Indietro

ⓘ Medaglia commemorativa per il 250º anniversario di Leningrado




Medaglia commemorativa per il 250º anniversario di Leningrado
                                     

ⓘ Medaglia commemorativa per il 250º anniversario di Leningrado

La medaglia veniva assegnata a lavoratori, tecnici e dipendenti di imprese industriali, dei trasporti e dello sviluppo urbano di Mosca, alle persone che lavorano nel campo della scienza, della tecnologia, dellarte, della letteratura, dellistruzione e della salute, per i dipendenti delle istituzioni dello Stato, partito, sindacati, organizzazioni pubbliche e di altro tipo; che si sono distinti nel lavoro nella ricostruzione del capitale e nello sviluppo del proprio lavoro nel settore industriale, dei trasporti, dello sviluppo urbano, e nelle istituzioni accademiche e culturali, ai soldati o invalidi del lavoro; alle casalinghe che prendono parte attiva nel miglioramento della città e nel lavoro delle scuole e delle strutture per linfanzia. Per ottenere la medaglia era necessario aver soggiornato almeno cinque anni a Leningrado o nei suoi dintorni.

                                     

1. Insegne

  • Il nastro era blu con bordi bianchi e con allinterno una striscia rossa circondata da due strisce gialle caricate di una striscia rossa.
  • La medaglia era dorata. Il dritto raffigurava il monumento a Lenin alla stazione ferroviaria Finlyandsky con il fiume Neva e lammiragliato russo sullo sfondo. Sotto Lenin, limmagine di falce e martello con un ramo di alloro a sinistra e a destra. Sopra il braccio teso di Lenin, una stella a cinque punte con raggi radianti. Nella parte superiore, lungo la circonferenza della medaglia, liscrizione "In commemorazione del 250º anniversario di Leningrado" Russo: "В память 250 летия Ленинграда". Il rovescio raffigurava lIstituto Smolnyj con sotto il numero "250", in cima, in una corona di rami di quercia e di alloro vi erano le insegne dellOrdine di Lenin e dellOrdine della Bandiera Rossa con sotto la scritta "GLORIA ALLA CITTÀ EROINA!" Russo: "ГОРОДУ-ГЕРОЮ СЛАВА!".