Indietro

ⓘ L'Herne




LHerne
                                     

ⓘ LHerne

Éditions de LHerne, più semplicemente nota come LHerne, è una casa editrice francese nata nel 1963, dopo che la rivista omonima ha cominciato a far uscire, indipendentemente dalla rivista, suoi volumi. Pubblica essenzialmente libri di letteratura e scienze umane.

                                     

1. Storia

Nel 1957 Dominique de Roux e Georges Bez, studenti anticonformisti e coraggiosi, hanno fondato una rivista solo per abbonamento con la collaborazione di alcuni amici, tra cui Xavier de Roux fratello di Dominique, Jean Thibaudeau e Bernard Collin, chiamandola "LHerne". Nel 1961 è apparso un numero speciale consacrato a René Guy Cadou e lanno seguente a Georges Bernanos, facendo partire la consuetudine di dedicare monografie ad autori su cui ritenevano di concentrare lattenzione, pratica che diventerà la collana fondamentale della casa editrice, i "Cahiers de lHerne" dal 1966, ognuno con articoli, testimonianze, testi inediti, documenti ecc. sullautore scelto.

Da quel momento si è formata attorno alla rivista, poi casa editrice, una specie di accademia parallela agli studi ufficiali, che tra commemorazioni e ritrovamenti si è costruita una sua squadra di lettori, passando per monografie dedicate ad autori allora poco noti in Europa o contrastati, tra cui, Louis-Ferdinand Céline 1963, Jorge Luis Borges 1964, Ezra Pound 1965, Henri Michaux 1966, William Burroughs 1968, Gustav Meyrink.

Nel 1972, dopo ledizione del numero 21 dedicato a Charles de Gaulle, Dominique de Roux lascia LHerne per fondare in Svizzera i Cahiers H. Il timone passò a Constantin Tacou, allievo di Georges Dumézil e cineasta per lUnesco, che continuò la collana con autori come Thomas Mann, Fedor Dostoevskij 1974, Karl Kraus, Robert Musil 1982, Carl Gustav Jung, Friedrich Hölderlin, Friedrich Nietzsche, gli storici delle religioni Mircea Eliade e Henry Corbin, lesoterista René Guénon ecc.

Fino al n. 68, sono apparsi varii volumi incentrati sul tema del fantastico, con saggi su autori quali Edgar Allan Poe, Jules Verne, Lovecraft, i narratori gotici v. "Romantisme Noir", Lewis Carroll, Jean Ray, R.L. Stevenson, Dracula come mito artistico-letterario e il vampirismo nella riflessione filosofica. Dopo il numero dedicato a August Strindberg 2000, la direzione è passata al figlio, Laurence Tacou, che ha spostato gli uffici da rue de Verneuil a rue Mazarine. Monografie su autori come Mario Vargas Llosa 2003, Paul Ricoeur 2004, George Steiner, Claude Lévi-Strauss, Jacques Derrida, Jean Baudrillard 2005, Romain Gary, Marguerite Duras, Carlos Fuentes 2006, Noam Chomsky 2007, René Girard 2008, Emil Cioran 2009, Michel Déon, Gershom Scholem, Yves Bonnefoy, Michel Serres, Michel Foucault 2011 e Charles Maurras, Colette, con qualche spostamento dattenzione verso scrittori a cavallo tra letteratura e filosofia.

I "Cahiers" sono disponibili anche in forma digitale sul portale di Gallica.

Una nuova collana "Carnets de lHerne", in formato più piccolo dei "Cahiers", ha cominciato a uscire allinizio con una scelta di articoli della collana maggiore dedicata a un pubblico più largo, quindi con volumetti anche autonomi.

                                     

2. Cahiers de lHerne

Elenco completo dei numeri della rivista ordine inverso

  • 13. Louis Massignon 1970, a cura di Jean-François Six
  • 60. Emmanuel Lévinas 1991, 2006, a cura di Catherine Chalier e Miguel Abensour
  • 101. Isaac B. Singer 2012, a cura di Florence Noiville
  • 35. Bertold Brecht 1979, 1982, a cura di Bernard Dort e Jean-Francois Peyret
  • 11. Giuseppe Ungaretti 1969, a cura di Piero Sanavio
  • 58. Opéra, théâtre: une mémoire imaginaire 1990, a cura di Georges Banu
  • 116. Georges Perec 2016, a cura di Agathe Novak-Lechevalier
  • 17. Lewis Carroll 1971, 1987, a cura di Henri Parisot
  • 20. Julien Gracq 1972, 1997, a cura di Jean-Louis Leutrat
  • 40. William Butler Yeats 1981, a cura di Jacqueline Genet
  • 63. Nirvana 1993, a cura di François Chenet
  • 32. Charles Péguy 1977, a cura di Jean Bastaire
  • 99. Roger Nimier 2012, a cura di Marc Dambre
  • 118. Orhan Pamuk 2017, a cura di Sophie Basch e Nilüfer Gole
  • 115. Maurice Sachs 2016, a cura di Henri Raczymow
  • 105. Simone Weil 2014, a cura di Emmanuel Gabellieri e François LYvonnet
  • 43. André Malraux 1982, a cura di Michel Cazenave
  • 114. Edgar Morin 2016, a cura di François LYvonne
  • 18. Mao Tse-Tung 1972, a cura di François Joyaux
  • 33. Mircea Eliade
  • 75. Stigmates 2001, a cura di Dominique de Courcelles
  • 117. Michel Houellebecq 2017, a cura di Agathe Novak-Lechevalier
  • 109. Joseph Conrad 2015, a cura di Josyane Paccaud e Claude Maisonnat
  • 22. Jean Dubuffet 1973, a cura di Jacques Berne
  • 25. Jules Verne 1974, 1998 a cura di Pierre-André Touttain
  • 2. Georges Bernanos
  • 12. H.P. Lovecraft 1969, 1984, a cura di François Truchaud
  • 57. Friedrich Hölderlin 1989, a cura di Jean-François Courtine
  • 67. Jean Vilar 1995, a cura di Jacques Tephany
  • 56. D. H. Lawrence 1988, a cura di Ginette Katz-Roy e Myriam Librach
  • 19. Pierre Jean Jouve 1972, a cura di Robert Kopp e Dominique de Roux
  • 68. Dracula: de la mort à la vie 1997, a cura di Charles Grivel
  • 59. Jean Tardieu 1991, a cura di Constantin Tacou e Françoise Dax-Boyer
  • 49. René Guénon 1985, a cura di Jean-Pierre Laurant e Paul Barbanegra
  • 48. François Mauriac 1985, 2000, a cura di Jean Touzot
  • 121. François Jullien 2018, a cura di Daniel Bougnoux e François Lyvonnet
  • 89. René Girard 2008, a cura di Mark Anspach
  • 50. James Joyce 1985, a cura di Jacques Aubert e Fritz Senn
  • 106. Pablo Picasso 2014, a cura di Laurent Wolf e Androula Michael
  • 42. Pierre Drieu La Rochelle 1982, a cura di Marc Hanrez
  • 119. Joyce Carol Oates 2017, a cura di Caroline Marquette e Tanya Tromble-Giraud
  • 79. Mario Vargas Llosa 2003, a cura di Albert Bensoussan
  • 37. Gérard de Nerval 1980, a cura di Jean Richer
  • 29. Raymond Queneau 1975, a cura di André Bergens
  • 87. Carlos Fuentes 2006, a cura di Claude Fell e Jorge Volpi
  • 126. Pierre Bergounioux 2019, a cura di Jean-Paul Michel
  • 38. Jean Ray 1980, a cura di François Truchaud e Jacques van Herp
  • 112. Henri-Pierre Roché 2015, a cura di Xavier Rockenstrocly e Catherine Du Toit
  • 39. Henry Corbin 1981, a cura di Christian Jambet
  • 88. Noam Chomsky 2007, a cura di Jean Bricmont e Julie Franck
  • 125. Michel Onfray 2019, a cura di De Monvallier Henri
  • 76. Ferdinand de Saussure 2003, a cura di Simon Bouquet
  • 96. Charles Maurras 2011, a cura di Stéphane Giocanti e Axel Tisserand
  • 73. Friedrich Nietzsche 2000, 2006, a cura di Marc Crépon
  • 72. André Breton 1998, a cura di Michel Murat e Marie-Claire Dumas
  • 81. Paul Ricoeur 2004, a cura di Myriam Revault dAllonnes e Francois Azouvi
  • 10. Le Grand Jeu 1967, a cura di Marc Thivolet
  • 70. Paul Claudel 1997, a cura di Pierre Brunel
  • 55. Léon Bloy 1988, a cura di Michel Arveiller e Pierre Glaudes
  • 24. Dostoïevski 1974, a cura di Jacques Catteau
  • 90. Emil Cioran 2009, a cura di Vincent Piednoir e Laurence Tacou
  • 52. Simón Bolívar 1986, a cura di Laurence Tacou
  • 92. Gershom Scholem 2008, a cura di Maurice Kriegel
  • 107. Maurice Blanchot 2014, a cura di Éric Hoppenot e Dominique Rabaté
  • 45. Martin Heidegger 1983, a cura di Michel Haar
  • 86. Marguerite Duras 2005, 2014, a cura di Bernard Alazet e Christiane Blot-Labarrère
  • 65. Henry David Thoreau 1994, a cura di Michel Granger
  • 53. Georges Sorel 1986, a cura di Michel Charzat
  • 82. Claude Lévi-Strauss 2004, a cura di Michel Izard
  • 61. Valery Larbaud 1992, a cura di Anne Chevalier
  • 113. Jean Cocteau 2016, a cura di Serge Linarès
  • 30. Gustav Meyrink 1976, a cura di Yvonne Caroutch
  • 78. Remy de Gourmont 2003, a cura di Thierry Gillyboeuf e Bernard Bois
  • 47. Joris-Karl Huysmans 1985, a cura di Pierre Brunel e André Guyaux
  • 80. George Steiner 2003, a cura di Pierre-Emmanuel Dauzat
  • 23. Thomas Mann 1973, a cura di Frederick Tristan
  • 95. Michel Foucault
  • 85. Romain Gary 2005, 2014, a cura di Jean-Francois Hangouet et Paul Audi
  • 34. Romantisme noir 1978, a cura di Liliane Abensour e Françoise Charras
  • 44. Les Symboles du Lieu. Lhabitation de lhomme: Horia Damian, Jean-Pierre Raynaud 1983, a cura di Constantin Tacou
  • 28. Karl Kraus 1975, a cura di Eliane Kaufholz
  • 71. Victor Segalen 1998, 2019, a cura di Marie Dolle e Christian Doumet
  • 26. Edgar Allan Poe 1974, 1998, a cura di Claude Richard
  • 27. Arthur Koestler 1975, a cura di Pierre Debray-Ritzen
  • 124. Françoise Héritier 2018, a cura di Salvatore DOnofrio e Emmanuel Terray
  • 102. Georges Simenon 2013, a cura di Laurent Demoulin
  • 15. René Char 1971, 2007, a cura di Dominique Fourcade
  • 69. Arthur Schopenhauer 1997, a cura di Jean Lefranc
  • 36. Raymond Abellio 1979, a cura di Jean-Pierre Lombard
  • 14. Witold Gombrowicz 1971, a cura di Constantin Jelenski e Dominique de Roux
  • 77. Hector Berlioz 2003, a cura di Christian Wasselin e Pierre-René Serna
  • 98. Patrick Modiano 2012, a cura di Maryline Heck e Raphaelle Guidée
  • 93. Yves Bonnefoy 2010, a cura di Odile Bombarde e Jean-Paul Avice
  • 46. Carl Gustav Jung 1984, 2015, a cura di Michel Cazenave e Claude Mettra
  • 94. Michel Serres 2010, a cura di François LYvonnet e Christiane Frémont
  • 120. Pierre Michon
  • 62. La Franc-Maçonnerie: documents fondateurs 1992, 2007, a cura di Frederick Tristan
  • 64. Arthur Rimbaud 1993, a cura di André Guyaux
  • 1. René Guy Cadou 1961, a cura di Marcel Bealu e altri
  • 122. John le Carré 2018, a cura di Isabelle Perrin
  • 41. Robert Musil 1981, a cura di Marie-Louise Roth e Roberto Olmi
  • 66. Robert Louis Stevenson 1995, a cura di Michel Le Bris
  • 123. Curzio Malaparte 2018, a cura di Maria Pia De Paulis
  • 100. Simone de Beauvoir 2013, a cura di Eliane Lecarme-Tabone e Jean-Louis Jeannelle
  • 110. Sigmund Freud 2015, a cura di Roger Perron e Sylvain Missonnier
  • 16. Soljénitsyne 1971, 2018, a cura di George Nivat e Michel Aucouturier
  • 84. Jean Baudrillard 2004, a cura di Francois LYvonnet
  • 91. Michel Déon 2009, a cura di Laurence Tacou
  • 31. Samuel Beckett 1976, a cura di Tom Bishop e Raymond Federman
  • 111. Joseph Roth 2015, a cura della redazione
  • 54. Robert Desnos 1987, a cura di Marie-Claire Dumas e Roger Dadoun
  • 103. Albert Camus 2013, a cura di Raymond Gay-Crosier e Agnès Spiquel-Courdille
  • 97. Colette 2011, a cura di Gérard Bonal e Frédéric Maget
  • 83. Jacques Derrida 2004, a cura di Marie-Louise Mallet e Ginette Michaud
  • 108. Franz Kafka 2014, a cura di Jean-Pierre Morel
  • 104. Walter Benjamin 2013, a cura di Patricia Lavelle
  • 51. Francis Ponge 1986, a cura di Jean-Marie Gleize
  • 21. Charles de Gaulle 1973, 1985, a cura di Michel Cazenave e Olivier Germain-Thomas
  • 74. August Strindberg 2000, a cura di Elena Balzamo
                                     

3. Collane

  • "Lenvers"
  • "Les Cahiers de lHerne", numeri monografici
  • "Théorie et stratégie"
  • "Glose"
  • "Les Carnets", testi rari e provocatori, pamphlet anti-capitalisti
  • "Confidences"
  • "Mythes et religions"
  • "Romans"
  • "Cave Canem"
  • "Essais et philosophie", saggi e commenti
  • "Les Cahiers danthropologie sociale" pubblicazioni collegate al Collège de France, diretta da Claude Lévi-Strauss, Philippe Descola e Françoise Héritier.
                                     

4. Autori italiani pubblicati

Tra gli autori della casa editrice, tradotti dallitaliano: Luigi Aurigemma, Marta Morazzoni, Antonio Negri, Maurizio Serra, Alessandro Spina e Giuseppe Ungaretti.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...