Indietro

ⓘ Memoria digitale




Memoria digitale
                                     

ⓘ Memoria digitale

La Memoria digitale è una forma di archiviazione dei contenuti, compresa la memoria privata, attraverso la tecnologia informatica, utilizzando la Memoria ed è contemporaneamente una forma di comunicazione della memoria su piattaforme web e social media.

Lo scopo del rendere la memoria privata in forma digitale è quello di ricordare avvenimenti, emozioni, registrare pensieri e opinioni: è un diario pubblico digitale. Alla base vi è la scelta della condivisione tra utenti, soprattutto attraverso i social media diffusi nel World Wide Web: Facebook, Twitter, Google Plus, Pinterest, Linkedin, Flickr, YouTube, Tripadvisor.

In generale, nel web, la parola condivisione o sharing in inglese è il termine usato per descrivere la grande partecipazione della gente nelle piattaforme/servizi noti come Web 2.0.

Infatti con lavvento del web 2.0 e 3.0, sono sempre più numerosi i tavoli di discussione, i bandi e i progetti, le Fondazioni e associazioni, i blog e siti internet che trattano largomento, ponendosi domande e cercando risposte sul come conservare e condividere, annullando barriere fisiche e temporali, il nostro sapere.

Correlato alla memoria digitale, si pone il concetto di Biblioteca digitale. Un esempio progettuale che coniuga memoria e digitale è stato lanciato dalla più importante biblioteca del mondo, la Library of Congress, per impedire che la storia digitale sia cancellata, creando nel dicembre del 2000 il programma NDIIPP National Digital Information Infrastructure and Preservation Program allo scopo di raccogliere, preservare e rendere disponibili contenuti digitali significativi, soprattutto le informazioni che sono state create solo in forma digitale Born-digital, per le generazioni attuali e future.

Gordon Bell e Jim Gemmell, ricercatori Microsoft, nella loro pubblicazione TotalRecall: How the E-memory Revolution Will Change Everything Penguin Group USA, 2009 hanno definito la memoria digitale con il termine E-memory, affermando che grazie al progresso nelle tecniche di memorizzazione informatiche possiamo registrare qualsiasi cosa che sentiamo, vediamo o facciamo giornalmente.

                                     

1. I linguaggi della memoria

La memoria digitale, attraverso i linguaggi della memoria, o memolinguaggi, viene espressa in tecnologie collaborative e partecipative come piattaforme open source e social media, sotto forma di linguaggi diversi. I memolinguaggi abbracciano dalla fotografia al video, passando per la mail art e larte in genere.

La memoria digitale è stata al centro di importanti progetti di storytelling, non ultimo MyLifeBits, un progetto sviluppato da Microsoft Research, la divisione ricerca di Microsoft, che consiste nel registrare e gestire tutti gli eventi della vita di una persona, attraverso dati e piattaforme multimediali.

Il rapporto tra le forme che la memoria sa assumere i memolinguaggi le nuove tecnologie, viene analizzato anche nel progetto Trentino Italia storie pop. Immagini, visioni, culture e memoria dallUnità a oggi, delle tre fondazioni Fondazione Museo storico del Trentino, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e Fondazione