Indietro

ⓘ Kararname (Lega di Prizren)




Kararname (Lega di Prizren)
                                     

ⓘ Kararname (Lega di Prizren)

Il Kararname della Commissione di Prizren per la Difesa Nazionale è il nome del decreto firmato da 47 deputati musulmani dei distretti di Prizren, Yakova, Ipek, Gucia, Yeni Pazar, Sjenica, Pljevlja, Kosovska Mitrovica, Vučitrn, Pristina, Gnjilane, Skopje, Kalkandelen, Kičevo, Gostivar e Basa Dibra e Alta Dibra il 18 giugno 1878.

                                     

1. Premessa

La Commissione di Prizren per la Difesa Nazionale riunitasi a Prizren il 10 giugno 1878, sottopose un memorandum di diciotto pagine a Benjamin Disraeli, primo ministro inglese e rappresentante del Regno Unito al Congresso di Berlino il 13 giugno di quello stesso anno.

                                     

2. Testo e firma del Kararname

Il Kararname rappresentò la posizione iniziale della lega, perlopiù supportata da proprietari terrieri locali e persone coinvolte nellamministrazione ottomana, il che venne anche a riflettersi nel primo nome del gruppo Commissione dei Veri Musulmani, in albanese: Komiteti i Myslimaneve te Vertete. Il testo del kararname venne composto al primo incontro della lega e non era basato su intenti nazionalistici ma solo sulla solidarietà religiosa. Nulla si diceva circa le riforme, le scuole e nemmeno a proposito dellautonomia o dellunione del popolo albanese in un unico vialyet albanese. Presto queste posizioni cambiarono radicalmente e il risultato fu la richiesta di autonomia e la guerra aperta con lImpero ottomano.

Il testo del Kararname aveva 16 articoli. Essenzialmente il testo conteneva la dichiarazione del popolo "dellAlbania del nord, dellEpiro e della Bosnia" la volontà di difendere l"integrità territoriale" dellImpero ottomano "con tutti i mezzi possibili" dalle truppe bulgare, serbe e montenegrine. Esso venne siglato dai 47 deputati musulmani della Commissione di Prizren per la Difesa Nazionale il 18 giugno 1878. Circa 300 musulmani presero parte allassemblea, tra cui delegati della Bosnia e mutasarrif sanjakbey del Sanjak di Prizren come rappresentanti delle autorità centrali, ma nessun delegato del vilayet di Scutari.

                                     

3. Conseguenze

Il kararname servì per promuovere la nuova agenda del Risorgimento albanese composta da Abdyl Frasheri in unassemblea chiave di proprietari terrieri al monastero di Bektashi del suo nativo villaggio di Frasher, e adottata poi dalla Lega di Prizren il 27 novembre 1878. Esso non era un appello allindipendenza albanese, o addirittura allautonomia dallImpero ottomano ma era, come proposto da Pashko Vasa, semplicemente lunificazione di tutto il territorio di lingua albanese in un unico vilayet.