Indietro

ⓘ Microciccio Spaccavento




                                     

ⓘ Microciccio Spaccavento

Microciccio Spaccavento è un personaggio dei fumetti ideato da Benito Jacovitti e comparso in una sola storia omonima, nel settimanale Il Giorno dei Ragazzi nel 1965.

                                     

1. Sintesi

Per un errore, Microciccio Spaccavento - un ometto della Terra fantascientifica di mille anni a venire, sotto il dispotico dominio di Torvass il Gran Bazù - viene imprigionato e deportato sullasteroide-galera Katonza. Da qui, fugge insieme al terrestre Giuseppe e al marziano Ffrrungh. Nello spazio, vengono catturati da unastronave proveniente dal pianeta Gorgo, dove cè una banda di resistenti al Gran Bazù, che li portano da Zomar - la cui graziosa figlia Krispa si invaghisce di Microciccio - che sta organizzando la resistenza galattica contro il dittatore. Microciccio viene mandato nella colonia penale di Katonza a sobillare i milioni di schiavi, e li giungono anche Giuseppe e Ffrrungh. Tutti insieme si organizzano, ma Microciccio e Krispa, catturati, vengono mandati di fronte a Torvass il Gran Bazù che li terrà come ostaggi. Durante il faccia a faccia televisivo fra il gran ribelle Zomar e il Gran Bazù, Krispa e Microciccio riescono a fuggire. Avviene uno scontro finale tra Torvass e Microciccio, il quale disintegra il cattivo e viene poi eletto al suo posto, sposando Krispa.

                                     

2. Curiosità

La storia, che ripropone la jacovitti i classici stilemi della Space Opera degli anni 20 e 30 è stata reimpaginata e messa in vendita come volume con il nome di Arcicomiche stellari De Vecchi Editore, 1978. Una ristampa anastatica è stata inserita nel volume "Fantastorie" Nuovi Equilibri, 2005.