Indietro

ⓘ Encephalartos cupidus




Encephalartos cupidus
                                     

ⓘ Encephalartos cupidus

È una pianta acaule, con fusto in parte sotterraneo, senza ramificazioni, alto 15–40 cm e con un diametro di 20–30 cm; fusti secondari possono originarsi da polloni che sorgono alla base del fusto principale.

Le foglie, pennate, disposte a corona allapice del fusto, lunghe fino a 100 cm, sono composte da foglioline lanceolate, con i margini dotati di piccole spine e disposte sul rachide con un angolo di 50-100°.

È una specie dioica, dotata di coni maschili solitari, fusiformi, peduncolati, di colore verde mela, lunghi 18–30 cm e con un diametro di 5–8 cm, con microsporofilli larghi e di forma rombica, e coni femminili, ovoidali, in genere solitari ma raramente in coppie, lunghi 20–30 cm e con un diametro di 15–20 cm, con macrosporofilli dalla superficie verrucosa.

I semi hanno una forma ovoidale, sono lunghi 25–35 mm, hanno una larghezza di 15–20 mm e sono ricoperti da un tegumento di colore giallo albicocca.

                                     

1. Distribuzione e habitat

Lareale di questa specie, un tempo diffuso nelle province sudafricane di Limpopo e Mpumalanga, è oggi limitato ad una piccola zona tra i fiumi Blyde e Steelpoort, nella Blyderivierspoort Nature Reserve, da 700 a 1500 di altitudine.

                                     

2. Conservazione

La IUCN Red List classifica E. cupidus come specie in pericolo critico di estinzione Critically Endangered. La specie è inserita nella Appendice I della Convention on International Trade of Endangered Species CITES

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...