Indietro

ⓘ Modifiche territoriali e amministrative dei comuni della Toscana




                                     

ⓘ Modifiche territoriali e amministrative dei comuni della Toscana

Questa pagina riassume tutte le modifiche territoriali ed amministrative dei comuni toscani dallUnità ad oggi.

  • 1865. Bagnone-Filattiera: il comune di Bagnone cede le frazioni di Rocca Sigillina, Cavallana, Lusignana e Gigliana a quello di Filattiera.
  • Fiesole-Firenze: il comune di Fiesole cede a quello di Firenze la zona più vicina alle mura del capoluogo attuali quartieri del Campo di Marte, San Gervasio e zona del Viale Mazzini.
  • Casellina e Torri-San Casciano in Val di Pesa: la frazione della Romola passa dal comune di Casellina e Torri a quello di San Casciano in Val di Pesa.
  • 1860. Soppressione dei tre comuni di Groppoli, Treschietto e Varano; annessi rispettivamente ai comuni di Mulazzo, Bagnone e Licciana Nardi.
  • Soppressione del comune di Rovezzano, che viene diviso tra quelli di Firenze San Salvi e Varlungo e Fiesole Rovezzano e Settignano.
  • Soppressione del comune di Legnaia, che viene diviso tra i comuni di Firenze e Casellina e Torri.
  • Galluzzo-Firenze: il comune del Galluzzo cede a quello di Firenze la zone di Arcetri, Poggio Imperiale, San Gaggio Le Due Strade).
  • Soppressione del comune del Pellegrino, che viene diviso tra i comuni di Firenze ; Sesto Fiorentino una parte di Novoli e Polverosa le località del Sodo e del Lippi e Fiesole Trespiano, Serpiolle e Careggi.
  • Bagno a Ripoli-Firenze: il comune di Bagno a Ripoli cede a Firenze le zone di San Miniato, Pian de Giullari, Bandino e Badia a Ripoli.
  • Costituzione del comune di Calci, distaccato da quello di Pisa.
  • Abbadia San Salvatore-Castiglione dOrcia. Il comune di Abbadia San Salvatore cede a quello di Castiglione dOrcia le frazioni di Campiglia dOrcia, Bagni di San Filippo e Caselle del Vivo.
  • 1867. Costituzione del comune di Buti, distaccato da quello di Vicopisano.
  • Soppressione del comune di Castiglione Ubertini, annesso a quello di Terranuova Bracciolini.
  • Soppressione del comune di Montecalvoli, annesso a quello di Santa Maria a Monte.
  • 1868. Castel San Niccolò-Montemignaio. il comune di Montemignaio cede le frazioni di Battifolle, Coiano, Poggio Vertelli, Ristonchi e Vertelli al comune di Castel San Niccolò.
  • Costituzione del comune di Massarosa, distaccato da quello di Viareggio.
  • Montecatini Val di Cecina-Lajatico. Rettifica di confine a favore del comune di Lajatico.
  • Firenze-Bagno a Ripoli: il comune di Firenze restituisce la frazione del Bandino al comune di Bagno a Ripoli.
  • Volterra-Lajatico. Cessione della frazione di Spedaletto da parte del comune di Volterra a favore di quello di Lajatico.
  • Costituzione del comune di Masse di Siena, con la fusione dei comuni di Masse di Città e Masse di San Martino.
  • 1869. Soppressione del comune di Terrarossa: il capoluogo passa sotto il comune di Licciana Nardi; la frazione di Riccò sotto Tresana.
  • Pomarance-Castelnuovo di Val di Cecina. Le frazioni di Sasso Pisano e Leccia passano dal comune di Pomarance a quello di Castelnuovo di Val di Cecina.
  • 1870. Soppressione del comune di Albiano di Magra, spartito tra i comuni di Aulla frazione di Caprigliola e Podenzana ex capoluogo.
  • 1873. Soppressione del comune di Raggiolo, che viene unito al comune di Ortignano per formare il comune di Ortignano Raggiolo.
  • Masse di Siena-Siena. Il comune di Siena viene leggermente allargato con due piccole zone distaccate dal comune di Masse di Siena.
  • 1876. Montaione-Castelfiorentino. Il comune di Montaione cede le frazioni di Coiano e Castelnuovo a quello di Castelfiorentino.
  • Trequanda-San Giovanni dAsso. La frazione di Montisi passa dal comune di Trequanda a quello di San Giovanni dAsso.
  • 1877. Soppressione dei comuni delle cortine di Pistoia, che vengono annessi al comune di Pistoia.
  • Costituzione del comune di Altopascio, distaccato da quello di Montecarlo.
  • 1881. Aulla-Podenzana. La frazione di Albiano passa dal comune di Podenzana a quello di Aulla.
  • Costituzione del comune di Ponte Buggianese, distaccato da quello di Buggiano.
  • 1882. Costituzione del comune di Rio Marina, distaccato da quello di Rio nellElba.
  • Villa Basilica-Vellano: il comune di Villa Basilica cede le frazioni di Stiappa e Pontito a quello di Vellano.
  • 1883. Vellano-Pescia: il comune di Vellano cede la frazione di Pietrabuona a quello di Pescia.
  • Vicopisano-Calci: la frazione di Montemagno viene staccata dal comune di Vicopisano ed assegnata a quello di Calci.
  • Villa Basilica-Pescia: il comune di Villa Basilica cede a quello di Pescia le frazioni di Collodi e Veneri.
  • Borgo a Mozzano-Lucca: il comune di Borgo a Mozzano cede a quello di Lucca una zona lungo il Serchio con la frazione di Piaggione.
  • 1884. Lucca-Capannori: il comune di Lucca cede a quello di Capannori una piccolissima zona di territorio nei pressi di Marlia.
  • Costituzione del comune di Marciana Marina, distaccato da quello di Marciana.
  • 1890. Villa Basilica-Pescia: le frazioni di San Quirico, Medicina, Fibbialla ed Aramo passano dal comune di Villa Basilica a quello di Pescia.
  • Riparbella-Cecina. La frazione di San Pietro in Palazzi passa dal comune di Riparbella a quello di Cecina.
  • 1892. Costituzione del comune di Tavarnelle Val di Pesa, distaccato da quello di Barberino Val dElsa.
  • 1893. Borgo a Mozzano-Bagni di Lucca: il comune di Borgo a Mozzano cede le frazioni di Lugnano, Bugnano, Pieve dei Monti di Villa e Granaiola al comune di Bagni di Lucca.
  • Vicchio-Dicomano: le frazioni di Celle e Villa passano dal comune di Vicchio a quello di Dicomano.
  • Costituzione del comune di Campo nellElba, distaccato da quello di Marciana Marina.
  • 1894. Villafranca in Lunigiana-Bagnone: la frazione di Orturano passa dal comune di Villafranca in Lunigiana a quello di Bagnone.
  • Costituzione del comune di Larciano, distaccato da quello di Lamporecchio.
  • 1895. Pescia-Uzzano. La frazione di Chiesina Uzzanese passa dal comune di Pescia a quello di Uzzano.
  • 1902. Costituzione del comune di Crespina, distaccato da quello di Fauglia.
  • 1897. Borgo a Mozzano-Bagni di Lucca: il comune di Borgo a Mozzano cede a quello di Bagni di Lucca la frazione di Fornoli.
  • Roccastrada-Grosseto. Il comune di Roccastrada cede la frazione di Montepescali al comune di Grosseto.
  • 1904. Soppressione del comune di Masse di Siena, che viene unito a quello di Siena.
  • 1905. Costituzione dei comuni di Bagni di Montecatini oggi Montecatini Terme e Pieve a Nievole, distaccati da quello di Montecatini Val di Nievole.
  • Costituzione del comune di Capoliveri, distaccato da quello di Porto Longone oggi Porto Azzurro.
  • 1906. Ricostituzione del comune di Bibbona, distaccato da quello di Cecina diventata capoluogo del vecchio comune unito.
  • Santa Croce sullArno-Castelfranco di Sotto. La frazione di Orentano passa dal comune di Santa Croce sullArno a quello di Castelfranco di Sotto.
  • Collesalvetti-Rosignano Marittimo. La frazione di Gabbro viene ceduta dal comune di Collesalvetti a quello di Rosignano Marittimo.
  • 1910. Fiesole-Firenze. Il comune di Fiesole cede a quello di Firenze due zone: una comprendente Trespiano, Serpiolle, parte di Pian di San Bartolo e Careggi; laltra comprendente Rovezzano, Settignano e Coverciano.
  • 1913. Costituzione del comune di Porcari, distaccato da quello di Capannori.
  • Costituzione del comune di Agliana, distaccato da quello di Montale.
  • 1915. Bagno a Ripoli-Firenze: piccolissima rettifica di confine a vantaggio del comune di Firenze ex palazzo comunale di Bagno a Ripoli.
  • Costituzione del comune di CastellAzzara, distaccato dal comune di Santa Fiora.
  • Costituzione del comune di Rufina, distaccato da quello di Pelago.
  • 1914. Costituzione del comune di Forte dei Marmi, distaccato da quello di Pietrasanta.
  • Fosdinovo-Fivizzano. La frazione di Viano passa dal comune di Fosdinovo a quello di Fivizzano.
  • 1919. Costituzione del comune di Comano, distaccato da quello di Fivizzano.
  • 1917. Costituzione del comune di Gambassi Terme, distaccato da quello di Montaione.
  • Ricostituzione del comune di Pari, distaccato da quello di Campagnatico.
  • 1920.Costituzione del comune di Seggiano, distaccato da quello di Castel del Piano.
  • Costituzione del comune di Follonica, distaccato da quello di Massa Marittima.
  • 1925. Capannori-Altopascio. La frazione di Badia Pozzeveri passa dal comune di Capannori a quello di Altopascio.
  • Dicomano-Londa: le frazioni di Vicorati e Petroio passano dal comune di Dicomano a quello di Londa.
  • I comuni di Santa Luce ed Orciano Pisano vengono uniti per dare vita al comune di Santa Luce Orciano.
  • Costituzione del comune di Casciana Terme, distaccato da quello di Lari.
  • 1927. Palaia-Montopoli in Val dArno. Il comune di Palaia cede le frazioni di Marti e Castel del Bosco a quello di Montopoli in Val dArno.
  • 1926. Costituzione del comune di Civitella Paganico, con una parte del comune di Campagnatico e il soppresso comune di Pari.
  • Lo Scoglio dAffrica o Formica di Montecristo è assegnato al comune di Campo nellElba.
  • San Giuliano Terme-Pisa: piccola rettifica del confine a favore del comune di Pisa.
  • Montopoli in Val dArno-Palaia: piccola rettifica di confini a vantaggio del comune di Palaia ad ovest di Marti.
  • Vicopisano-Bientina. Piccolissima rettifica dei confini a favore del comune di Bientina.
  • Costituzione del comune di Impruneta, con una parte del territorio del soppresso comune del Galluzzo.
  • 1928. Soppressione del comune di Vellano, annesso a quello di Pescia.
  • Sorano-Manciano. Le frazioni di Catabbio e San Martino sul Fiora vengono staccate dal comune di Sorano ed annesse a quello di Manciano.
  • Soppressione del comune del Galluzzo, che viene in parte suddiviso tra i comuni di Firenze Galluzzo, San Felice ad Ema e Cascine del Riccio, Casellina e Torri Giogoli e Bagno a Ripoli campagne ad ovest di Grassina e in parte va a costituire il nuovo comune di Impruneta.
  • Casellina e Torri dal 1929 ribattezzato Scandicci-Firenze. Il comune di Casellina e Torri cede a quello di Firenze le frazioni di San Bartolo a Cintoia, Santa Maria a Cintoia, Marignolle, San Lorenzo a Greve, Ugnano, Mantignano e Sollicciano.
  • Calcinaia-Pontedera. Piccola rettifica dei confini a favore del comune di Pontedera.
  • Soppressione del comune di Brozzi, suddiviso tra i comuni di Firenze ; Campi Bisenzio San Donnino; Sesto Fiorentino Osmannoro e Signa piccola zona lungo il fiume Arno.
  • Sesto Fiorentino-Firenze. Il comune di Sesto Fiorentino cede a quello di Firenze una porzione di territorio comprendente Castello, Quarto, Il Sodo, Le Panche, Il Lippi e parte delle località di Novoli, Polverosa e San Silvestro a Ruffignano.
  • Bagno a Ripoli-Firenze. Il comune di Bagno a Ripoli cede definitivamente la frazione di Bandino e quelle di Badia a Ripoli, Nave a Rovezzano, parte di Ponte ad Ema a quello di Firenze.
  • Castagneto Carducci-Campiglia Marittima. Piccola rettifica a nord dellallora frazione di San Vincenzo a favore del comune di Campiglia Marittima.
  • Cascina-Calcinaia. Piccolissima rettifica a favore del comune di Calcinaia.
  • I comuni di Pratovecchio e Stia sono uniti per formare il nuovo comune di Pratovecchio Stia.
  • Vicopisano-Calcinaia. Una parte della frazione di Fornacette passa dal comune di Vicopisano a quello di Calcinaia.
  • San Miniato-Palaia. La frazione di Agliati passa dal comune di San Miniato a quello di Palaia.
  • Pontedera-Calcinaia. Piccolissima rettifica a favore del comune di Calcinaia.
  • 1929. Vagli Sotto-Stazzema. La frazione di Arni passa dal comune di Vagli Sotto a quello di Stazzema.
  • Cascina-Pontedera. Rettifica dei confini a favore del comune di Pontedera.
  • Calcinaia-Vicopisano. Piccola rettifica dei confini a favore del comune di Vicopisano.
  • Volterra-Montecatini Val di Cecina. La frazione di Buriano passa dal comune di Volterra a quella di Montecatini Val di Cecina.
  • 1931. Palaia-Pontedera. La frazione di Treggiaia passa dal comune di Palaia a quello di Pontedera.
  • Collesalvetti-Livorno. La zona costiera del comune di Collesalvetti Calambrone passa al comune di Livorno.
  • Soppressione del comune di Pratovecchio Stia e ricostituzione dei due comuni di Pratovecchio e Stia con alcune modifiche territoriali. Il comune di Pratovecchio cede a quello di Stia le frazioni di Papiano e Ponte dArno, ricevendo in cambio da Stia le frazioni di Campolombardo, Castelcastagnaio, Gualdo e Villa.
  • 1934. Pieve a Nievole-Montecatini Terme: il comune di Pieve a Nievole cede una zona al comune di Montecatini Terme.
  • Montecatini Val di Nievole-Montecatini Terme: il comune di Montecatini Val di Nievole cede una piccola zona a quello di Montecatini Terme.
  • 1936. Costituzione del comune di Abetone, con una zona distaccata dal comune di Cutigliano ed una distaccata dal comune di Fiumalbo, appartenente alla provincia di Modena.
  • 1938. I comuni di Massa, Carrara e Montignoso sono uniti per formare il nuovo comune di Apuania.
  • Cecina-Castellina Marittima. Rettifica dei confini a favore del comune di Castellina Marittima per un errore amministrativo nella rettifica del 1892 tra Cecina e Riparbella.
  • Firenze-Scandicci: la frazione di Signano viene restituita dal comune di Firenze a quello di Scandicci.
  • 1939. Pistoia-Piteglio. La frazione di Prunetta viene ceduta dal comune di Pistoia a quello di Piteglio.
  • 1946. Soppressione del comune di Apuania e ricostituzione dei comuni di Massa, Carrara e Montignoso.
  • 1949. Costituzione del comune di Vaiano, distaccato da quello di Prato.
  • 1948. Soppressione del comune di Trassilico; il capoluogo passa al comune di Gallicano ed il restante territorio forma il nuovo comune di Fabbriche di Vallico.
  • Costituzione del comune di San Vincenzo, distaccato da quello di Campiglia Marittima.
  • 1940. Soppressione del comune di Montecatini Val di Nievole, il cui territorio viene diviso tra quelli di Montecatini Terme e Pieve a Nievole.
  • Cinigiano-Castel del Piano. La frazione di Montenero dOrcia passa dal comune di Cinigiano a quello di Castel del Piano.
  • 1955. Castiglione della Pescaia-Grosseto. I comuni di Castiglione della Pescaia e di Grosseto si scambiano due piccole zone lungo il confine del fiume Bruna.
  • 1956. Pontremoli-Zeri: la frazione di Arzelato passa dal comune di Zeri a quello di Pontremoli.
  • 1950. Marciana-Portoferraio. Il comune di Marciana cede al comune di Portoferraio la zona costiera tra il Golfo della Biodola e Punta Acquaviva.
  • 1957. Il comune di Santa Luce Orciano viene diviso nei due comuni originari di Santa Luce ed Orciano Pisano.
  • Castiglione della Pescaia-Grosseto. Piccola rettitica dei confini nella zona costiera a favore del comune di Castiglione della Pescaia.
  • Costituzione del comune di Scarlino, distaccato da quello di Gavorrano.
  • Costituzione del comune di Capalbio, distaccato da quello di Orbetello.
  • 1960. Costituzione del comune di Monterotondo Marittimo, distaccato da quello di Massa Marittima.
  • 1962. Pescaglia-Borgo a Mozzano: la frazione di Motrone passa dal comune di Pescaglia a quello di Borgo a Mozzano.
  • Costituzione del comune di Poggio a Caiano, distaccato da quello di Carmignano.
  • Costituzione del comune di Semproniano, con zone distaccate dai comuni di Manciano località Catabbio; Santa Fiora località Cellena e Roccalbegna località di Semproniano, Petricci e Rocchette di Fazio
  • 1963. Costituzione del comune di Chiesina Uzzanese, distaccato da quello di Uzzano.
  • 2015. Fusione dei comuni di Sillano e di Giuncugnano in Sillano Giuncugnano.
  • 2007. Pontedera-Calcinaia. Piccolo scambio di terreni tra i due comuni.
  • 2018 Fusione dei comuni di Laterina e Pergine Valdarno nel nuovo comune di Laterina Pergine Valdarno e di Rio nellElba e Rio Marina nel nuovo comune di Rio
  • 1973. Dicomano-Londa: piccolissima rettifica di confine a vantaggio del comune di Londa, nei pressi del capoluogo.
  • 2017. Fusione dei comuni di Abetone e Cutigliano nel nuovo comune di Abetone Cutigliano; di Piteglio e San Marcello Pistoiese in San Marcello Piteglio e di Montalcino e San Giovanni dAsso in Montalcino.
  • 2005. Casola in Lunigiana-Fivizzano. In seguito ad un referendum popolare, la parte della frazione di Equi Terme compresa nel comune di Casola in Lunigiana passa sotto il comune di Fivizzano.
  • 1991. Pescia-Uzzano. Piccolissima rettifica dei confini comunali a favore del comune di Uzzano.
  • 1979. San Marcello Pistoiese-Cutigliano: il comune di San Marcello Pistoiese cede a quello di Cutigliano una piccolissima fetta di territorio disabitato Poggio della Doganaccia.
  • 2019 Fusione dei comuni di Barberino Val dElsa e Tavarnelle Val di Pesa nel nuovo comune di Barberino Tavarnelle
  • 1970. Piombino-Follonica. Il comune di Piombino cede a quello di Follonica la frazione di Prato Ranieri, conosciuta anche come Lido di Follonica.
  • 1983. Fosdinovo-Fivizzano. Le frazioni di Cortila e Gragnola passano dal comune di Fosdinovo a quello di Fivizzano.
  • 1984. Barberino di Mugello-Vaiano-Cantagallo-Vernio. Il comune di Barberino di Mugello cede i propri territori della Valle del Bisenzio ai comuni di Vaiano una striscia minima disabitata, Cantagallo zona della Rocca di Cerbaia e Vernio una zona a sud di Mangona ed una nei pressi di Risubbiani.
  • 2014. Fusione dei comuni di Castelfranco di Sopra e Pian di Scò nel nuovo comune di Castelfranco Pian di Scò; di Fabbriche di Vallico e Vergemoli in Fabbriche di Vergemoli; di Figline Valdarno ed Incisa in Val dArno in Figline ed Incisa Valdarno; di Scarperia e San Piero a Sieve in Scarperia e San Piero; di Casciana Terme e Lari in Casciana Terme Lari; di Crespina e Lorenzana in Crespina Lorenzana e di Pratovecchio e Stia in Pratovecchio Stia.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...