corsivo i giocatori che hanno lasciato la società durante la stagione.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →