Indietro

ⓘ Targhe d'immatricolazione bulgare




                                     

ⓘ Targhe dimmatricolazione bulgare

A sinistra la banda blu con le dodici stelle dellUnione Europea sormonta il codice internazionale del Paese BG, di colore bianco. Dal 2000 alla fine del 2007 era posizionata la bandiera bulgara al posto di quella europea. Il corpo principale della targa è a fondo bianco con caratteri neri; è composto dalla sigla del distretto, quattro cifre ed una parte finale costituita da una o due lettere, detta "serie", nella quale sono utilizzate le lettere А, В, Е con limitazioni, vedi infra, К, М, Н, Р, С, Т, Х. Le targhe su ununica linea, che misurano 490 × 110 mm, possono avere lo schema XX NNNNA o XX NNNNAA ; se la targa è stampata su due righe, il formato ha dimensioni 270 × 190 mm, del tipo XX AA/NNNN. La serie con ununica lettera è apposta di frequente su ciclomotori e motocicli, ma anche su veicoli più vecchi. Tutti i rimorchi hanno una E come prima lettera del suffisso della serie, inserita subito dopo la sigla distrettuale, ad esempio CA E X/1234. Le macchine agricole hanno targhe su doppia linea: su quella superiore è scritto per esteso il nome del distretto in caratteri cirillici, su quella inferiore la banda blu precede un numero progressivo di cinque cifre a partire da 00001 e, allinterno di un quadrato, la sigla dellarea di immatricolazione. I formati XX NNNNNA o XX NNNNNN possono essere usati al posto di quello standard; la A rappresenta qualsiasi lettera e la N una cifra da 0 a 9. Il prezzo di queste targhe personalizzate attualmente parte da circa 4.000 € e per questo motivo sono molto rare.

                                     

1. Sigle dei distretti

Da luglio 1992 i codici identificativi dei capoluoghi distrettuali utilizzano solo lettere dellalfabeto latino che abbiano una corrispondenza con le lettere dellalfabeto cirillico А, В, С, Е, Н, К, М, О, Р, Т, Х, У, anche se la pronuncia non è la stessa. Per mancanza di caratteri comuni ai due alfabeti, viene usata la sigla TX per il distretto di Dobrič, il cui nome fino al 1991 era Tolbuhin in cirillico T олбу х ин, mentre le lettere EB identificative del distretto di Gabrovo secondo lipotesi più accreditata rimandano a Sevlievo C ев ли ев о, seconda città del distretto per importanza e numero di abitanti dopo il capoluogo. Il distretto di Montana fino al 1986 aveva, oltre a "M", il codice Mx perché prima del 1992 il nome ufficiale di questa città era Mihajlovgrad in cirillico M и х айлoвград.

                                     

2. Formati precedenti a luglio 1992

Dal 1986 a luglio 1992 il formato delle targhe era simile a quello attuale, ma tra il codice distrettuale le cifre e tra queste e la/e lettera/e a destra comparivano dei punti soppressi nelle targhe emesse dal 1993 in poi, era inoltre ammesso luso di lettere dellalfabeto cirillico. I veicoli di proprietà dello Stato avevano piatti dimmatricolazione con caratteri neri su fondo bianco; anche nei veicoli privati i caratteri erano neri ma su fondo giallo. La lettera cirillica Ч dopo la numerazione indicava veicoli commerciali di proprietà privata. Le macchine agricole e i rimorchi avevano sempre placche su doppia linea con dimensioni 290 × 170 mm; la sigla distrettuale precedeva una "E" le cifre erano più grandi delle lettere. Motocicli e ciclomotori avevano targhe di forma ovale.

Dal 1958 al 1986 lettere e cifre erano bianche in campo nero nei veicoli privati, in quelli di proprietà statale i colori erano invertiti. La sigla dellarea di immatricolazione, consistente in una, due o solo nel caso di Stara Zagora tre lettere dellalfabeto cirillico, era seguita da unaltra lettera in cirillico e un numero di quattro cifre. Tra il codice e la lettera e tra questa le cifre si trovava una losanga di dimensioni ridotte, posizionata in alto o al centro.

Dal 1944 al 1958 le targhe erano tutte bianche con caratteri neri; questa serie faceva seguire al codice distrettuale due numeri a due cifre separati da un trattino, del tipo Xx NN-NN. Sistema e colori erano identici dal 1931 al 1944, mentre la numerazione era progressiva da un minimo di una a un massimo di quattro cifre, senza il trattino separatore.

                                     

3. Targhe di veicoli militari e della Protezione Civile

I veicoli dellEsercito e della Protezione Civile hanno nelle rispettive targhe una sigla che li contraddistingue; dal 2008 la bandiera nazionale allinterno della fascia blu in alto è stata sostituita dalla bandiera dellUnione Europea.

                                     

4. Targhe provvisorie e diplomatiche

  • Le targhe di veicoli intestati a stranieri ed importati in Bulgaria per brevi periodi hanno caratteri bianchi su sfondo celeste; le lettere XX precedono un numero di quattro cifre e lindicazione dellanno di scadenza della validità espresso con le ultime due cifre sotto una lineetta orizzontale.
  • Le piastre provvisorie per proprietari di concessionarie, autofficine o autorimesse si distinguono per la lettera B, che sta per временен "provvisorio" in bulgaro, posizionata tra due numeri di tre cifre. I caratteri sono neri. Sul margine destro è presente una banda rossa verticale sulla quale sono impresse, anchesse in nero, due cifre corrispondenti al mese non sempre presente, sopra una lineetta e allanno sotto la lineetta di scadenza della validità. Hanno medesimi colori e stesso tipo di sequenza le targhe con lunica lettera H iniziale di ново, ossia "nuovo" in bulgaro o dal 2017 M per i veicoli da esportazione che devono ancora essere immatricolati, e quelle con la lettera T, assegnata ai veicoli in transito транзит nel territorio della Bulgaria.
  • Le targhe delle autovetture dei Corpi diplomatici e consolari sono simili a quelle normali, ma hanno colori diversi: lettere e cifre sono bianche su sfondo rosso, senza la banda blu laterale. I piatti dimmatricolazione che cominciano con C designano uno status diplomatico, il codice CC viene usato per uno status consolare e la sigla CT per veicoli appartenenti allo staff delle rappresentanze diplomatiche. Le prime due cifre del numero identificano il Paese o lorganizzazione internazionale del funzionario a cui è intestata la vettura. A destra due piccole cifre in alto non sempre presenti ed altrettante in basso, allineate in verticale sotto una lineetta, indicano rispettivamente il mese e lanno di scadenza della targa es.: 07 = luglio, 18 = 2018. Fino al 1992 i codici in uso erano solo ДT per il Corpo diplomatico e TC per il personale senza status diplomatico accreditato presso unambasciata; entrambe le sigle erano a caratteri neri fino a tutto il 1985, bianchi su sfondo rosso a partire dal 1986.