Indietro

ⓘ Lingua aquitana




Lingua aquitana
                                     

ⓘ Lingua aquitana

La lingua aquitana era parlata nellantica Aquitania prima della conquista Romana e probabilmente, ancora fino allinizio del Medioevo.

Ritrovamenti archeologici i più importanti sono una serie di testi votivi e funerari, in latino che contengono circa 400 nomi personali e 70 nomi di dei, toponimi e tracce storiche suggeriscono, con forza, lesistenza di una lingua o di un gruppo di lingue Vasconica che rappresenterebbe il precursore del basco.

                                     

1. Storia

LAquitano ed il suo discendente correlato, il Basco, sono comunemente ritenute lingue preindoeuropee, un residuo delle lingue parlate in Europa occidentale prima dellarrivo delle popolazioni Indo-Europee. Gli studi di Luigi Luca Cavalli-Sforza sulla Storia genetica dellEuropa hanno identificato particolari caratteristiche genetiche che si presentano con alta frequenza nella regione basca, e ad un livello più basso al di fuori della penisola iberica e della Francia meridionale. secondo Cavalli-Sforza questo fatto rappresenterebbe un residuo isolato delle popolazioni pre-neolitiche in Europa. Questa conclusione è stata assai discussa ed ha portato a notevoli controversie. Lorigine aquitana del basco, può essere tracciata più o meno direttamente, dai ritrovamenti della cosiddetta Cultura dArtenac, di epoca calcolitica.

                                     

2. Nomi personali e nomi di dei

Quasi tutte le iscrizioni aquitaniche sono state ritrovate a nord dei Pirenei, nel territorio che le fonti greche e romane designavano come Aquitania.

  • nomi di persona: Belexeia, Lavrco, Borsei, Andereseni, Nescato, Cissonbonnis, Sembecconi, Gerexo, Bihossi, Talsconis, Halscotarris ecc.
  • Nome di dei: Baigorixo, Ilunno, Arixoni, Artahe, Ilurberrixo, Astoiluno, Haravsoni, Leherenno ecc.

Ma, una parte minore, sono stati ritrovati a sud dei Pirenei nel territorio che le fonti greche e romane assegnavano ai Vasconi:

  • Persone: Ummesahar, Ederetta, Serhuhoris, Dusanharis, Abisunhar ecc.
  • Dei: Larrahe, Loxae / Losae, Lacubegi, Selatse / Stelaitse, Helasse, Errensae.
                                     

3. Relazioni con altre lingue

La maggior parte degli elementi dellOnomastica Aquitana sono chiaramente identificabili da un punto di vista basco, corrispondente da vicino alle forme ricostruite dal bascologo Koldo Luis Mitxelena nella Lingua proto-basca:

Il bascologo Joaquín Gorrotxategi, che ha pubblicato parecchi lavori sullAquitano, e Mitxelena hanno rimarcato le similarità di alcuni elementi onomastici delle lingue Iberiche con lAquitano. In particolare, Mitxelena parla di un insieme onomastico onomastic pool da cui avrebbero attinto sia laquitano che liberico.