Indietro

ⓘ Serina (Italia)




Serina (Italia)
                                     

ⓘ Serina (Italia)

Serina è un comune italiano di 2 062 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia. Situato nellomonima valle, laterale della val Brembana, dista circa 30 chilometri a nord dal capoluogo orobico.

                                     

1. Storia

Le origini del paese sembrano risalire al I secolo a.C. ai tempi della dominazione romana, quando tutta la valle Serina fu riunita sotto il municipio di Bergamo. A tal periodo risalgono i primi insediamenti abitativi, creatisi anche grazie alla scoperta di miniere di ferro nella zona vicina al confine con Dossena.

Anche il toponimo risalirebbe allepoca romana, e parrebbe essere ricollegato a quello del fiume Serio, situato in valle Seriana. Questo che stava ad indicare un flusso o corrente, riconducibile al torrente, omonimo del paese, che attraversa la parte alta della valle.

Tuttavia i primi documenti scritti che attestano lesistenza del borgo risalgono soltanto allXI secolo, periodo in cui Serina cominciò a ritagliarsi uno spazio importante nellambito dei commerci. Difatti da questa conca transitava la via Mercatorum, antica via dei traffici che collegava la val Seriana con lalta val Brembana, che aveva in Serina il borgo di maggior importanza.

A tal riguardo, alcuni documenti risalenti al risorgimento italiano, attestano che Serina aveva quasi 1 500 abitanti, addirittura il doppio del vicino centro di San Pellegrino Terme.

Leconomia visse periodi di grande splendore anche grazie alle miniere romane per lestrazione del ferro, che permisero lo sviluppo di officine atte alla lavorazione del materiale estratto, che veniva utilizzato per la costruzione di armi e utensili vari in ferro.

Anche lindustria laniera trasse benefici dalla presenza del torrente Ambria, che permetteva il funzionamento dei macchinari per la produzione del panno grosso bergamasco.

Lepoca medievale vide il centro sottoposto al potere della famiglia guelfa dei Torriani fin dallanno 1265. Tale influenza durò fino al XV secolo quando larrivo della dominazione veneta portò Serina ad essere il capoluogo della Valle Brembana Superiore con tanto di vicario della Serenissima ruolo che ricoprì fino al 1797, quando la zona entrò a fare parte della repubblica Cisalpina.

Da ricordare che il paese diede i natali, nel 1480, al pittore Jacopo Negretti, meglio conosciuto come Palma il Vecchio.

                                     

2. Da vedere

Il paese è meta di villeggiatura grazie ad uninvidiabile posizione che garantisce tranquillità, aria pulita, nonché un tuffo in mezzo al verde, grazie ad itinerari naturalistici che permettono di compiere escursioni adatte ad ogni utenza. Sono difatti presenti sia sentieri alla portata di chiunque, che vie per i più esperti.

Anche a livello architettonico sono presenti numerosi edifici che meritano di essere visitati: in primis la chiesa parrocchiale, dedicata alla Santissima Annunziata ed edificata nel 1744 in luogo di un precedente edificio di culto risalente al XIV secolo.

Allinterno si possono ammirare opere di grandissimo valore che annoverano tra gli autori Palma il Vecchio, Palma il Giovane ed altri importanti artisti. Notevole è pure la decorazione a stucco operata dagli stuccatori Muzio ed Eugenio Camuzio, suo zio.

Importante sono anche il santuario di San Rocco, risalente al XIV secolo, ed il monastero della Santissima Trinità, edificato nel corso del XVII secolo, che custodiscono opere di Palma il Giovane.

Presso la frazione di Valpiana, confinante con il comune di Oltre il Colle, è visibile il Ristoro, antico luogo, situato sul lato della strada, grazie al quale i viandanti trovavano rifugio e riposo. Alcuni affreschi sono ancora osservabili al suo interno, sebbene le varie ristrutturazioni ne abbiano modificato laspetto, rendendolo più moderno.

E presso la frazione di Lepreno antica contrada un tempo "Paese Gemello" di Serina e visibile lantica parrocchia eretta nel 1190

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...