Indietro

ⓘ Barbarismo




                                     

ⓘ Barbarismo

Barbarismo o "barbarie linguistica" fa riferimento a una parola non standard, espressione o pronuncia in una lingua, in particolare considerato come un errore nella morfologia, mentre un solecismo fa riferimento a un errore di sintassi.

Il termine è usato principalmente per la lingua scritta. Questa parola è impiegata soprattutto per gli errori di traduzione dalle lingue antiche. Con nessun significato tecnico accettato nella linguistica moderna, il termine è poco utilizzato dagli studiosi descrittivi.

                                     

1. Origine

La parola barbarismo - barbarie è stato originariamente utilizzata dai Greci per i termini stranieri utilizzati nella loro lingua. Come tali, gli Anglicismi in altre lingue, o Gallicismi ad esempio lutilizzo del verbo assistere per dire essere presente a, cf. il Francese assister, Germanismi, Hispanismi, e così via, in Inglese possono anche costituire esempi di "barbarismi".

                                     

2. Etimologia

Dal latino barbarismus "espressione viziosa - alterata", proveniente dalla parola in greco antico barbaros straniero, per estensione "parola di origine straniera", perché gli stranieri tendevano ad importare nel latino e greco le regole di morfologia, spesso di ortografia e/o di pronuncia, ma anche di flessione, o di derivazione, dalle loro lingue proprie.

                                     

3. Forme di barbarismo

Ci sono diverse forme di barbarismo.

In linguistica particolarmente in grammatica e in retorica, un barbarismo è una parola che non esiste in relazione a una data lingua e a un tempo specifico, al periodo preso in considerazione. Un barbarismo è anche una parola composta da radici diverse di origine straniera, per esempio "monopersonale" greca + latina.

                                     

4. Errore involontario, lessicale o morfologico

Il barbarismo è un errore lessicale esempio: ateismo ha per aggettivo derivato ateo e non *ateista ; bravo da bravura e non *bravitudine o morfologica, anche se in italiano in questo caso cè la possibilità di usare entrambe le parole, mentre nel solecismo è un errore grammaticale sintattico. Esso è anche un errore involontario, in contrasto con il neologismo, che è volontario. Può essere dovuto a una analogia con altre parole o forme simili in francese "nous disons" quindi "vous *disez" "noi diciamo" quindi "voi **dicete" e quindi rientra nellipercorrezione barbarismi infantili o soprattutto dovuti a coloro che parlano lingue straniere non native.

Una forma erronea sulla base di unanalogia con una lingua straniera è un barbarismo basata su una non corretta trasposizione, se non è un puro e semplice Prestito linguistico.

Da non confondere il "barbarismo" con limproprietà uso di una parola per unaltra.

                                     

5. Barbarismi nella lingua russa

Nel XVIII e XIX secolo, la Lingua russa delle classi nobili fu gravemente "imbarbarita" di lingua francese. Durante questo periodo, parlare in francese era diventato non solo di moda ma anche era diventato un segno di distinzione di una persona adeguatamente preparata e colta. Si può vedere un esempio importante di questo in Guerra e Pace di Lev Tolstoj. Mentre la crema dellalta società poteva permettersi un francese di madrelingua come gouvernante insegnante, la nobiltà della campagna aveva problemi a reperire insegnanti di francese. Eppure, il desiderio di mostrare la loro educazione ha prodotto ciò che Aleksandr Griboedov nel suo Che disgrazia lingegno! definiva "la Babele delle lingue: francese con nižnijnovgorodiano" смешенье языков: французского с нижегородским. Il "francese-nižnijnovgorodiano" è stato spesso utilizzato per leffetto comico in letteratura e teatro.

                                     
  • purezza del loro linguaggio erano sempre pronti ad affibbiare patenti di barbarismo cioè dell uso di un linguaggio non abbastanza greco E quando gli fu
  • modifiche anche solo di minima entità. Il termine proprietario è un barbarismo ormai comunemente utilizzato per tradurre con un calco semantico la voce
  • imitandi proponebantur homines, qui aliqua facta sua non mala si cum barbarismo aut solecismo enuntiarent, reprehensi confundebantur, si autem libidines
  • Contro la pratica negli Stati Uniti di questa punizione, considerata un barbarismo inglese, contribuì l allora neolaureato e futuro presidente degli Stati
  • barbaro è normalmente utilizzata nel senso di selvaggio Il sostantivo barbarismo invece, stigmatizza l uso inutile di una parola straniera nel parlare
  • solo in versione limitata nel dicembre del 1983, e l edizione tedesca di Barbarism Begins At Home, pubblicata nel 1985 per il solo mercato tedesco. Tutti
  • 214 versi ed è caratterizzato da un elevato livello linguistico, senza barbarismi con cura formale nella metrica e nella prosodia. Vi si cita Plinio il
  • stesso anno dalla No colours records. Carpathian Wolves Intro - 03: 36 Barbarism Returns - 05: 14 In the Northern Carpathians Intro - 01: 02 Strumentale
  • Vargas Llosa: A Storyteller: Mario Vargas Llosa between civilization and barbarism Il suo primo romanzo è Alejandro y los pesacadores de Tancay tr.it.
  • 2011 dalla Century Media Records. Scars of the Hatred 5: 42 Ways of Barbarism 6: 32 Dogma of Submission 4: 55 Strength Forged in Fury 6: 07 Soulless