Indietro

ⓘ Categoria:Celebrazioni religiose




                                               

Beltane

Beltane o Beltaine è unantica festa pagana gaelica che si celebra attorno al 1º maggio. "Bealtaine" è anche il nome del mese di maggio in irlandese ed è anche tradizionalmente il primo giorno di primavera in Irlanda. È il giorno situato a metà fra lequinozio di primavera ed il solstizio estivo, astronomicamente il giorno corretto è il 5 maggio. Fonti gaeliche del X secolo affermano che i druidi accendevano dei falò sulla cima dei colli e che vi conducevano attraverso il bestiame del villaggio per purificarlo ed in segno di buon augurio. Anche le persone attraversavano i fuochi, allo stesso ...

                                               

Candelora

Candelora è il nome con cui è popolarmente nota in italiano la festa della Presentazione al Tempio di Gesù, celebrata dalla Chiesa cattolica il 2 febbraio. Nella celebrazione liturgica si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi. Fino alla riforma liturgica successiva al Concilio Vaticano II, e tuttora nella forma straordinaria del rito romano, la festa era ed è chiamata Purificazion ...

                                               

Carnevale

Il carnevale è una festa che si celebra nei Paesi di tradizione cristiana e in particolare in quelli di rito cattolico; è una festa mobile. I festeggiamenti si svolgono spesso in pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi; in particolare, lelemento distintivo e caratterizzante del carnevale è luso del mascheramento.

                                               

Chanukkah

Chanukkah; Hannukkah, Chanukkà, Channukah, è una festività ebraica, conosciuta anche con il nome di Festa delle luci o Festa dei lumi. In ebraico la parola chanukkah significa "inaugurazione" o "dedica": infatti la festa commemora la consacrazione di un nuovo altare nel Tempio di Gerusalemme a seguito della conquistata libertà dagli elleni, il cui regno in Eretz Israel nel II secolo a.C. aveva tentato di distogliere gli ebrei dalla Torah e in particolare da alcuni precetti come lo Shabbat riposo sabbatico ed il Brit Milah circoncisione. Gli assiro-ellenici ritenevano di poter cancellare la ...

                                               

Commemorazione dei defunti

La commemorazione di tutti i fedeli defunti, comunemente detta "giorno dei morti", è una ricorrenza della Chiesa latina celebrata il 2 novembre di ogni anno, il giorno successivo alla solennità di Tutti i Santi. Secondo il calendario liturgico romano è anchessa una solennità, e come tale ha precedenza sulla domenica; nella forma straordinaria del rito romano, invece, quando il 2 novembre cade di domenica la commemorazione dei defunti viene spostata al giorno successivo, lunedì 3 novembre. Pur essendo una solennità, non è comunque annoverata fra le feste di precetto. La ricorrenza è precedu ...

                                               

Conteggio dellOmer

Il Conteggio dellOmer nellebraismo, è una benedizione con cui si contano verbalmente i 49 giorni che intercorrono tra la seconda sera di Pesach e la festività di Shavuot secondo la Bibbia ebraica, in memoria della cerimonia dellofferta dell Omer che veniva effettuata presso il Tempio di Gerusalemme. Questa mitzvah "precetto" deriva dal comandamento della Torah che impone di contare quarantanove giorni cominciando dal giorno in cui l Omer, un sacrificio contenente la misura di un Omer dorzo, era offerto al Tempio di Gerusalemme, fino al giorno prima che unofferta di frumento venisse portata ...

                                               

Corpus Domini

La Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, o, nella forma straordinaria del rito romano, Festum Ss.mi Corporis Christi, comunemente nota con le espressioni latine Corpus Domini, come in Italia, o Corpus Christi, come nei paesi di lingua inglese e spagnola, è una delle principali solennità dellanno liturgico della Chiesa cattolica. Si celebra il giovedì successivo alla solennità della Santissima Trinità oppure, in alcuni Paesi tra cui lItalia, la domenica successiva. Rievoca, in una circostanza liturgica meno carica, la liturgia della Messa nella Cena del Signore Messa in Cena Do ...

                                               

Danza del sole

La Danza del Sole rappresenta lapice del calendario spirituale e rituale di tutte le nazioni tribali del Nord America. È un rituale di purificazione collettiva della durata di quattro giorni che prevede il digiuno, lautosacrificio e la donazione di sé. Mediante questo atto sacro si rende grazie dellanno trascorso e si invocano le forze divine chiedendo protezione e prosperità per tutti gli esseri viventi.

                                               

Derdeba

La Derdeba o Lila, dall è una cerimonia rituale praticata dalle antiche famiglie degli Gnawa marocchini, discendenti degli schiavi neri originari delle regioni subsahariane. Durante la diaspora marocchina gli schiavi si islamizzarono e diedero vita ad una confraternita religiosa tarīqa di stampo sufi. Sebbene questo termine è generalmente associato ai rituali dei Gnawa, talvolta viene utilizzato anche per indicare i rituali di altre confraternite, come gli Jilala.

                                               

Dīksā

Dīksā, sostantivo femminile sanscrito traducibile come "consacrazione", "iniziazione religiosa", indica nelle tradizioni religiose dellIndia un generico rituale iniziatico, o anche una consacrazione a un evento religioso o di grande importanza.