Indietro

ⓘ Bartolomeo da Brescia




Bartolomeo da Brescia
                                     

ⓘ Bartolomeo da Brescia

Bartolomeo da Brescia, latinizzato come Bartholomaeus Brixiensis e riportato anche come Avogadro Bartolommeo bresciano, è stato un teologo e giurista italiano.

                                     

1. Biografia

Bartolomeo da Brescia probabilmente nato nella seconda metà del XII secolo a Brescia; ivi morto nel 1258 è stato uno studioso di Diritto canonico medioevale.

Ha studiato Diritto romano e canonico dalla scuola di Azzone allUniversità di Bologna, dove egli stesso è diventato un insegnante. È stato allievo del canonista Tancredi da Bologna e del civilista Ugolino de Presbiteri. Tra i suoi allievi vi era Lorenzo Ispano. Si ritiene che sia stato assassinato quando Ezzelino III da Romano, il capo dei Ghibellini, conquistò Brescia nel 1258.

                                     

2. Vita

La sua opera non fu originale ma consisteva quasi del tutto nella revisione delle produzioni di altri scrittori. Il suo "Brocarda", o Norme Canoniche Lione, 1519, furono un lavoro derivato da quelli di Papa Damaso II dodicesimo e tredicesimo secolo; il suo "Casus decretorum" era una revisione del "Casus" di Benencasa morto circa nel 1206; il suo "Historiae super libro Decretorum" riproduce lopera di un autore sconosciuto. Sia la sua "Casus" che l"Historiae" derivano la loro importanza dalla loro incorporazione nelledizione di Parigi 1505 del Decretum Gratiani.

L "Ordo Judiciarius" di Tancredi da Bologna † circa nel 1235 è stato anchesso revisionato da Bartolomeo.

Più importante delle opere precedenti è stato il suo "Glossa Ordinaria" del "Decretum" di Graziano, una correzione della "Glossa", o "Apparatus", di Johannes Teutonicus XIII secolo. La sua unica opera certamente indipendente era la "Quaestiones dominicales et veneriales", lezioni tenute la domenica e il venerdì.

                                     

3. Opere

  • Brocarda
  • Ordo iudiciarius
  • Glossa ordinaria del Decretum Gratiani 1238/40-1245
  • LA Casus decretorum, Basel, Nikolaus Kesler, 1489.
  • Historiae super libro Decretorum
  • Quaestiones dominicales vel veneriales 1236-1241
                                     
  • l omonimo cardinale vissuto tra il 1817 e il 1880, vedi Bartolomeo Pacca il Giovane. Bartolomeo Pacca Benevento, 25 dicembre 1756 Roma, 19 aprile 1844
  • municipalità di Brescia nel 1881. Nel 1237 venne approvato il più antico piano regolatore della città di Brescia ad opera del frate umiliato Alberico da Gambara
  • della Fabbrica si rileva la presenza del Massari a Brescia nel marzo 1720, affiancato da Bartolomeo Spazzi, originario di Salò e architetto locale. Si
  • Il circondario di Brescia era uno dei circondari in cui era suddivisa la provincia di Brescia Fu creato con il decreto Rattazzi che, in seguito all annessione
  • di Brescia dal tram a cavalli al progetto Metrobus, Brescia Fondazione Civiltà Bresciana, 1999, ISBN 88 - 86670 - 13 - 3. Brescia Quartieri di Brescia Comune
  • comune in provincia di Como San Bartolomeo quartiere di Brescia San Bartolomeo quartiere di Cagliari San Bartolomeo frazione di Chiusa di Pesio in
  • nel 1730, Bartolomeo Zeni, coniugato con Maddalena Martini, fu padre del più celebre Domenico detto il Pittorello Bardolino, 1762 - Brescia 1819 Esponente
  • Paolo da Caylina il Vecchio per distinguerlo dal figlio Paolo da Caylina il Giovane Brescia tra il 1420 e il 1430 dopo il 1486 è stato un pittore
  • famiglia cui si era unito Bartolomeo sposando nel 1482 Bartolomea Lo ritroviamo anche a Todi, paese di origine della madre di Bartolomeo della famiglia Atti

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...