Indietro

ⓘ Targhe d'immatricolazione irlandesi




                                     

ⓘ Targhe dimmatricolazione irlandesi

Le targhe automobilistiche in Irlanda sono conformi allo standard dellUnione europea, perciò recano una banda blu sulla sinistra con le dodici stelle simbolo dellUE e la sigla automobilistica internazionale IRL, già presente dal 1991. Nelle targhe emesse tra il 1987 e il 31 dicembre 1990 non erano presenti i trattini tra il primo numero e la sigla della contea e tra questa e il secondo numero; inoltre cifre e lettere erano più larghe e tondeggianti. Fino al 1987 veniva utilizzato un sistema di numerazione di origine inglese in tutta lisola, cioè anche nellIrlanda del Nord, dove è tuttora in uso. Lattuale sistema consiste invece in due cifre indicanti lanno di immatricolazione, una o due lettere che sono labbreviazione del nome inglese della contea di provenienza e un numero sequenziale, azzerato ogni anno, che parte da "1". Sopra questi elementi è presente il nome completo, in gaelico e di dimensioni ridotte, della contea. Dal 2013 le prime due cifre sono diventate tre: allanno di immatricolazione si è aggiunto il semestre, ad esempio "131" indica i veicoli registrati da gennaio a giugno 2013 e "132" quelli immatricolati da luglio a dicembre 2013. Non cè un carattere standard, limportante è che sia di tipo sans serif e che le dimensioni non eccedano i 70 mm di altezza, i 36 mm di larghezza e i 10 mm di spessore. Neanche il materiale con cui le placche sono realizzate è standardizzato, cosicché esistono targhe in alluminio o in materiale plastico tutte perfettamente legali. Il codice identificatore della contea è attribuito in base alla residenza del primo proprietario del veicolo e non cambia in caso di trasferimento di proprietà ad una persona residente in unaltra contea. La targa segue quindi il veicolo fino alla sua distruzione o reimmatricolazione, se esportato, e non può essere trasferita su altri veicoli. Pagando una sovrattassa di 1.000 €, si può avere una serie numerica personalizzata dopo la sigla della contea.

                                     

1. Sigle identificative delle contee

Nel seguente elenco le sigle automobilistiche hanno accanto il nome in gaelico e in inglese della contea corrispondente tra parentesi è scritto il capoluogo nei casi in cui non abbia lo stesso nome della contea.

  • KK - Cill Cheannaigh / Kilkenny
  • LD - An Longfort / Longford
  • LH - An Lú / Louth Dundalk
  • KE - Cill Dara / Kildare Naas
  • MH - An Mhí / Meath Navan
  • DL - Dún Na nGall / Donegal Lifford
  • WH - An Iar-Mhí / Westmeath Mullingar
  • MN - Muineachán / Monaghan
  • LS - Laois / Laois Port Laoise
  • W - Port Láirge / Waterford Dungarvan
  • LM - Liatroim / Leitrim Carrick-on-Shannon
  • CN - An Cabhán / Cavan
  • RN - Ros Comáin / Roscommon
  • SO - Sligeach / Sligo
  • G - Gaillimh / Galway
  • WX - Loch Garman / Wexford
  • MO - Maigh Eo / Mayo Castlebar
  • D - Baile Átha Cliath / Dublin
  • WW - Cill Mhantáin / Wicklow
  • OY - Uibh Fhaillí / Offaly Tullamore
  • C - Corcaigh / Cork
  • L - Luimneach / Limerick
  • KY - Ciarraí / Kerry Tralee
  • T dal 2014 - Tiobraid Árann / Tipperary Nenagh
  • CW - Ceatharlach / Carlow
  • CE - An Clár / Clare Ennis
                                     

2. Targhe speciali

  • Dal 1982 le targhe assegnate ai rimorchi con massa a vuoto superiore a 1.500 kg sono composte da due lettere fisse a volte se ne aggiunge una terza variabile nel formato senza banda blu ed un numero massimo di quattro cifre; sono prive della sigla ordinaria della contea, che è comunque identificabile in base alle combinazioni delle lettere assegnate vedi infra. Nel consueto alloggiamento tra le luci posteriori è situata la targa ripetitrice del trattore stradale, sopra o sotto la quale vengono fissati questi piatti dimmatricolazione aggiuntivi, su unica o doppia linea; i caratteri sono neri su fondo bianco o, raramente, rosso riflettente.
  • Le placche diplomatiche sono molto simili a quelle normali, tranne che per la sigla CD nera e di dimensioni generalmente ridotte, posizionata a sinistra o a destra del numero sequenziale.
  • Le targhe di prova per concessionari e garagisti si distinguono per i caratteri bianchi o bianco-argento su fondo verde riflettente. Le due cifre indicanti lanno di emissione sono posizionate dopo la sigla identificativa della contea.
  • A partire dal 1992 i proprietari di veicoli immatricolati da almeno trentanni, qualora questi siano importati o già registrati con targhe di formato standard in uso, possono richiedere piastre con formato precedente al 1987, con caratteri grigio argento su fondo nero, le quali iniziano con le lettere ZV seguite da un numero sequenziale attualmente a cinque cifre. In alternativa è possibile reimmatricolare unauto depoca con il formato attuale caratteri neri su fondo bianco, ma mantenendo il sistema utilizzato prima del 1987. In tal caso la seconda e la terza lettera identificano la contea o la città vedi elenco riportato nel paragrafo seguente.
  • I veicoli in dotazione allEsercito hanno targhe con caratteri di colore bianco o grigio argento su fondo nero. Sono prive del nome della contea in gaelico.
  • Per le immatricolazioni temporanee di veicoli vengono emesse targhe con il codice ZZ seguito da un numero sequenziale attualmente a sei cifre. A destra è riportato, su un rettangolo rosso dove sono scritte per 18 volte, a caratteri ridotti e di colore bianco, le ultime cifre dellanno di validità, un numero nero corrispondente al mese di scadenza della validità stessa per esempio 3 = marzo; sopra il rettangolo è visibile una "T" che in inglese sta per temporary, anchessa bianca. Il formato è quello antecedente al 1987, perciò lettere e cifre sono di colore grigio argento in campo nero.
                                     

3. Targhe con formato britannico emesse fino al 1987 e sigle utilizzate

Originariamente, come nell Ulster, tutte le targhe emesse avevano lettere e numeri bianchi o grigio argento su fondo nero, ma nel 1969 venne introdotta una variazione nel colore sia delle targhe posteriori, i cui caratteri divennero neri su sfondo rosso, sia di quelle anteriori, che da allora ebbero caratteri neri in campo bianco. La seconda e la terza lettera identificavano la contea o città dove era stato immatricolato il veicolo. La numerazione poteva essere posposta o anteposta alle lettere. Lo stesso sistema venne utilizzato per le contee dellIrlanda del Nord vedi targhe dimmatricolazione britanniche.