Indietro

ⓘ Indice dell'inflazione percepita




                                     

ⓘ Indice dellinflazione percepita

L indice dellinflazione percepita, sviluppato da Hans Wolfgang Brachinger, è un indicatore statistico destinato a misurare linflazione percepita. Scopo dellindice è la misura dellinflazione soggettiva percepita da uneconomia domestica rappresentativa durante i suoi acquisti quotidiani.

Linflazione è considerata come un aumento significativo e continuo del livello generale dei prezzi ed è di regola misurata dallindice dei prezzi al consumo. Ciononostante la messa in pratica del concetto dinflazione si basa su un certo numero dipotesi la cui formulazione possiede un certo margine di manovra. La "vera" inflazione non esiste, la misura dellinflazione essendo innanzitutto una costruzione statistica.

A seconda del punto di vista adottato dagli individui, i cambiamenti di prezzo e linflazione possono assumere significati diversi. Brachinger opera una distinzione tra la prospettiva adottata dal consumatore e quella adottata dallacquirente. Secondo lapproccio comunemente adottato dai vari indici dei prezzi al consumo, il consumatore sinteressa innanzitutto al costo prezzo del suo paniere di beni e al rincaro di tale paniere. Più il costo di un bene specifico del paniere è elevato rispetto al costo complessivo del paniere, più tale bene è considerato importante. Ciò che invece realmente conta agli occhi dellacquirente, è la frequenza con la quale un bene viene comprato le variazioni di prezzo osservate. È dunque la frequenza con la quale un bene è acquistato, e non il suo costo allinterno del paniere dei beni, a giocare un ruolo centrale.

Per rappresentare il punto di vista dellacquirente, Brachinger sviluppa una propria teoria dellinflazione percepita. Lo scopo di tale teoria è rappresentare la percezione dei cambiamenti di prezzo basandosi sul comportamento decisionale. La sua teoria si basa dunque sui principi fondamentali della psicologia, in particolar modo sulla teoria del prospetto in inglese: prospect theory e sulleuristica della disponibilità di Kahneman e Tversky.

Basandosi sulla teoria dellinflazione percepita, sulla teoria tradizionale degli indici dei prezzi e su considerazioni dovute alla statistica ufficiale, Brachinger ha sviluppato lindice dellinflazione percepita.

                                     

1. La teoria dellinflazione percepita le sue ipotesi di base

La teoria dellinflazione percepita di Brachinger si basa sulle ipotesi seguenti:

  • I guadagni le perdite sono valutate con una funzione valore V {\displaystyle V} che attribuisce un valore più importante alle perdite che ai guadagni. Questa valutazione asimmetrica è conosciuta nella letteratura come avversione alla perditain inglese: loss aversion. Di conseguenza, gli aumenti di prezzo sono percepiti in maniera più forte rispetto alle diminuzioni.
  • Più lacquirente è ripetutamente confrontato a degli aumenti di prezzo, più memorizzerà esempi di aumento dei prezzi, aumentando perciò la propria percezione di inflazione. Inversamente, le diminuzioni di prezzo di beni acquistati raramente o senza atto concreto di acquisto, come per esempio gli affitti, non influenzano minimamente linflazione percepita. La percezione è quindi direttamente determinata dalla frequenza con cui il soggetto è confrontato a dei cambiamenti di prezzo o dalla disponibilità di tali ricordi.
  • In una prima fase della percezione, ogni prezzo di un bene è paragonato con un prezzo di riferimento per il bene considerato e in seguito interpretato come guadagno o perdita. Le aumentazioni di prezzo sono quindi percepite come perdite et le diminuzioni di prezzo come guadagni.

Lindice dellinflazione percepita si basa su tale teoria dellinflazione percepita e utilizza dati reali tenendo in considerazione le tre ipotesi enumerate qui sopra.

                                     

2.1. Lindice dellinflazione percepita Il concetto dellindice

Lindice dellinflazione percepita è basato su un indice dei prezzi di tipo Laspeyres, così come gli indici dei prezzi al consumo ufficiali. Partendo da un paniere di beni contenente n {\displaystyle n} beni rappresentativi delle abitudini di consumo di uneconomia domestica rappresentativa, si ottiene lindice seguente:

I g L 0, t = ∑ i = 1 n G i p i t p i 0 × g i {\displaystyle I_{gL}^{0,t}=\sum _{i=1}^{n}G_{i}\left{\frac {p_{i}^{t}}{p_{i}^{0}}}\right\times g_{i}}

dove p i t {\displaystyle p_{i}^{t}} e p i 0 {\displaystyle p_{i}^{0}} rappresentano rispettivamente il prezzo del bene i {\displaystyle i} nel periodo t {\displaystyle t} e 0 {\displaystyle 0}, G i {\displaystyle G_{i}} una trasformazione qualunque del quoziente dei prezzi del bene i {\displaystyle i} e g i {\displaystyle g_{i}} una ponderazione qualunque del periodo di base con g i ≥ 0 {\displaystyle g_{i}\geq 0} e ∑ i n g i = 1 {\displaystyle \sum _{i}^{n}g_{i}=1}.

Lidea dellindice dellinflazione percepita è di scegliere la trasformazione e la ponderazione in modo tale da concordare con la teoria dellinflazione percepita precedentemente descritta. Di conseguenza, lindice dellinflazione percepita può essere interpretato come caso speciale di un indice dei prezzi di tipo Laspeyres.

                                     

2.2. Lindice dellinflazione percepita Il prezzo di riferimento

In un primo tempo, conformemente alla prima ipotesi postulata, è necessario determinare ogni prezzo di riferimento che sarà utilizzato per classificare i prezzi dei beni in quanto guadagni o perdite. Come prezzo di riferimento è appropriato scegliere un prezzo osservato in passato. Questultimo può essere il prezzo del periodo di base dellindice dei prezzi al consumo, un qualunque prezzo precedentemente osservato del bene considerato, oppure una media dei prezzi scelta in maniera appropriata. Per delle ragioni di compatibilità con lindice dei prezzi al consumo, Brachinger raccomanda lutilizzo del prezzo del periodo di base dellindice dei prezzi al consumo p i 0 {\displaystyle p_{i}^{0}} come prezzo di riferimento. Laumento del prezzo di un bene, ossia quando il prezzo di un bene nel periodo considerato p i t {\displaystyle p_{i}^{t}} è superiore a quello del periodo di base p i 0 {\displaystyle p_{i}^{0}}, sarà quindi considerato come una perdita. Inversamente, il prezzo di un bene sarà contabilizzato in quanto guadagno se inferiore a quello del periodo di base p i t {\displaystyle p_{i}^{t}} inferiore a p i 0 {\displaystyle p_{i}^{0}}.



                                     

2.3. Lindice dellinflazione percepita La funzione valore

Dopo la codifica in guadagni o perdite, i prezzi dei beni sono valutati con una funzione valore in inglese: value function. Si suppone che tale funzione valore sia indipendente dal bene considerato e dal suo livello di prezzo. La funzione valore è espressa tramite una trasformazione appropriata.

La formula di un indice di Laspeyres può essere rappresentata, così come la formula di un qualsiasi altro indice, sotto forma di funzione delle variazioni relative di prezzo:

p i t p i 0 = p i t − p i 0 p i 0 + 1. {\displaystyle {\frac {p_{i}^{t}}{p_{i}^{0}}}={\frac {p_{i}^{t}-p_{i}^{0}}{p_{i}^{0}}}+1.}

Questo principio può essere applicato alla funzione di trasformazione in modo tale che rappresenti non più la relazione tra i prezzi ma bensì la percezione delle variazioni relative di prezzo.

Inoltre, se riteniamo valida la legge di Weber-Fechner nel caso della percezione dei prezzi, i rapporti di prezzo p_i^t/p_i^0 dipendono unicamente dalle variazioni di prezzo percepite, sono indipendenti dal livello dei prezzi e possono essere rappresentati come funzione lineare delle variazioni relative di prezzo. La legge di Weber-Fechner stipula, infatti, che una variazione relativa data di uno stimolo in questo caso una variazione relativa di prezzo provoca la medesima variazione assoluta di percezione e che delle variazioni assolute della percezione sono una funzione lineare delle variazioni relative dello stimolo. La legge di Weber-Fechner e lequazione 2 permettono dottenere la funzione di trasformazione seguente:

G i p i t p i 0 = G i p i t − p i 0 p i 0 + 1 = c p i t − p i 0 p i 0 + 1 {\displaystyle G_{i}\left{\frac {p_{i}^{t}}{p_{i}^{0}}}\right=G_{i}\left{\frac {p_{i}^{t}-p_{i}^{0}}{p_{i}^{0}}}+1\right=c\left{\frac {p_{i}^{t}-p_{i}^{0}}{p_{i}^{0}}}\right+1}

In accordo con lavversione alle perdite di Kahneman e Tversky, le perdite aumenti di prezzo sono ponderate in modo più importante rispetto ai guadagni diminuzioni di prezzo. Ne segue che la funzione valore avrà una pendenza maggiore per gli aumenti di prezzo rispetto a quella delle diminuzioni di prezzo. In altri termini, le variazioni di prezzo positive sono moltiplicate da una costante c {\displaystyle c} definita come coefficiente davversione alla perdita più importante che per le variazioni negative di prezzo. Se si norma il coefficiente davversione al rischio c {\displaystyle c} a 1 {\displaystyle 1} per le variazioni negative di prezzo, la trasformazione avrà la forma seguente:

G i p i t p i 0 = { p i t p i 0 für p i t ≤ p i 0 c p i t − p i 0 p i 0 + 1 für p i t > p i 0. {\displaystyle G_{i}\left{\frac {p_{i}^{t}}{p_{i}^{0}}}\right=\left\

Lindice dellinflazione percepita, contrariamente allindice dei prezzi al consumo, riflette la prospettiva di un acquirente e non quella di un consumatore. Quantifica in che misura uneconomia domestica rappresentativa è influenzata dallinflazione nei suoi acquisti quotidiani.

                                     

2.4. Lindice dellinflazione percepita Misura dellinflazione percepita in Germania

Hans Wolfgang Brachinger ha, in un progetto congiunto con lufficio tedesco di statistica in tedesco: Statistisches Bundesamt, calcolato lindice dellinflazione percepita per la Germania. Lo scopo del progetto era in primo luogo quello di spiegare il fenomeno dell "euro caro" verificatosi dopo lintroduzione della nuova valuta. In effetti, durante tale periodo, si è potuto osservare un disaccordo fra il tasso dinflazione ufficiale e la percezione di una forte inflazione da parte della popolazione, percezione peraltro espressa nei sondaggi effettuati presso i consumatori.

Il grafico a fianco mostra levoluzione dellinflazione in Germania misurata utilizzando lindice dei prezzi al consumo per la Germania: Verbraucherpreisindex – VPI, il risultato dellinchiesta EU-CS Balance Score effettuata presso i consumatori, e lindice dellinflazione percepita con un coefficiente di avversione alle perdite uguale a 2, IWI2.0. Il diagramma circolare mostra le ponderazioni dellindice dellinflazione percepita, i quali dipendono direttamente dalla frequenza di acquisto dei beni e servizi considerati.

Lindice dellinflazione percepita IWI2.0 ha permesso di dimostrare che i prezzi dei beni acquistati di frequente erano fortemente aumentati ancor prima dellintroduzione delleuro. Lindice dellinflazione percepita ha raggiunto un primo picco dell11% nel gennaio 2002, esattamente nel momento in cui la nuova valuta veniva introdotta. Nel medesimo periodo, linflazione ufficiale VPI era solamente del 2.1%. Nei periodi successivi allintroduzione linflazione percepita è fortemente diminuita ed è restata relativamente bassa, aumentando poi nuovamente in modo brusco nel 2007 e 2008, dove ha raggiunto perfino il 12.8%. Attualmente linflazione percepita si trova nuovamente in una fase di crescita, raggiungendo il 5%, mentre linflazione ufficiale supera di poco il 2%. È interessante notare che lindice dellinflazione percepita ha avuto unevoluzione simile a quella del Balance Score, il quale riflette i risultati di inchieste condotte presso i consumatori dellunione europea. Lindice dellinflazione percepita IIP è di conseguenza un buon indicatore per misurare la percezione che gli acquirenti hanno rispetto allinflazione.

                                     
  • del prodotto interno lordo PIL pro capite, che può essere usato come indice del grado di benessere in una data nazione. 19 Stati membri hanno aderito
  • riuscirono a risolvere i problemi che assillavano da tempo l Impero, ovvero l inflazione galoppante e la pressione fiscale oppressiva: l editto sui prezzi massimi
  • rapporti con la CGIL e per assicurare le altre misure di contenimento dell inflazione concordate con gli imprenditori e gli organismi economici agevolazioni
  • è uno Stato sviluppato, al ventinovesimo posto nella scala mondiale per indice di sviluppo umano e con un reddito pro capite di 27 073 dati aggiornati
  • Europea sono determinati principalmente dall obiettivo di mantenere bassa l inflazione all interno dell Eurozona. Alcuni osservatori denunciano come questi
  • org, Fondo Monetario Internazionale. URL consultato il 22 maggio 2019. Indice di sviluppo umano nel 2015 PDF su hdr.undp.org. URL consultato il 25
  • vantaggio del latifondo e diede un impulso enorme alla coltivazione di coca, percepita da masse di contadini come unica possibilità di ingresso economico. Si
  • Appalachi, in favore dei Nativi che abitavano il resto del territorio, fu percepita come un atto di dispotismo e di inaccettabile limitazione della libertà
  • Matthias Uhl a cura di Il dossier Hitler documento n. 462a, sezione 5, indice generale 30, dell Archivio di Stato russo per la storia contemporanea, Mosca

Anche gli utenti hanno cercato:

previsione inflazione 2019, tasso di inflazione 2019, tasso inflazione italia 2019,

...
...
...