Indietro

ⓘ Lonely Woman




                                     

ⓘ Lonely Woman

Lonely Woman è un brano musicale jazz composto da Ornette Coleman nel 1959 come pezzo strumentale ed inserito nel suo album The Shape of Jazz to Come dello stesso anno. Successivamente, su iniziativa di John Lewis, nel 1961 Margo Guryan ha scritto un testo da adattare al brano. Con il passare degli anni la malinconica ballata è diventata uno standard jazz.

                                     

1. Il brano

Il brano è una languida ballata, forse la composizione più celebre di Coleman. Si tratta di un pezzo fortemente intriso di lirismo dove il sassofono di Ornette la fa da padrone, sostenuto dalla batteria di Higgins. Nel brano, le frasi non si articolano in una struttura simmetrica, ma ne creano una alquanto libera, solo vagamente simile a quelle normalmente utilizzate nel jazz. Anche la pulsazione ritmica che sostiene le frasi, non segue rigidi schemi ma è molto libera e varia. Nonostante ciò, Lonely Woman possiede una qualità melodica notevole, anche se non in maniera convenzionale, in grado di imprimersi nella memoria anche solo dopo pochi ascolti. Nondimeno, i suoni da loro emessi sembrano dissonanti e sgradevoli ad un primo ascolto. Nella registrazione di Coleman, interagiscono, nettamente separati sul canale stereo destro e sinistro, il sax alto di Ornette e la tromba di Cherry, che, sfasati e fuori tempo lun con laltro, intonano il tema principale come un lamento, in maniera attentamente studiata, sopra delle linee di basso chiaramente definite.

                                     

1.1. Il brano Struttura

La struttura del tema in re minore si poggia fortemente sulla classica forma canzone AABA. Nella versione strumentale originale incisa da Coleman sul disco The Shape of Jazz to Come del 1959, la sezione A della melodia è colorata di blues, mentre la parte B è un riff ritmico. Tuttavia, non è data nessuna cornice armonica, e nessun tempo prestabilito viene rispettato secondo i canoni. Contrabbasso e batteria iniziano il brano allunisono, per poi lasciare la scena al sax di Coleman e alla tromba di Cherry.

                                     

2. Reinterpretazioni

La prima versione completa di testo del 1961, venne registrata dal cantante Chris Connor con laccompagnamento di Phil Woods, Oliver Nelson e Sol Schlinger, e inclusa sullalbum Free Spirits Atlantic 8061.

Nel 1962 il Modern Jazz Quartet scelse la composizione come title track del loro album Lonely Woman Atlantic 1381, che include soltanto unaltra traccia a firma di un artista estraneo al gruppo. Nello stesso anno, il leader e pianista del Modern Jazz Quartet, John Lewis, incise il brano in Europa insieme a Svend Asmussen sullalbum European Encounter Atlantic 1392.

Queste prime cover furono abbastanza di successo da rendere Lonely Woman un classico. Coleman stesso reincise la canzone diverse volte nel corso degli anni: nel 1972, con la cantante Asha Puthli, nel 1979 con il suo gruppo nellalbum Old and New Dreams, ancora nel 1989 con Charlie Haden, Don Cherry, e Ed Blackwell, e con James Blood Ulmer nel 1996. Il brano è diventato un banco di prova per i musicisti delle avanguardie musicali: esistono alcune reinterpretazioni da parte di Lester Bowie, Billy Bang, Ignaz Schick, Hugh Ragin, e Ran Blake. La cantante Diamanda Galás, senza ricorrere al testo esistente, ne ha fornito una versione vocale struggente intitolata La Serpenta Canta.

Il pezzo è stato interpretato anche in maniera più convenzionale. Ne esistono versioni vocali ad opera di Ingrid Sertso, Linda Sharrock, Ann Dyer 1995, e Radka Toneff 1981 ad Amburgo. Chris Connor ne registrò una versione con Stan Kenton. Branford Marsalis ha interpretato Lonely Woman in una versione di oltre sedici minuti suonata costantemente fuori tempo. Infine, il brano fu registrato da numerosi altri artisti come Stephen Scott, Kenny Garrett, Joshua Redman, e Marian McPartland.

Nel 1990, John Zorn con la sua band Naked City ne ha fornito una versione rock in cui la melodia principale è allungata a 18 battute. In precedenza, il pezzo era stato reinterpretato anche fuori dallambiente jazz: Gli Amon Düül II lo interpretarono nellalbum Hijack 1974 con un nuovo testo di loro composizione; nel 1987, Lonely Woman venne ripresa dal Kronos Quartet in una versione suonata con tempo dispari in 7/4.



                                     
  • in that direction. I mean let s be honest here, So Lonely was unabashedly culled from No Woman No Cry by Bob Marley. Same chorus. What we invented
  • You 3: 18 You Take Me Home 3: 55 Something s Gotta Give 3: 56 Won t Be Lonely Long 3: 24 Nothin bout Love Makes Sense 2: 57 Probably Wouldn t Be This
  • 1964 The Kicker 5: 23 Joe Henderson Registrato il 26 ottobre 1964 Lonely Woman 7: 00 Registrato il 31 ottobre 1963 Edizione CD del 1999, pubblicato
  • 5: 24 Ten Men Workin - 8: 27 Life in the City - 3: 55 Hello Lonely Woman - 4: 46 Soul of a Woman - 5: 57 Married Man - 3: 07 Bad News Comes to Town - 8: 00 Ain t
  • positivamente sia le sue prime esibizioni pubbliche sia il suo primo disco Lonely Woman del 1981 inciso con alcuni giovani emergenti fra i quali Piero Leveratto
  • Heffron 1918 The Love Brokers, regia di E. Mason Hopper 1918 The Lonely Woman A Sporting Chance, regia di Henry King 1919 Girls, regia di Walter
  • durante il Dangerous Woman Tour. Be Alright Everyday Bad Decisions Let Me Love You Knew Better Forever Boy Touch It Leave Me Lonely Side To Side Bang Bang
  • You re Not Alone 6: 53 Explode Like a Star 4: 00 Da Guadeloop 7: 04 Lonely Woman 4: 44 Liquid Whisper 3: 30 Archy the Robot 3: 30 EN Hijack, su AllMusic
  • abbandonando l uso degli accordi. Il disco si apre con la languida ballata Lonely Woman forse la composizione più celebre di Coleman. Si tratta di un pezzo
  • a Woman 3: 05 Dolly Parton Baby Sister 2: 39 Shirl Milate Try Being Lonely 2: 46 Charles Trent, George McCormick Just Because I m a Woman 3: 25
  • Woman e Be Alright presso il programma televisivo Saturday Night Live. Nel mese di aprile la cantante ha portato al debutto il brano Leave Me Lonely in
  • Bonham Jones Riverwide 06: 20 Crow Greasy G - 04.35 Redman Lonely woman 06: 11 Coleman Swunk 08: 15 Redman Blowing changes 02: 10 Redman