Indietro

ⓘ Piede (unità di misura)




Piede (unità di misura)
                                     

ⓘ Piede (unità di misura)

Il piede è ununità di misura di lunghezza, di origine antropometrica, che non fa parte dello standard Sistema internazionale di unità di misura.

Si tratta di ununità di misura largamente impiegata in passato, dal Medioevo in poi; ha avuto, però, misure differenti a seconda dellarea geografica di riferimento.

Oggi, il piede viene generalmente utilizzato per indicare le quote in aeronautica e la lunghezza delle imbarcazioni a vela.

È utilizzato nei paesi di cultura anglosassone: Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda, Sudafrica e Regno Unito anche se la tendenza è quella di passare allo standard SI.

Un piede è suddiviso in 12 pollici e rappresenta 1/3 di iarda.

Si distingue un "piede internazionale" International Foot ", il più usato, e un "piede statunitense" U.S. Survey Foot ", leggermente diverso e sempre meno utilizzato.

                                     

1. Il piede internazionale

Il piede internazionale o International foot ununità di misura di lunghezze definito come:

Il piede è ununità di misura molto diffusa nei paesi anglosassoni.

                                     

2. Lunità di misura piede negli Stati Uniti

Oltre al "piede internazionale", per ragioni storiche negli Stati Uniti è ancora in uso ununità di misura leggermente diversa, il Survey Foot o "piede agrimensorio", definito come:

ed equivale dunque a circa 0.30480061 m, esattamente è 1000000/999998 volte il piede internazionale.

Quindi è maggiore di questultimo di circa 610 nm.

La differenza è irrilevante per misure che non richiedono una particolare precisione o che comprendono ristretti spazi ma per mappe di ampi territori dove è ancora in uso la discrepanza può diventare apprezzabile.

                                     

3. Storia

Luso del piede come unità di lunghezza risale ai popoli antichi. Veniva definito come la lunghezza del piede maschile ideale considerata pari ad 1/6 della statura di un uomo ben proporzionato.

Presso i Romani, questa misura equivaleva a 29.64 cm. Il piede romano è infatti definito come 16/28 del "cubito di Nippur". Il valore teorico del "cubito di Nippur" è di 518 616 micrometri; di conseguenza il piede dei romani è di 296 352 µm ≈ 29.64 cm.

In realtà, fino a tempi relativamente recenti, erano contemporaneamente in uso differenti misure di piede. Nel solo impero austro-ungarico si avevano le seguenti corrispondenze:

La suddivisione del piede in 12 pollici era comune a quasi tutte le differenti misure di piede: fa eccezione il piede di Forlì, che era invece diviso in dieci parti, dette usualmente once. Peraltro, va notato che era diviso in dieci anche il braccio fiorentino.

In particolare, il piede parigino fu molto utilizzato in architettura in tutta lEuropa fra il XIII ed il XV secolo.

Altri stati in cui era diffuso il piede:

  • Russia: 30 cm
  • Germania: da 24 a 34 cm
  • Italia: da 30 a 50 cm.


                                     

4. Il piede agrimensorio in Italia

In alcune zone per esempio a Bologna, Modena il piede era sinonimo di braccio da muro, ovvero il braccio usato per le costruzioni differente dal braccio usato per i tessuti, o mercantile. Più a sud come base per il sistema agrimensorio erano usati al posto del piede il braccio e già in Liguria il palmo.

Il piede come unità di superficie

Si utilizzava il "piede di tavola" come sottomultiplo 1/12 della tavola. Poiché la tavola era idealmente un quadrato di 12 piedi ovvero una pertica o canna agrimensoria di lato, il piede di tavola corrispondeva a una striscia rettangolare della tavola larga un piede. Pertanto il piede di tavola equivaleva a 12 piedi quadrati. In alcune regioni veniva considerato il "mezzo piede", unità di superficie pari alla metà di 1 "piede di tavola", quale limite legalmente accettabile di arrotondamento nella misura dei terreni agrari.