Indietro

ⓘ Categoria:Teorie linguistiche




                                               

Marcatezza

La marcatezza è un concetto linguistico basato sul confronto tra due o più forme linguistiche: una forma marcata è una forma non basilare o meno naturale; essa si contrappone alla forma non marcata, che è la forma basilare o neutrale.

                                               

Principio di economia (linguistica)

Il principio di economia è una delle principali teorie espresse dal linguista funzionalista André Martinet. Secondo tale teoria, lessere umano è spinto a minimizzare il sistema del linguaggio, ad ottenere quindi un "miglior risultato funzionale" con il "minore sforzo possibile". Questa tendenza al minimo sforzo produrrà quindi una riduzione delle differenze nel sistema linguistico. Martinet spiega che i cambiamenti linguistici nel tempo avvengono attraverso il processo di ottimizzazione della lingua, per opera del parlante.

                                               

Proprietà della lingua

Alla lingua, cioè al linguaggio verbale umano, quale facoltà specifica dell Homo sapiens sapiens, vengono tipicamente attribuite alcune proprietà che la identificano e per certi aspetti la distinguono da altri codici. Secondo la classificazione di Gaetano Berruto e Massimo Cerruti tali proprietà sono le seguenti: biplanarità riflessività libertà da stimoli trasponibilità di mezzo produttività onnipotenza semantica trasmissibilità culturale complessità sintattica plurifunzionalità discretezza linearità ricorsività equivocità distanziamento arbitrarietà doppia articolazione

                                               

Purismo (linguistica)

In linguistica, per purismo si intende la tendenza ad individuare in una specifica lingua una varietà linguistica più pura delle altre ed a intenderla come modello ideale. Il purismo linguistico fu istituzionalizzato attraverso accademie linguistiche le loro decisioni sono spesso sostenute dalla legge. Il declino percepito e lamentato dai puristi può avere la forma del cambiamento del vocabolario, del sincretismo degli elementi grammaticali o dei prestiti. Il purismo linguistico è una forma di grammatica normativa. La similarità indesiderata è spesso in relazione ad una lingua vicina i cui ...

                                               

Ricorsività (linguistica)

La ricorsività in linguistica è il fenomeno per cui una regola linguistica può essere applicata al risultato di una sua stessa precedente applicazione. La semiotica distingue tra codici ricorsivi e non. Così, i codici animali non possono essere ricorsivi, mentre le lingue naturali sì.

                                               

Linguistica sincronica

La linguistica sincronica nasce con i corsi di linguistica generale tenuti da Ferdinand de Saussure a Ginevra. In particolare, nel secondo corso vengono delineati i fondamenti della disciplina almeno fino alla svolta di Noam Chomsky. Ferdinand de Saussure considera come obiettivo della linguistica costruire teoremi sulla lingua e dimostrarli, evitando affermazioni flottantes della linguistica diacronica dellOttocento. Per Saussure, la lingua è un sistema serré, e quindi la teoria - ovvero la linguistica generale - deve esserlo altrettanto. Il suo modello di scienza è la geometria. Per ragg ...