Indietro

ⓘ Jeroule




Jeroule
                                     

ⓘ Jeroule

Zaral, Jeroule nel doppiaggio italiano, è un personaggio immaginario e lantagonista principale della serie anime Il Tulipano Nero - La Stella della Senna, creata nel 1975 e in seguito trasposta da Asuka Morimura in un manga non portato a conclusione.

                                     

1. Biografia

Jeroule è il malvagio comandante della polizia parigina e la principale causa di tutte le ingiustizie a cui vengono sempre sottoposti i popolani. Secondo la gerarchia militare, il suo diretto superiore e protettore è il vecchio marchese de Moralle, il perfido ministro di polizia. Questi lo ha sempre ritenuto un uomo prezioso e non ne ha mai fatto mistero con nessuno, nemmeno con i sovrani. È sempre stato un uomo rigido e incorruttibile, attaccato alle regole della monarchia assoluta. Incontra molto presto il Tulipano Nero, ma la sua vera acerrima nemica diventa la Stella della Senna. Ovunque si batte ostinatamente con lei, mettendola in grandissima difficoltà, ma ha sempre la peggio e non è un avversario allaltezza del Tulipano Nero, sia con la spada che con le armi da fuoco.

Nonostante sia un personaggio dipinto con tinte fosche, rispetto al marchese de Moralle e ai nobili suoi alleati, che fingono di essere dei fedelissimi della regina Maria Antonietta ma in realtà sono pronti anche ad attentare alla vita dei loro sovrani per mantenere i loro privilegi, Jeroule ha un codice donore da rispettare. Infatti, è sempre stato fedele alla regina e, durante il suo mandato, non è mai venuto meno al giuramento di proteggerla dai nemici della corona, anche a costo della vita. Pur dovendo sottostare ai voleri di de Moralle essendo il suo aiutante, mette sempre in dubbio la sua autorità quando ritiene che possa scatenare la collera della regina, ma ovviamente è il generale ad assumersi ogni responsabilità. Inoltre, non è affatto un uomo privo di ogni scrupolo, soprattutto perché non ha mai ordinato ai suoi uomini di arrivare a sacrificare i sovrani pur di eliminare una volta per tutte la Stella della Senna.

Il conto in sospeso che ha con la Stella della Senna viene finalmente saldato in un vecchio mulino abbandonato, su una piccola altura poco lontano dal paese di Chalons, la notte del 22 giugno 1791, mentre difende strenuamente la fuga della famiglia reale a Varennes, subito dopo la morte del generale de Moralle, che è precipitato dal parapetto della rupe e si è sfracellato al suolo con tutta la sua carrozza. Durante il combattimento, prima di venire ucciso da lei, un suo uomo lancia contro la Stella della Senna una torcia accesa, incendiando la parte destra della maschera e costringendola così a togliersela per non restare ustionata. Adesso che Jeroule ha finalmente scoperto chi è con sua grandissima sorpresa, gli resta molto poco da vivere. Infatti, dopo un furioso combattimento con la spada in mezzo al terribile incendio provocato dalla torcia, viene finalmente infilzato al polmone destro dalla sua rivale e muore soffocato, cadendo sul meccanismo rotante del mulino. Guardando il suo cadavere, nonostante tutto, Simone sembra provare dispiacere.

Infine, il suo cadavere brucia nellincendio e resta così sepolto per sempre nel crollo del mulino, insieme a tre dei suoi uomini, subito dopo il passaggio sulla strada principale dei rivoluzionari guidati da Mirand, che stanno inseguendo la carrozza reale. Non a caso, negli ultimi due episodi dopo la sua morte, i veri peggiori nemici della Stella della Senna si rivelano finalmente essere proprio i rivoluzionari, che fino ad allora erano sempre stati nascosti dietro la maschera degli oppressi.

                                     

2. La creazione del personaggio

I produttori gli hanno dato il ruolo di Oscar François de Jarjayes, il comandante delle guardie francesi di Parigi nel manga Lady Oscar, che aveva giurato sulla sua vita di proteggere la regina Maria Antonietta, ma alla fine non ha minimamente esitato a tradirla ed è morta da eroina rivoluzionaria. Quindi, è una versione maschile, malvagia e poco raccomandabile di Oscar, che per contro non si è mai unito ai ribelli ed è anzi morto con onore nel tentativo di salvare la sua sfortunata sovrana, umiliata e abbandonata da tutti.

Il vero modello, però, è Ludwig Ignaz von Flüe, il luogotenente delle guardie reali svizzere a difesa della Bastiglia che uccisero Oscar nello scontro a fuoco, sia per la vita militare che per il character design. Non a caso, von Flüe compare al suo posto nellepisodio 31, dove è il fedele aiutante del marchese de Launay, il comandante della famosa prigione devoto al sovrano, e compie fino alla fine il suo dovere di guardia reale al bastione, venendo ucciso in duello proprio dalla Stella della Senna, insieme a un gruppo di uomini del plotone, mentre difende strenuamente le porte della fortezza dai ribelli.