Indietro

ⓘ Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Sondrio)




Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Sondrio)
                                     

ⓘ Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Sondrio)

La chiesa insigne collegiata arcipretale plebana dei santi Gervasio e Protasio, a Sondrio, sicuramente una delle più antiche della Valtellina, fu a capo di una vasta pieve e già nel XII secolo era collegiata.

                                     

1. Storia

Venne più volte rimaneggiata e ampliata finché nel XVIII secolo fu abbattuta per ricostruirne una molto vasta su disegno di Pietro Ligari. I primi lavori ebbero luogo dopo il 1727 e già nel 1733 il Ligari presentava i disegni dei sei altari laterali la cui esecuzione venne affidata a Carlo Gerolamo Buzzi in due riprese nel 1733 e nel 1737.

                                     

2. Descrizione

Secondo il suo ideatore la chiesa avrebbe dovuto avere due grandi transetti e il coro si sarebbe dovuto costruire dove ancor oggi sorge la casa arcipretale. La volontà di far sorgere contemporaneamente la torre campanaria e soprattutto la carenza di fondi a causa delle ingenti spese sopportate dalla popolazione in seguito alle numerose inondazioni del Mallero, non permisero lattuazione del grandioso progetto ligariano.

Alla fine del Settecento era sorta la sola navata, che larchitetto di Lugano Pietro Taglioretti nel 1797 chiuse con unabside in stile neoclassico. Solo nel 1838 invece fu eretta, su progetto dellingegnere sondriese Giuseppe Sertoli, la facciata anchessa in stile neoclassico.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...