Indietro

ⓘ Zeitschrift für Ägyptische Sprache und Altertumskunde




Zeitschrift für Ägyptische Sprache und Altertumskunde
                                     

ⓘ Zeitschrift für Ägyptische Sprache und Altertumskunde

La Zeitschrift für Ägyptische Sprache und Altertumskunde è una rivista specialistica scientifica egittologica.

È stata fondata nel 1863 da Heinrich Karl Brugsch ed è la prima del suo genere. Nei primi decenni fu pubblicata dalla Hinrichschen Verlagsbuchhandlung, ma dopo la rifondazione avvenuta in seguito alla Seconda guerra mondiale fu edita dallAkademie-Verlag. La rivista tratta temi e miscellanee su tutti i campi dellegittologia, dalla filologia alla storia e la religione, oltre allarcheologia, la nuova fortuna e lesplorazione dellantico Egitto. A questi si aggiungono anche la demotistica, la coptologia e la meroitistica. Le recensioni non vengono pubblicate, mentre possono esserlo i necrologi.

Gli articoli possono essere letti in tedesco, inglese e francese. Ogni anno sono attualmente pubblicati due numeri, un tempo quattro. La redazione ha sede allIstituto egittologico dellUniversità di Lipsia. Attualmente i curatori sono Susanne Bickel, Hans-Werner Fischer-Elfert, Antonio Loprieno e Tonio Sebastian Richter, Lutz Popko è il redattore.

Una tempo la sede della rivista si trovava presso il fondatore Brugsch a Gottinga, poi a Berlino presso i successivi editori Karl Richard Lepsius, Ludwig Stern e Adolf Erman. Georg Steindorff trasferì la sede a Lipsia, presso la cui università teneva il corso di egittologia. Per quasi trentanni rimase unico editore ma, in quanto ebreo, a causa delle Leggi di Norimberga nel 1937 venne definitivamente sollevato dallincarico. Nel 1943 la rivista fu chiusa, ma nel 1954 fu rifondata da Fritz Hintze e Siegfried Morenz. La redazione rimase a Lipsia, ma la responsabilità dei contenuti andò allAccademia delle scienze della RDT di Berlino. Dopo la Wende, la responsabilità dei contenuti tornò a Lipsia, ma con la nomina di Erik Hornung alla commissione editoriale nel 1992 fu parzialmente spostata a Basilea. Questa divisione permane ancora oggi.

                                     

1. Editori

  • 1884–1937: Georg Steindorff
  • 1992–?: Erik Hornung
  • 1954–1970: Siegfried Morenz
  • dal 2001: Antonio Loprieno
  • dal 2009: Susanne Bickel
  • 1935–1943: Walther Wolf
  • 1884–1894: Heinrich Brugsch
  • dal 2000: Hans-Werner Fischer-Elfert
  • 1954–1993: Fritz Hintze
  • dal 2007: Tonio Sebastian Richter
  • 1987–2007: Elke Blumenthal
  • 1864–1884: Karl Richard Lepsius
  • 1884–1888: Ludwig Stern
  • 1889–1907: Adolf Erman
  • 1863: Heinrich Brugsch