Indietro

ⓘ Targhe d'immatricolazione russe




Targhe dimmatricolazione russe
                                     

ⓘ Targhe dimmatricolazione russe

Nelle targhe dei rimorchi, che come quelle dei camion e degli autobus fino al 1º luglio 2008 dovevano essere duplicate e impresse sul retro a caratteri grandi, la serie alfanumerica è composta da quattro cifre e due lettere.

I veicoli della polizia hanno targhe di colore azzurro con numerazione speciale, quelle diplomatiche sono rosse con lettere e cifre bianche.

Le piastre con caratteri bianchi su sfondo nero identificano gli automezzi in dotazione allesercito.

Cifre e lettere nere in campo giallo sono riservate ai veicoli adibiti al trasporto pubblico di passeggeri, cioè agli autobus e ai taxi, o vedi infra intestati a persone giuridiche estere.

Le targhe provvisorie di transito dal 1º novembre 2009 al 14 ottobre 2013 erano bicolori e di cartone laminato lucido: il margine destro, occupato dalla bandiera e dal codice numerico regionale, aveva uno sfondo giallo; riportavano nellangolo superiore sinistro un adesivo olografico. Dal 1º agosto 1998 al 31 ottobre 2009 erano quadrate 400 × 318÷340 mm, di cartone, e si incollavano sul lunotto e sul parabrezza; in alto o in basso era scritta a caratteri ridotti la parola TPAHЗИT cioè "transito", sulla linea superiore erano posizionate due lettere e il numero della circoscrizione territoriale, su quella inferiore quattro cifre. In base alle nuove regole per limmatricolazione dei veicoli, in vigore dal 15/10/2013, quando unautomobile cambia proprietario la targa non viene ritirata, ma può ancora essere utilizzata purché non abbia il vecchio formato sovietico se è in condizioni eccellenti, cioè senza ammaccature, abrasioni o crepe. In caso contrario si è tenuti a richiedere una targa duplicata o ad acquistarne una nuova. Tale cambiamento abolisce la prassi delle targhe di transito, che a partire dalla data sopra specificata vengono rilasciate solo ai veicoli esportati allestero definitivamente. Unaltra novità importante è la possibilità di reimmatricolare un veicolo presso qualsiasi dipartimento della polizia stradale nel territorio della Federazione Russa.

Le piastre temporanee da esportazione di distinguono da quelle ordinarie per la lettera "T" iniziale di т ранзит, delle stesse dimensioni delle cifre e posizionata a sinistra.

Le serie speciali con le lettere "AA" dopo le cifre sono riservate a membri del governo o alle più alte cariche dello Stato ed hanno sul margine destro, al posto del numero dellarea di immatricolazione, la bandiera nazionale di dimensioni più grandi rispetto a quella visibile nelle targhe standard.

                                     

1. Significato delle sigle presenti nelle targhe diplomatiche o intestate a persone giuridiche estere

a) Bianco su rosso:

  • D - Personale diplomatico accreditato presso ambasciate, consolati od organizzazioni internazionali
  • T - Personale tecnico-amministrativo accreditato presso ambasciate o consolati;
  • CD - Capo di missione diplomatica

b) nero su giallo:

  • M - Veicoli intestati a società o banche estere.
  • B, E - Veicoli intestati a joint venture
  • K - Veicoli intestati ad agenzie di stampa, radio, televisioni estere
                                     

2. Sistema sovietico

Prima della dissoluzione dellUnione Sovietica e dellattuale sistema, furono emessi diversi formati.

Il GOST 3207-58, in uso dal 1959 al 1980 1981 in alcune regioni, utilizzava targhe nere con scritte bianche; in precedenza numeri e lettere erano neri su fondo giallo. Le placche anteriori degli autoveicoli erano su una sola linea, quelle posteriori su doppia linea come le piastre dei motoveicoli. Due numeri di due cifre erano separati da un trattino; a destra nelle targhe anteriori e in basso in quelle posteriori erano posizionate tre lettere dellalfabeto cirillico di dimensioni ridotte, delle quali le prime due identificavano larea amministrativa in cui era stato immatricolato il veicolo. Le macchine agricole e i rimorchi agricoli continuavano ad avere i caratteri neri su fondo giallo. Il formato più recente GOST 3207-77, in uso dal 1980-81 agli ultimi mesi del 1993, utilizzava targhe con fondo bianco e scritte nere. Dallinnovazione restarono escluse le targhe degli automezzi militari, che mantennero i caratteri bianchi su fondo nero. Nei veicoli privati una lettera era seguita da un numero a quattro cifre e due lettere indicanti larea amministrativa. Nei veicoli statali la sequenza consisteva in un numero di quattro cifre seguito da tre lettere; di norma le prime due ed occasionalmente tutte tre identificavano la regione di provenienza. Anche in questo formato le lettere erano quelle dellalfabeto cirillico Щ era riservata ai soli trattori e rimorchi agricoli e i caratteri erano disposti su ununica riga nelle targhe anteriori, su doppia linea in quelle posteriori. Nel 1989 venne introdotto per i veicoli speciali di emergenza quali ambulanze o governativi il formato "LLL NNNN" L = lettera, N = numero.