Indietro

ⓘ Basso albertino




Basso albertino
                                     

ⓘ Basso albertino

Il basso albertino è un particolare tipo di accompagnamento, spesso usato nellepoca classica, e talvolta in quella romantica. Il nome deriva dal compositore Domenico Alberti, il quale lo utilizzò ampiamente nelle sue opere, anche se non fu il primo a usarlo.

Il basso albertino è una sorta di accordo spezzato, ovvero arpeggiato, le cui note sono eseguite ciclicamente nellordine: bassa, alta, media, alta secondo la loro altezza. Questo modello di accompagnamento contribuisce, soprattutto nel pianoforte, a creare un sottofondo liscio, sostenuto e scorrevole. Esso si presenta anche in figurazioni differenti. Ad esempio, in una triade sul primo grado, tonica, quinta, ottava, terza, oppure con lalternanza tra bicordo tonica-terza e quinta.

Lo si può ritrovare tipicamente nella mano sinistra delle composizioni per strumenti a tastiera di Mozart, ad esempio la famosa Sonata per pianoforte n. 16 KV 545, ma anche in composizioni per altri strumenti.