Indietro

ⓘ Categoria:Divinità inca




                                               

Qhapaq Inca

Qhapaq Inca, conosciuto anche come Apu, o semplicemente come Sapa, è il titolo attribuito ai sovrani Inca secondo quanto riportato dai cronisti spagnoli dellepoca.

                                               

Viracocha

Viracocha era una delle principali divinità inca. Era considerato come lo Splendore Originario o Il signore, il Maestro del Mondo. È una rielaborazione della prima divinità degli antichi Tiwanaku il "dio dei bastoni", popolazione proveniente dal Lago Titicaca. Si narra che fosse sorto dalle acque e che avesse creato il cielo e la terra. Secondo un mito, Viracocha non solo avrebbe creato gli umani, ma li avrebbe anche distrutti per poi ricrearli dalla roccia e gettarli ai quattro angoli del mondo. Dopo aver insegnato agli uomini a sopravvivere, avrebbe preso il mantello, ne avrebbe fatto un ...

                                               

Kon (divinità)

Nella mitologia inca Kon era il dio della pioggia e del vento che veniva dal sud. Era il figlio di Inti e di Mama Quilla. Il dio Kon era un fratello di Pachacamac che secondo un mito lo espulse dallImpero Inca rimandandolo a nord da dove proveniva. Tuttavia, con il suo ritiro, Kon portò via con sé la pioggia e lasciò la striscia costiera del Perù arida per sempre. In origine questo dio veniva chiamato Kon Tiqui o Kon Tiki. Nel 1947 Thor Heyerdahl, un antropologo e biologo marino, intraprese un viaggio dal Perù alla Polinesia su una zattera chiamata Kon Tiki per dimostrare la possibilità di ...

                                               

Inti

Nella religione inca, Inti era il dio del sole, nonché uno degli dei più importanti del Tahuantinsuyu. Le sue origini non sono note. La storia più comune racconta che sia il figlio di Viracocha, il dio della civilizzazione.

                                               

Apu (divinità)

Gli Apu, nella religione e nella mitologia di Perù, Ecuador e Bolivia, sono gli spiriti delle montagne che proteggono le persone che si avventurano sui monti. Il termine si fa risalire allimpero inca.

                                               

Pachamama

Pachamama significa in lingua quechua Madre terra. Si tratta di una divinità venerata dagli Inca e da altri popoli abitanti laltipiano andino, quali gli Aymara e i Quechua. È la dea della terra, dellagricoltura e della fertilità.

                                               

Madre Terra

la divinità slava Mati Zemlya la divinità nordica Jǫrd la divinità romana Tellus la divinità greca Gea o Gaia la divinità inca Pachamama una variante del mito della Grande Madre o di Madre Natura la divinità veneta Reitia o Resia

                                               

Viracocha Inca

Viracocha inca è stato un sovrano della etnia degli Inca. I dati riguardanti la sua vita, pur appartenendo ad unepoca ancora semistorica, hanno già riscontri attendibili. Per la maggior parte sono stati raccolti dai cronisti spagnoli direttamente presso i suoi discendenti.

                                               

Apu Illapu

Nella mitologia inca Apu Illapu era il dispensatore della pioggia e dio del tuono. Era un dio molto importante e venerato dalla gente, dato che la pioggia era fondamentale per la vita. La sua festa cadeva il 25 luglio.

Pachacamac
                                               

Pachacamac

Pachacamac si può riferire a: Pachacamac mitologia: una divinità inca Pachacamac città: una città del Perù Pachacamac civiltà: una civiltà pre-incaica

Apu
                                               

Apu

Auxiliary Power Unit – unità di potenza ausiliaria montata a bordo di aeromobili. Accelerated processing unit – nome dato da AMD alle proprie CPU di nuova generazione appartenenti al progetto Fusion, dove nello stesso pezzo di silicio si trovano CPU e GPU assieme.

Apocatequil
                                               

Apocatequil

Apocatequil, secondo la mitologia inca, era il dio del fulmine. Tra i suoi compiti vi era quello di fungere da sacerdote capo nel culto della dea luna, Coniraya.